croci-torti-i-giocatori-mi-seguono-in-maniera-spettacolare
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
ATLETICA
59 min

Svizzera alla caccia di almeno cinque medaglie europee

Scatta lunedì la rassegna continentale di Monaco. Senza Ajla Del Ponte nei 100, ma con Kambundji ed Ehammer tra i favoriti. Obiettivo, migliorare Berlino
ATLETICA
1 ora

Crouser e Lavillenie al Galà dei Castelli

Altri due nomi importanti si aggiungono alla lista dei presenti al meeting del prossimo 12 settembre. Il pesista Usa è fresco di titolo mondiale a Eugene
HOCKEY
3 ore

Seconda sconfitta per la Svizzera U20

Ai Mondiali di Edmonton i giovani rossocrociati sono stati battuti 7-1 dagli Stati Uniti. Quarti di finale appesi alle sfide con Germania e Austria
NUOTO
3 ore

Mityukov, Ugolkova e Mamié in semifinale agli Europei

La ticinese ha ottenuto il 13.mo tempo nei 50 rana. Non ce l’hanno fatta, invece, Julia Ullmann (50 rana) e la staffetta 4x100 quattro stili mista
CHALLENGE LEAGUE
4 ore

L’Acb in cerca di conferme riceve l’Aarau

Impegno da non sottovalutare per i granata, in silenzio stampa fin dopo il match di stasera
CALCIO
16 ore

Il Lugano saluta l’Europa, ma lo fa a testa alta

Buona prestazione dei bianconeri che a Netanya contro il Beer Sheva dominano il primo tempo, sbagliano un rigore e nella ripresa vanno sotto
ginnastica artistica
17 ore

Ginnastica artistica, Svizzera senza argomenti

Una giovane rappresentativa elvetica fuori dalla finale femminile nel concorso completo, concluso al
nuoto
18 ore

Svizzera ai piedi del podio nella staffetta a crawl

Noè Ponti e compagni
bmx
19 ore

Nikita Ducarroz qualificata con il secondo tempo alla finale

Nella Bmx Freestyle soltanto l’inglese Charlotte Worthington fa meglio della ginevrina
05.12.2021 - 19:45
Aggiornamento: 20:48

Croci-Torti: ‘I giocatori mi seguono in maniera spettacolare’

Il tecnico del Lugano soddisfatto dopo il 2-0 al Sion, settimo risultato utile consecutivo a Cornaredo. ‘In casa vogliamo solo vincere’

Dopo il 2-0 inflitto al Sion Mattia Croci-Torti non nasconde la sua soddisfazione, prima ancora che per il risultato, per aver ricevuto le ennesime risposte positive dalla sua squadra… «Facendo la formazione alla vigilia, mi sono accorto che senza gli infortunati Saipi e Celar e scegliendo di lasciare in panchina Hajrizi, gli undici titolari erano praticamente gli stessi giocatori dell’anno scorso, senza nuovi elementi – le parole del “Crus” –. Ero quindi curioso di vedere se c’era stato il cambio di mentalità a livello di atteggiamento e di coraggio, perché da quando ho preso in mano la squadra ho sempre cercato di trasmettere una maggior dedizione al gioco offensivo. E devo dire che ho avuto risposte molto positive, i giocatori hanno messo in pratica in maniera spettacolare tutto quello che ho chiesto loro e questo mi ha dato ulteriore conferma che il gruppo è davvero importante, le persone e le relazioni tra di esse sono fondamentali, spesso ancor più che tutte le altre cose di cui si discute nel calcio come tecnica, tattica, condizione fisica eccetera».

Un ruolo importante sembrerebbe averlo anche il fattore Cornaredo, dove con Croci-Torti alla guida il Lugano non ha mai perso (7 partite Coppa compresa, 5 vittorie e 2 pareggi)… «In particolare quando giochiamo in casa, nella testa dobbiamo avere un solo pensiero, vincere. È questo che mi aspetto dai miei giocatori. Poi a volte per farlo bisogna soffrire, accettare di avere meno la palla e saper interpretare le varie situazioni, ma la voglia di vincere davanti al nostro pubblico non può mai mancare».

A proposito di interpretare le partite, contro i vallesani nella ripresa i bianconeri hanno volutamente abbassato il baricentro e lasciato più spazio agli avversari… «Succede spesso che lo facciamo nel secondo tempo, arretriamo per poi colpire in contropiede, ma è perché conosco i miei giocatori e so che con elementi come Maric dietro e Amoura davanti lo possiamo fare. Peccato solo che finora non siamo quasi mai riusciti a chiudere le partite con il 3-0».

Facchinetti: ‘Oggi gestiamo meglio le partite’

È però bastato il 2-0 di Mickaël Facchinetti (unito al primo vantaggio di Bottani)... «Sono contento del gol, è sempre particolare giocare contro la tua ex squadra, ma quello che conta sono i tre punti, era importante tornare al successo dopo il ko con l’Yb e ancora una volta la squadra ha mostrato carattere – il commento dell’esterno sinistro, che ha vestito per un annetto la maglia biancorossa proprio prima di arrivare a Cornaredo –. Il Sion dall’arrivo di Tramezzani gioca in maniera molto compatta e disciplinata, non è facile giocare quando non si trovano spazi, ma siamo stati bravi ad avere pazienza e fiducia in noi stessi, colpendo al momento giusto. E dimostrando maturità gestendo la ripresa, siamo cresciuti molto, oggi sappiamo gestire le partite molto meglio che in passato».

Il 30enne neocastellano svela poi, spinto dal suo allenatore, un retroscena del suo gol... «Dopo la partita con il Grasshopper il mister mi ha consegnato un foglio che evidenziava come non ero mai entrato nell’area avversaria in tutto il match. Stavolta l’ho fatto...».

Leggi anche:

Lugano invincibile a Cornaredo, superato anche il Sion

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
fc lugano mattia croci-torti mikaël facchinetti
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved