GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
0
1 set
(1-5)
GIRON M. (USA)
0
NADAL R. (ESP)
0
1 set
(1-5)
moresi-primi-con-merito-quindi-proviamoci
+4
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
7 ore

Supercoppa al Real Madrid, nel segno di Benzema

Il trofeo spagnolo alla 12esima volta alla squadra di Carlo Ancelotti (2-0 all’Athletic Bilbao). Per il francese è il 20esimo titolo con le ‘merengues’
Hockey
8 ore

Moses: ‘Segnare dà la sensazione di essere tornato al lavoro‘

Bella prova dello statunitense. Cereda: ‘Contenti di lui. Siamo vivi, continuiamo a lottare’ 
Volley
10 ore

Lugano, successo in campionato, sconfitta in Coppa

Le ragazze di Salomoni hanno battuto il Franches Montagnes ma negli ottavi di Coppa sono state eliminate dallo Sciaffusa
Hockey
11 ore

Decide un gol di Rajala, e il Lugano mastica amaro

Weekend a secco per i bianconeri di Chris McSorley, beffati nel finale da un tiro del finlandese del Bienne dopo lo scivolone della sera prima a Zugo
Gallery
Calcio
11 ore

Croci-Torti: ‘Amichevole interpretata bene’

Sabato il Lugano ha battuto 3-0 il Vaduz. Il mister bianconero: ‘A Berna Custodio e Sabbatini saranno squalificati, devo cercare delle alternative’
Gallery
tennis
12 ore

Ora a Melbourne è tempo di giocare. Senza Djokovic

La Corte federale ha chiuso la vertenza legata al numero uno al mondo, costretto a lasciare l’Australia. Ora spazio al torneo, senza il suo numero uno
Tennis
12 ore

Caso Djokovic: ‘Credevamo che avrebbe vinto lo sport’

A prendere la parola la famiglia del tennista che, tramite un comunicato, commenta la sua espulsione
SCI ALPINO
13 ore

Rimonta storica per Braathen, podio per Daniel Yule

Il norvegese ha vinto lo slalom di Wengen dopo aver chiuso 29° la prima manche. Secondo posto per il vallesano, clamoroso ‘suicidio’ di Kristoffersen
BASKET
14 ore

Un sogno svanito presto, ma con tante attenuanti

Lugano Tigers eliminati da Neuchâtel nei quarti di finale di Coppa Svizzera, ma la squadra di coach Cabibbo era davvero troppo ‘incerottata’ per reggere
FREESTYLE
15 ore

Rientro vittorioso per Andri Ragettli nello slopestyle

A Font Romeu, il 23enne grigionese è tornato in Coppa del mondo dopo l’infortunio dello scorso mese di marzo al ginocchio sinistro
SCI ALPINO
16 ore

A Corinne Suter la vittoria sfugge per soli quattro centesimi

L’elvetica ha chiuso il superG di Zauchensee alle spalle dell’italiana Brignone. Lara Gut-Behrami si è dovuta accontentare del decimo posto
Tennis
17 ore

Djokovic, l’Australia e la Serbia

Mentre il premier australiano Morrison accoglie positivamente la sentenza, il presidente serbo Vucic si mostra deluso
Tennis
19 ore

‘Sono estremamente deluso, ma rispetterò la sentenza’

Le parole del numero 1 al mondo Novak Djokovic, dopo l’esito della decisione della Corte federale
Tennis
21 ore

Game, set, match: Djokovic sarà espulso dall’Australia

La Corte federale ha respinto il ricorso del tennista n.1 al mondo
Hockey
1 gior

A Zugo per il Lugano non è davvero serata

Quattro reti nel solo secondo tempo, contro un avversario a cui riesce praticamente tutto, segnano le sorti dei bianconeri sul ghiaccio dei campioni
Tennis
1 gior

C’è il ‘rischio di disordini’ se Djokovic resta in Australia

La presenza del tennista potrebbe portare a disordini civili. A dirlo il ministro dell’Immigrazione Hawke, nella memoria presentata oggi in tribunale
Sci
1 gior

Kriechmayr vince, Janka dice addio allo sci

L’austriaco trionfa nella seconda Discesa di Wengen, battendo Feuz, Paris e Odermatt. Grandi emozioni anche per l’ultima discesa di Carlo Janka
Calcio
26.06.2021 - 12:180

Moresi: ‘Primi con merito, quindi proviamoci’

Impegnato oggi a Cornaredo contro l’Hergiswil il Team Ticino U21 capolista del gruppo 4 cerca il successo che vale la promozione in Prima Lega

 

Primo posto, con 25 punti in 12 partite, uno in più del Taverne e dell’Hergiswil, di scena a Cornaredo oggi alle 18 per l'ultima giornata del campionato di Seconda Interregionale. Ebbene sì, il Team Ticino Under 21, attuale capolista del gruppo 4, è a tre passi (o tre punti) dalla promozione in Prima Lega, traguardo che non era stato inserito nei piani di inizio stagione. Tuttavia, non sempre i piani studiati a tavolino trovano il conforto del campo che funge da banco di prova, anche in senso positivo. Il campionato del Team Ticino U21 è stato superiore alle attese, sul piano dei risultati. Ne consegue che la compagine allenata da Ludovico Moresi e Dario Rota, con la supervisione di Cao Ortelli, si è meritata di giocarsi tutto in una partita con lo scopo - a questo punto legittimamente svelato - di centrare la promozione. Come è giusto che sia nello sport agonistico finalizzato (anche) al conseguimento del risultato.  «È una bella occasione che ci siamo guadagnati - commenta l’allenatore Ludovico Moresi -, cercheremo di sfruttarla al massimo, pur restando molto sereni».

Non era nei piani

Nei piani di inizio stagione c'era il consolidamento di una squadra molto giovane nella realtà del campionato dei “grandi”. Ciò significa che il Ticino ha ottenuto risultati superiori alle attese. «Diciamo che questo primo posso non era assolutamente nei piani. La nostra è una situazione nuova, con tante cose da sistemare, nella gestione complicata dei ragazzi con le rispettive prima squadre. Tutta una serie di questioni che abbiano cercato di sistemare. I risultati sono oltre le aspettative, tant’è che a una giornata dalla fine siamo primi e abbiamo uno scontro diretto molto, ma molto interessante: vincendolo, saremmo certi della promozione».

Questa opportunità la siamo guadagnata 

Una bellissima sensazione, da vivere con la consapevolezza dei forti, di quelli che in testa al girone ci sono arrivati con merito e che faranno tutto quanto possono per fare il salto di categoria. «Adesso che ci ritroviamo qui, diciamo tutti con convinzione “proviamoci, a questo punto saliamo”. A questi livelli, nello sport l'obiettivo è quello di vincere. L'opportunità l’abbiamo e ce la siamo guadagnata, ora sta a noi sfruttarla».

La classifica è stretta, sono quattro le compagini ancora chiamate in causa dai giochi di promozione. Il Taverne, secondo a pari merito con lo stesso Hergiswil (gioca in casa contro il Perlen/Buchrain), l’Emmebrücke (23 punti), di scena a Ibach. È un campionato  metà, si spiega così l’equilibrio là davanti. Ci sono squadre anche più attrezzate della nostra, o attrezzate per vincere, a differenza nostra che pratichiamo tutto un altro tipo di calcio. a mio avviso la squadra più forte che ho visto, senza alcun dubbio, è l’Emmenbrücke, compagine costruita per una categoria superiore, perché gioca a calcio, palla a terra, ha giocatori forti in tutti i reparti. Ê la squadra che complessivamente meriterebbe la promozione più di tutte. Fosse stato un campionato intero, credo che l’avrebbe vinto. Con il senno di poi, averli battuti (a fine settembre, ndr) ha fatto la differenza tra il nostro primo e il loro terzo posto. Le altre, Hergiswil compreso, sono formazioni tipiche della realtà della Seconda Interregionale con giocatori esperti, di categoria, concrete, ben organizzate difensivamente, con un calcio molto pratico, solido. Fortunatamente, pur potendo ancora vincere il campionato, l’Emmebrücke è dietro. Noi facciamo un discorso molto diverso da quello delle rivali. Facciamo un discorso formativo, con un'idea che prevede che si badi più al modo di giocare a calcio che al risultato. Il quale risultato poi, altro non è che la conseguenza del nostro gioco. Il primo posto è la certificazione che abbiamo svolto un buon lavoro. È la certificazione della validità dei nostri ragazzi , giovani di prospettiva, in rampa di lancio. In questa categoria ci sono giocatori che scendono da ambiti superiori per non essere riusciti a sfondare, o che qui si sono fermati, perché il loro livello è questo. Per i nostri ragazzi, invece, questo è un bel punto di partenza: potersi giocare una promozione all’ultima giornata è un’esperienza assolutamente stimolante».

In caso di arrivo a pari punti, il ‘fair play’

Con quattro squadre ancora coinvolte, bisogna badare ai punti e, in caso di parità, al coefficiente del fair play. «Noi siamo messi male, lo stesso vale per l’Hergiswil. Le squadre messe meglio da questo punto di vista sono Taverne e Emmenbrücke. Un pareggio a noi potrebbe non bastare. Nessuno però può fare calcoli o speculazioni. Il Team Ticino però una sicurezza ce l’ha, ed è il punto in più in classifica: noi abbiamo il destino nelle nostre mani, le altre devono comunque sperare in un passo falso (il Taverne otterrebbe una promozione quasi certa vincendo l’ultima, a patto che il Team Ticino non vinca, ndr).

Nello scorso weekend il Team Ticino ha difeso il primato sbancando Sarnen (ultimo in classifica con soli 4 punti) con uno striminzito 1-0. «Abbiamo tenuto la palla dall’inizio alla fine, abbiamo tentato in tutti i modi di segnare, ma ci siamo riusciti una sola volta. Loro sono una squadra di una o due categorie inferiori. Non volevano fare brutte figure, per loro era l'ultima in casa, erano reduci da una pesante scoppola con 7 reti sul groppone, faceva molto caldo. Avremmo potuto dilagare, ma alla fine eravamo “cotti anche noi. È la fine di una stagione anomala,  è stata dura gestire bene le forze. I nostri ragazzi non erano neanche abituati a giocare così tante partite, ne abbiamo disputate veramente molte. Diciotto partite con le altre Under 21, un torneo molto interessante che ha permesso ai ragazzi di crescere, poi le tredici del campionato, per un totale di trentuno partite contro le ventisei previste da una stagione normale».

CALCIO: Risultati e classifiche

Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved