CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Sci
9 min

A Chamonix lo slalom parla svizzero: primo Zenhäusern, 3° Yule

Due svizzeri sul podio dello slalom per la prima volta dal 1978. Fuori il francese Noel, in testa dopo la prima manche. Primo podio greco con Ginnis
IL DOPOPARTITA
13 ore

‘Volevamo questa reazione’. E il Lugano torna decimo

I bianconeri battono lo Zugo per la quarta volta (su quattro) e si riscattano dopo la partitaccia con il Friborgo. Guerra: ‘Ma non è ancora finita’
IL DOPOPARTITA
13 ore

Ambrì ancora beffato. ‘Sono tre punti buttati’

I biancoblù pagano il 2-0 e vengono sconfitti dall’Ajoie nonostante un largo dominio. Chlapik: ‘Usiamo la rabbia per reagire a Zurigo’.
Tennis
14 ore

Davis, dopo il venerdì Svizzera e Germania sull’1-1

Il successo di Hüsler non basta: nulla da fare per Stan Wawrinka nel duello con il numero uno tedesco Alexander Zverev
Hockey
15 ore

Ambrì, una sconfitta che non ci voleva

La compagine biancoblù si è inchinata all’Ajoie davanti ai propri tifosi: all’overtime decide tutto un gol di Frossard.
Hockey
15 ore

Il Lugano rialza la testa a Zugo e torna a casa con tre punti

Gli uomini di Luca Gianinazzi riescono nuovamente a prevalere sui campioni svizzeri: 4-1 il risultato finale alla BossardArena
CALCIO
19 ore

Il nuovo ‘Nacho’ ha sete di riscatto

Dopo un anno difficile sul piano personale e deludente in campo, Ignacio Aliseda è tornato sereno: ‘Voglio mostrare al Lugano tutte le mie qualità’
Formula 1
20 ore

La Ford torna in Formula 1 con la Red Bull

Il costruttore automobilistico statunitense fra tre anni farà ritorno nel Circus che aveva abbandonato nel 2004
CALCIO
13.09.2021 - 18:51
Aggiornamento: 19:27

CR7 tiene a battesimo la Champions dello Young Boys

I gialloneri ospiteranno al Wankdorf un Manchester United che sabato ha ritrovato in Premier il campione portoghese

cr7-tiene-a-battesimo-la-champions-dello-young-boys

È un momento che lo Young Boys sta aspettando da tre anni. La sera del 14 settembre segna il ritorno della squadra bernese nella fase a gironi di Champions League. Primo avversario al Wankdorf, niente mento che il Manchester United. Un appuntamento che ha mandato in fibrillazione i tifosi gialloneri, assolutamente elettrizzati dopo l’annuncio del ritorno all’Old Trafford di Cristiano Ronaldo. Il quale, sabato è stato protagonista di un folgorante rientro in Premier League, con una doppietta nella sfida contro il Newcastle che ha permesso ai Red Devils di mantenere la vetta della classifica con 10 punti in quattro partite (gli stessi di Chelsea e Liverpool).

Dal canto suo, l’Yb ha iniziato il campionato di Super League con qualche inusuale tentennamento, forse dovuto all’importanza delle sfide di qualificazione in Champions League, ma di recente ha ripreso la baldanza di un tempo e sabato ha regolato senza difficoltà la capolista Zurigo con un perentorio 4-0. «Volevamo arrivare alla fase a gironi e abbiamo pianificato l’inizio di stagione proprio per raggiungere quell’obiettivo», ha affermato il tecnico tedesco David Wagner, il successore di Gerardo Seoane. Per lui, subito un impegno prestigioso dopo nemmeno tre mesi alla guida della squadra della capitale... «È una sfida di quelle che fanno piacere, anche a titolo personale», ha affermato il tecnico. Dovrà però fare i conti con un inconveniente non da poco: la probabile assenza del centrale Cedric Zesiger, infortunato. Fuori il difensore fresco di convocazione con la Nazionale di Yakin, Wagner punterà su Ali Camara, che farà coppia con Sandro Lauper nel tentativo di arginare CR7. Lauper era già in campo nel 2018-19, quando lo Young Boys aveva affrontato una prima volta di Red Devils, proprio nella prima giornata (sconfitta 0-3).

Il difensore bernese, per altro, proprio in quell’anno aveva affrontato Cristiano Ronaldo, ai tempi in maglia Juventus, prendendo parte al prestigioso successo 2-1 del 12 dicembre al Wankdorf, vittoria firmata da una doppietta di Hoarau. «Prima della partita sarò probabilmente più nervoso del solito. Cercherò di godermi l’atmosfera una volta giunto allo stadio e di assaporare ogni nota dell’inno di Champions. Da lì in poi, però, sarà una partita come le altre, nella quale rimanere concentrato per poter dare il massimo», ha sottolineato un Lauper privo di timore al momento di affrontare CR7 e il Manchester United.

D’altro canto, lo Young Boys non ha intenzione alcuna di recitare la parte della vittima sacrificale. Punta a un risultato utile, non fosse che un pareggio, comunque in grado di immettere circa un milione di franchi nelle casse del club. Dalla loro, i campioni svizzeri avranno anche l’incitamento di uno stadio tutto esaurito.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved