CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
TENNIS
3 ore

Nadal conferma un’assenza di 6-8 settimane

Gli esami effettuati a Barcellona hanno confermato diagnosi e tempi di recupero scaturiti dai primi controlli a Melbourne
PATTINAGGIO ARTISTICO
3 ore

Kimmy Repond può sognare il podio europeo

Ad Espoo, la 16.enne basilese ha chiuso al terzo posto il programma corto. Bene anche Livia Kaiser (18 anni) in nona posizione
SNOWBOARD
4 ore

Prima vittoria in Coppa del mondo per Ladina Jenny

A Blue Mountain (Canada), la svittese ha superato in finale l’italiana Dalmasso. Fuori agli ottavi le altre rossocrociate
CALCIO
7 ore

Nel 2022 la Fifa ha certificato più di 70’000 trasferimenti

Oltre 20’000 quelli di calciatori professionisti, cifra superiore al 2019 pre-Covid. Boom anche in campo femminile
MOUNTAIN BIKE
8 ore

Nel 2023 per Filippo Colombo soffia un vento di novità

Il biker ticinese ha cambiato squadra (è passato alla Scott) e con la Q36.5 vuole intensificare l’attività su strada. ‘Ma punto a Cdm e Mondiali di mtb’
hockey
10 ore

Anche un po’ di Ticino alla finale di Champions League

Il linesman Eric Cattaneo selezionato per arbitrare Luleå-Tappara Tampere il prossimo 18 febbraio. Con lui Stolc e due tedeschi
Basket
10 ore

Ufficiale, Sefolosha a Vevey

Il primo svizzero ad aver giocato nella Nba torna a 38 anni nel club con cui aveva esordito
tennis
12 ore

Australian Open, continua la marcia di Aryna Sabalenka

La bielorussa accede alla finale di Melbourne dopo aver eliminato in due set 7-6 6-2 la polacca Magda Linette. Ora affronterà la kazaka Rybakina
Tennis
14 ore

Elena Rybakina prima finalista degli Australian Open

La kazaka ha eliminato in due set (7-6, 6-3) la bielorussa Viktoria Azarenka
CALCIO
08.05.2022 - 13:19
Aggiornamento: 16:04

Un buon pareggio, ma per la classifica non basta

Il Chiasso fermato sul 2-2 dallo Stade Nyonnais vede allontanarsi ulteriormente Breitenrain e Bellinzona. Vitali: ‘Non sono due punti persi’

di Emiliano Rossi
un-buon-pareggio-ma-per-la-classifica-non-basta

Che la speranza matematica di poter davvero agguantare la promozione fosse un lumicino, si sapeva. Per il Chiasso, rimontare Breitenrain e Bellinzona sarebbe stata una missione ai limiti dell’impossibile: ora, dopo il pareggio con lo Stade Nyonnais, sarebbe fattibile solo per differenza reti (ovviamente vincendole tutte con quattro sconfitte dei bernesi e anche dei granata), mentre gli avversari non hanno più possibilità matematiche. Ma, in fondo, non è questo che conta. Lo sa bene, mister Vitali. «Il pensiero non era tanto raggiungere il Breitenrain bensì fare il meglio possibile in questa fase finale».

E i suoi sono partiti bene, dimostrando di poter dire la loro anche nei playoff. Al Riva IV si affrontavano terza e quarta, divise da soli 3 punti. Hanno dato vita a una partita di buon livello, con contenuti tattici elevati, dove ciascuna ha messo in difficoltà l’altra e il pari è tutto sommato giusto, anche se ai punti poteva vincere il Chiasso. Se nella sfida di regular season che lo Stade Nyonnais aveva vinto nei recuperi, i rossoblù erano stati attendisti, questa volta hanno deciso di giocarsela a viso aperto. Una prova, l’ennesima, della maturazione dei ragazzi di Vitali. I quali hanno sofferto nei primi 50’, pur trovando per primi il vantaggio con Nivokazi dopo pochi minuti, bravo a sfruttare una punizione di Pavlovic. «Loro hanno buonissimi giocatori, soprattutto davanti. Non a caso sono il miglior attacco», commenta il tecnico.

Gli ospiti infatti hanno preso il controllo del gioco e alla mezz’ora hanno pareggiato con una bella rete acrobatica di Gomes. Il momento complicato per i rossoblù, con la pressione avversaria, è durato paradossalmente sino al nuovo vantaggio, ancora a firma di Nivokazi, servito da capitan Maccoppi. «Stavamo uscendo dal periodo più complesso, abbiamo avuto anche la palla per chiuderla sul 3-1 e non ci siamo riusciti. Poi in contropiede loro hanno di nuovo pareggiato», riassume Vitali. Peccato essersi fatti riacciuffare subito, anche se poi è stata la traversa a dire no a Maurin, a porta vuota dopo aver scartato il portiere.

Ma non sono due punti persi. «Un buon risultato che ci portiamo a casa, loro ci hanno affrontato come si gioca contro una squadra forte, quello che noi abbiamo dimostrato di essere», si inorgoglisce l’allenatore. L’uomo in più, al momento, è Nivokazi, autore di una doppietta. «Ha fatto una buona prova, sono contento per la doppietta e per la generosità che mette sempre in campo. Per il resto, abbiamo pagato qualche infortunio e qualche acciaccato». Un altro sorriso sono certamente i 45’ giocati da Morganella, dopo il grave infortunio.

Chiasso-Stade Nyonnais (1-1) 2-2

Reti: 5’ Nivokazi 1-0. 31’ Gomes 1-1. 52’ Nivokazi 2-1. 58’ Bega 2-2.

Chiasso: Mitrovic; Ambassa, Sörensen (90’ Biancon), Pavlovic (46’ De Queiroz); Stefanovic (46’ Morganella), Alshikh, Maccoppi, Teixeira; Said; Nivokazi, Maurin.

Stade Nyonnais: Brenet; Gazzetta (66’ Sangaré), Strohbach, Baron, Vumbi Bundu; Maroufi, Gaillard, Jaton; Gomes (85’ Séké), Hadji (76’ Bunjaku), Bega.

Arbitro: Qovanaj

Note: 150 spettatori. Ammoniti: 40’ Alshikh. 45’ Vumbi Bundu. 61’ Morganella. 77’ Baron.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved