COB Jackets
PIT Penguins
01:00
 
CAR Hurricanes
NY Rangers
01:00
 
COB Jackets
PIT Penguins
01:00
 
CAR Hurricanes
NY Rangers
01:00
 
blatter-sentito-come-testimone-sull-oscuro-mondiale-in-qatar
Keystone
L’oggi 85enne vallesano era già stato interpellato dai magistrati francesi nel 2017
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Gallery
Hockey
2 ore

L’Ambrì Piotta vince in scioltezza a Langnau 

Contro un avversario decimano, i leventinesi s’impongono 4-0. Decima sconfitta consecutiva per i bernesi. Moses di nuovo a segno
Calcio
6 ore

Valon Behrami rescinde con il Genoa

Il 36enne centrocampista ticinese in questa Serie A è sceso in campo con il club ligure solo in dieci occasioni, per un totale di 305 minuti
Calcio
6 ore

Oltre un milione di richieste in 24 ore di prevendita

A ruba la domanda per un biglietto per la fase clou del Mondiale in Qatar. Ben 140mila per la sola finale
CALCIO
7 ore

Irruzione in casa Lindelöf, moglie e figli si nascondono

L’episodio è avvenuto mercoledì, quando il difensore del Manchester United era impegnato in trasferta a Brentford. Domani non giocherà contro il West Ham
CALCIO
7 ore

Il Grasshopper deve fare a meno di Pusic

Il 23enne centrocampista è alle prese con i postumi dell’infezione da Covid
BIATHLON
7 ore

Svizzere nelle retrovie nella 15 km di Anterselva

Il forte vento ha condizionato la gara e nessuna atleta è stata capace di uscire indenne dallo stand di tiro. Amy Baserga ha chiuso al 28esimo posto
BASKET
8 ore

Il Lugano cerca il miracolo contro il Friborgo

Quella che non molto tempo fa era una sfida per il titolo, è diventata una contesa impari. Sam Massagno a Boncourt pensando alla Coppa di Lega
CALCIO
10 ore

Adrian Durrer, obiettivo esordio in Super League

Il ventenne del Lugano, giunto quest’inverno dal Basilea, vuole approfittare dell’occasione per compiere il salto di qualità
26.11.2021 - 16:230
Aggiornamento : 19:19

Blatter sentito come testimone sull’oscuro Mondiale in Qatar

Gli inquirenti francesi ieri e oggi hanno ascoltato a Zurigo l’ex presidente vallesano della Fifa. La polizia conferma le indiscrezioni di Le Monde

a cura de laRegione

C’è anche l’ex presidente vallesano della Fifa Sepp Blatter tra le persone ascoltate dagli inquirenti francesi, che vogliono vederci chiaro sull’oscuro Mondiale di calcio in Qatar, tra scandali vari e sospetti di corruzione. La notizia, anticipata dal quotidiano francese Le Monde, è stata confermata da fonti di polizia. Blatter, oggi ottantacinquenne, è stato sentito ieri e oggi in qualità di testimone nei locali del Ministero pubblico della Confederazione, alla presenza del suo legale, Lorenz Erni, dagli ispettori dell’ufficio francese per la lotta alla corruzione e alle infrazioni finanziarie: questi ultimi vogliono vederci chiaro sull’attribuzione al Qatar del controverso campionato del mondo di calcio, che per la prima volta non si terrà nei mesi estivi, viste le temperature proibitive a giugno e luglio nell’Emirato, ma andrà in scena tra il 21 novembre e il 18 dicembre del 2022.

Blatter era già stato sentito una prima volta dagli inquirenti nel 2017, quando era stata avviata in Francia un’inchiesta preliminare sulle condizioni legate all’assegnazione del massimo torneo calcistico mondiale al Paese che si affaccia sul Golfo persico. Inizialmente, rivela Le Monde, le audizioni si sarebbero dovute svolgere a Parigi, ma Blatter aveva risposto che avrebbe risposto alle domande dei magistrati soltanto se questi fossero venuti in Svizzera: infatti, l’ex numero 1 del pallone praticamente non ha più lasciato la Svizzera dal 2015, da quando la giustizia americana aveva aperto una serie di inchieste giudiziarie contro esponenti di spicco della Fifa in Nord e Sudamerica.

Quel pranzo con Sarkozy e Platini

L’inchiesta aperta in Francia (per «corruzione attiva e passiva») s’interessa in particolare a un pranzo che si sarebbe tenuto il 23 novembre del 2010, a cui avrebbero preso parte il presidente francese dell’epoca, Nicolas Sarkozy, due alti dirigenti qatarioti e l’allora presidente dell’Uefa Michel Platini. Quest’ultimo è sospettato di aver votato in favore del Qatar su richiesta dello stesso Sarkozy, in occasione dell’attribuzione dei Mondiali di calcio il 2 dicembre 2010.

La giustizia s’interessa però anche a un contratto che era stato stipulato prima dell’assegnazione del torneo, in cui venivano accordati alla catena televisiva qatariota Al-Jazeera i diritti televisivi per la diffusione dei campionati del mondo 2018 e 2022 per l’ammontare di 300 millioni di dollari, con un bonus di 100 millioni che sarebbe stato versato alla Fifa nel caso in cui effettivamente il Mondiale di calcio 2022 fosse stato attribuito al Qatar.

CALCIO: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved