un-buon-pareggio-ma-per-la-classifica-non-basta
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
BOXE
6 ore

Il giorno che Mike sbranò le orecchie a Holyfield

25 anni fa su un ring del Nevada Mike Tyson si rese protagonista di un episodio davvero clamoroso
calcio
13 ore

La nazionale femminile demolita dalla Germania

Nella penultima amichevole prima degli Europei le ragazze di Nils Nielsen vengono sconfitte addirittura per 7-0
calcio
13 ore

Il Basilea si aggiudica Zeki Amdouni

Il pezzo pregiato del calciomercato elvetico si accasa ai rossoblù con un prestito biennale con successiva possibilità d’acquisto definitivo
tennis
13 ore

Tennis, la favola di Bellier si conclude contro Bautista Agut

Lo spagnolo elimina l’elvetico nella semifinale del torneo di Maiorca
atletica
14 ore

Us Ascona protagonista nella prima giornata degli Svizzeri

Oro di Gian Vetterli nel lancio del disco, argento di Ajla Del Ponte sui 100 m, bronzo di Emma Piffaretti nel lungo. Mujinga Kambundji da record
nuoto
17 ore

Noè Ponti chiude ottavo nella finale dei 100 delfino

Vince Kristof Milak, mentre Noè crolla nel finale ed è ultimo
ATLETICA
18 ore

Athletissima, si prepara un 200 di grande livello

Presentati i primi nomi della 47esima edizione in programma il 26 agosto. Ma il cartellone definitivo verrà stilato solo dopo Mondiali ed Europei
CALCIO
18 ore

Parte la campagna abbonamenti dell’Fc Lugano

I detentori di una tessera stagionale potranno entrare gratuitamente alla prima partita casalinga di Conference League
CALCIO
19 ore

‘A Lugano per ultimare il mio apprendistato’

Lukas Mai, nuovo difensore centrale dei bianconeri, chiamato a sostituire Maric: ‘La dirigenza mi ha fatto capire di essere davvero interessata a me’
CALCIO
08.05.2022 - 13:19
Aggiornamento : 16:04

Un buon pareggio, ma per la classifica non basta

Il Chiasso fermato sul 2-2 dallo Stade Nyonnais vede allontanarsi ulteriormente Breitenrain e Bellinzona. Vitali: ‘Non sono due punti persi’

di Emiliano Rossi

Che la speranza matematica di poter davvero agguantare la promozione fosse un lumicino, si sapeva. Per il Chiasso, rimontare Breitenrain e Bellinzona sarebbe stata una missione ai limiti dell’impossibile: ora, dopo il pareggio con lo Stade Nyonnais, sarebbe fattibile solo per differenza reti (ovviamente vincendole tutte con quattro sconfitte dei bernesi e anche dei granata), mentre gli avversari non hanno più possibilità matematiche. Ma, in fondo, non è questo che conta. Lo sa bene, mister Vitali. «Il pensiero non era tanto raggiungere il Breitenrain bensì fare il meglio possibile in questa fase finale».

E i suoi sono partiti bene, dimostrando di poter dire la loro anche nei playoff. Al Riva IV si affrontavano terza e quarta, divise da soli 3 punti. Hanno dato vita a una partita di buon livello, con contenuti tattici elevati, dove ciascuna ha messo in difficoltà l’altra e il pari è tutto sommato giusto, anche se ai punti poteva vincere il Chiasso. Se nella sfida di regular season che lo Stade Nyonnais aveva vinto nei recuperi, i rossoblù erano stati attendisti, questa volta hanno deciso di giocarsela a viso aperto. Una prova, l’ennesima, della maturazione dei ragazzi di Vitali. I quali hanno sofferto nei primi 50’, pur trovando per primi il vantaggio con Nivokazi dopo pochi minuti, bravo a sfruttare una punizione di Pavlovic. «Loro hanno buonissimi giocatori, soprattutto davanti. Non a caso sono il miglior attacco», commenta il tecnico.

Gli ospiti infatti hanno preso il controllo del gioco e alla mezz’ora hanno pareggiato con una bella rete acrobatica di Gomes. Il momento complicato per i rossoblù, con la pressione avversaria, è durato paradossalmente sino al nuovo vantaggio, ancora a firma di Nivokazi, servito da capitan Maccoppi. «Stavamo uscendo dal periodo più complesso, abbiamo avuto anche la palla per chiuderla sul 3-1 e non ci siamo riusciti. Poi in contropiede loro hanno di nuovo pareggiato», riassume Vitali. Peccato essersi fatti riacciuffare subito, anche se poi è stata la traversa a dire no a Maurin, a porta vuota dopo aver scartato il portiere.

Ma non sono due punti persi. «Un buon risultato che ci portiamo a casa, loro ci hanno affrontato come si gioca contro una squadra forte, quello che noi abbiamo dimostrato di essere», si inorgoglisce l’allenatore. L’uomo in più, al momento, è Nivokazi, autore di una doppietta. «Ha fatto una buona prova, sono contento per la doppietta e per la generosità che mette sempre in campo. Per il resto, abbiamo pagato qualche infortunio e qualche acciaccato». Un altro sorriso sono certamente i 45’ giocati da Morganella, dopo il grave infortunio.

Chiasso-Stade Nyonnais (1-1) 2-2

Reti: 5’ Nivokazi 1-0. 31’ Gomes 1-1. 52’ Nivokazi 2-1. 58’ Bega 2-2.

Chiasso: Mitrovic; Ambassa, Sörensen (90’ Biancon), Pavlovic (46’ De Queiroz); Stefanovic (46’ Morganella), Alshikh, Maccoppi, Teixeira; Said; Nivokazi, Maurin.

Stade Nyonnais: Brenet; Gazzetta (66’ Sangaré), Strohbach, Baron, Vumbi Bundu; Maroufi, Gaillard, Jaton; Gomes (85’ Séké), Hadji (76’ Bunjaku), Bega.

Arbitro: Qovanaj

Note: 150 spettatori. Ammoniti: 40’ Alshikh. 45’ Vumbi Bundu. 61’ Morganella. 77’ Baron.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
andrea vitali fc chiasso nivokazi stade nyonnais

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved