DZALAMIDZE N./GOLUBIC V.
0
EIKERI U./MIHALIKOVA T.
2
fine
(2-6 : 1-6)
Losanna
Lakers
19:45
 
Ginevra
Langnau
19:45
 
Friborgo
Kloten
19:45
 
Ajoie
Berna
19:45
 
Bienne
Zurigo
19:45
 
Ambrì
Lugano
19:45
 
Davos
Zugo
19:45
 
Olten
GCK Lions
19:45
 
Visp
Winterthur
19:45
 
Dra.gosier-ga
Sierre
19:45
 
Langenthal
La Chaux de Fonds
19:46
 
CALCIO
07.11.2021 - 13:10
Aggiornamento: 18:35

Il Chiasso sblocca, soffre e nel finale chiude

Altra convincente prestazione dei rossoblù di Andrea Vitali che contro il Black Stars dimostrano di aver messo alle spalle il momento più difficile

di EmilianoRossi
il-chiasso-sblocca-soffre-e-nel-finale-chiude

Continua la striscia vincente del Chiasso di Vitali. Col nuovo tecnico inanella la terza vittoria consecutiva (intervallata dall’ottima prestazione in Coppa col San Gallo) e accorcia sul Bellinzona. Per il mister quella di Basilea col Black Stars è anche la migliore prestazione dei suoi da quando è alla guida, dunque serata da incorniciare!

«Sono stati davvero bravi, nella sfida di oggi c’è stato tutto: determinazione, voglia di soffrire. Sì, posso dire che è stata la migliore, anche se ogni partita è a sé e ha le sue difficoltà specifiche. In questo caso affrontavamo una squadra forte in avanti che però concede qualcosa in difesa», ha riassunto. I numeri del match, con 16 attacchi dei rossoblù contro 6, dato portato da Vitali in fase di commento, la dicono lunga.

C’è voluto comunque più di un tempo per sbloccare la contesa, soprattutto dopo un inizio equilibrato. Prova dell’equilibrio è il fatto che alla prima vera occasione del Chiasso, con Said, ha fatto seguito una dei Black Stars. Nella ripresa i rossoblù hanno alzato il ritmo e il vantaggio è arrivato al 55’ con Farnerud, di nuovo in gol dopo la prodezza di Coppa. Da lì gli ospiti sono stati padroni del campo creandosi numerose occasioni per il raddoppio, la più clamorosa è stata un palo interno colpito di testa da Nivokazi. Come sempre nel calcio, se non segni rischi e Mitrovic si è dovuto superare sull’unica vera chance dei padroni di casa. Poi nel finale l’ha chiusa Maurin. Come settimana scorsa, il Chiasso sblocca, soffre un po’ e raddoppia. Ma Vitali vede più differenze che similitudini: «Oggi abbiamo avuto molte opportunità da gol e anche per sfortuna non abbiamo trovato il 2-0. Ci sta che su cinque o sei azioni poi una la concedi, è stato bravo Miodrag perché il pari sarebbe stato una beffa».

Nel giorno in cui cade il Bellinzona, per il tecnico «era importante dare un segnale di presenza per la classifica e per noi stessi. Per quanto concerne i granata, nessuno vince sempre, tranne in questo momento il Breitenrain, ma prima o poi perderanno anche loro. Il nostro obiettivo è sempre lo stesso: fare la prestazione. Oggi ci siamo riusciti, siamo stati in grado di gestire tutte le situazioni della partita, e credo che diventare sicuri in questo sia l’ultimo passaggio nella crescita. E va detto che le vittorie aggiungono convinzione». Un circolo vizioso dunque positivo per il Chiasso, che rende vero il detto “non c’è due senza tre”.


Black Stars-Chiasso (0-0) 0-2

Reti: 55’ Farnerud 0-1. 83’ Maurin 0-2

Chiasso: Mitrovic; Mazzoletti, Affolter, Pavlovic; Abedini; Teixeira (88’ De Queiroz), Said, Farnerud (76’ Maccoppi), Stefanovic; Correia (75’ Maurin), Nivokazi.

Arbitro: Odiet

Note: 90 spettatori. Ammonito: 49’ Kaufmann.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved