lugano-c-e-grande-voglia-di-riscatto
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
hockey
43 min

‘Vado a Spokane per inseguire il sogno dell’Nhl’

Dopo cinque anni nelle giovanili dell’Ambrì e il debutto in National League (‘sotto la curva un sogno’), Tommaso De Luca tenta l’avventura nordamericana
STORIE MONDIALI
4 ore

La rivelazione Portogallo e le sue stelle africane

Alla Coppa Rimet del 1966, organizzati e vinti dall’Inghilterra, il mondo scoprì il multietnico calcio lusitano
tennis
9 ore

Stan Wawrinka subito eliminato a Montreal

Il vodese si arrende in tre set 3-6 6-3 3-6 al finlandese Ruusuvuori nel primo turno del torneo canadese
atletica
13 ore

Due podi in Ungheria per Mujinga Kambundji

La svizzera è in forma per gli Europei, come dimostrano il terzo posto sui 100 m e il secondo sui 200 m a Szekesfehervar
MOTOCICLISMO
15 ore

Frattura al tallone per Aleix Espargaro

Lo spagnolo si è infortunato durante le prove della MotoGp del Gp di Gran Bretagna. Ha comunque disputato la gara chiudendo al nono posto
HOCKEY
15 ore

Roman Cervenka un anno di più a Rapperswil

Il ceco, con i Lakers dal 2019, lo scorso anno è stato il miglior realizzatore con 64 punti in 52 partite. Il nuovo contratto scadrà nel 2024
HOCKEY
16 ore

Dopo la sospensione per Covid, riparte il Mondiale U20

La Svizzera di Marco Bayer a Edmonton per riallacciare i fili di una competizione fermata lo scorso dicembre. Presenti i ticinesi Zanetti e Biasca
Tennis
16 ore

Un ticinese campione del mondo di tennis Under 14

Alex Bergomi e i suoi compagni hanno vinto la finale del Mondiale ITF a squadre U14
CALCIO
18 ore

Tre turni di squalifica per Ati Zigi

Il portiere del San Gallo perderà le sfide contro Lucerna, Lugano (Super League) e Rorschach (Coppa) dopo il calcio rifilato sabato alla cavalletta Pusic
MOUNTAIN BIKE
19 ore

Europei giovanili, il successo di Capriasca

Si è chiusa con grande soddisfazione degli organizzatori la rassegna continentale che ha richiamato in Ticino centinaia di biker
Calcio
30.07.2021 - 20:09
Aggiornamento: 21:04
di Daniele Neri

Lugano, c'è grande voglia di riscatto

I bianconeri domenica in trasferta a Ginevra contro il Servette. Mister Braga preannuncia qualche cambio nell'undici titolare rispetto al match d'esordio

C’è voglia di un pronto riscatto in casa bianconera. Dopo la sconfitta patita domenica in casa con lo Zurigo, domenica a Ginevra contro il Servette l'obiettivo è quello di andare a punti. Come la settimana precedente l’ultimo “vero“ allenamento, quello del venerdì, è stato messo in agenda alle 16, allo scopo di meglio abituarsi alle 16.30, l'orario d’inizio dell'incontro dello Stade de Genéve. Il caldo si è fatto sentire, ma l’intensità e l’impegno sono rimasti molto alti. Due i giocatori bianconeri rimasti a margine dell’allenamento, Custodio e Covilo, ambedue alle prese con un leggero infortunio. Tanto che la loro presenza a Ginevra è in dubbio.

Mister Braga si è soffermato sul Servette. «Sarà un match complicato - ha osservato -. Più di quanto sia lecito attendersi. I ginevrini dispongono di ottimo collettivo. Sono una squadra che ha un “telaio” ben rodato, con giocatori che individualmente possono fare la differenza. Tuttavia anche loro avranno le loro preoccupazioni nell’affrontarci».

Potrebbero esserci dei cambi in vista rispetto alla prova d'esordio a Cornaredo? «Qualche nuovo elemento potrebbe anche figurare nella formazione di base, anche se non saranno certo molti i cambi che farò. Muci, per esempio: ha appena 18 anni, non bisogna metterli troppa pressione sulle spalle. In quest'ottica, Abubakar anche psicologicamente è più pronto».

Bottani scalpita

Da molti considerato il migliore in campo contro lo Zurigo, Mattia Bottani, è pronto a ripetere la prestazione fornito all'esordio, pur auspicando che l'esito sia diverso. «Abbiamo perso la prima partita, giocando una buona gara seguendo i dettami del mister. Poi, il calcio è fatto di episodi. Bisogna analizzare a fondo la prestazione, nel modo giusto, e continuare a credere in quello che stiamo facendo. Questa settimana abbiamo intensificato il lavoro sui concetti voluti dal nostro allenatore. Restiamo positivi per lo scontro di domenica».

Il Servette è reduce dalla sconfitta di giovedì, con conseguente eliminazione dalla Conference League. «Siamo all’inizio della stagione. Se gestita bene, questa situazione non dovrebbe essere un peso, per loro. Possiamo però sperare che accusino una flessione a livello mentale, non tanto sul piano fisico».

'Migliorare la presenza in area’

Mister Braga contro lo Zurigo ha schierato Bottani come seconda punta, dandogli molta liberta d’azione. «Ho lo stesso ruolo della scorsa stagione, sono molto libero. Non sono un attaccante, non lo sono mai stato, mi piace svariare su tutto il campo, avere il controllo del pallone. Con i centrocampisti mi trovo a meraviglia. Dobbiamo migliorare la presenza in area di rigore. Forse a volte manca qualcuno, nei sedici, ma sono cose che si affinano con il tempo. In questa stagione abbiamo un baricentro più alto. Intensifichiamo il possesso palla, cercando di verticalizzare costantemente. Il nostro obiettivo è la salvezza, la squadra per raggiungerlo c’è».

Domenica scorsa si è giocato alle 14.15, domenica invece il calcio d'inizio è alle 16.30... «Le 14.15 sono un orario deleterio, non ci vedo proprio nessun vantaggio. Al contrario, c'è il fattore climatico avverso. Inoltre bisogna cambiare il modo di avvicinarsi al match, anticipando tutto. Alle 16.30, per contro, va benissimo. È l'orario al quale siamo abituati». 

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
abel braga fc lugano mister braga servette super league
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved