DJOKOVIC N. (SRB)
0
AUGER-ALIASSIME F. (CAN)
1
2 set
(3-6 : 0-2)
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CICLISMO
3 ore

Evenepoel iridato di prepotenza

Arriva anche il titolo mondiale nella stagione strepitosa del giovane belga
Calcio
4 ore

La vittoria contro il Basilea lancia definitivamente il Chiasso

Contro l’U21 renana decide il gol di Manicone al decimo della ripresa e settimana prossima c’è la capolista Stade Nyonnais
tennis
4 ore

Stan Wawrinka fuori in semifinale a Metz

Il vodese costretto al forfait dopo 17 minuti del penultimo atto contro Bublik, per un problema alla coscia
MOTOMONDIALE
5 ore

MotoGp, vince Miller, Quartararo ottavo, Bagnaia a terra

L’australiano della Ducati ha terminato la gara nipponica davanti a Binder e Martin. Il francese allunga in vetta al Mondiale
NATIONS LEAGUE
17 ore

Svizzera corsara, successo storico in Spagna

Dominando nel primo tempo e soffrendo nella ripresa, i rossocrociati trovano tre punti importantissimi: a segno Akanji ed Embolo
Hockey
17 ore

Il Lugano accelera ma non decolla

Buona prestazione dei bianconeri che però soccombono anche al Losanna
Hockey
18 ore

Ambrì, la prima sconfitta sotto gli occhi di McCourt

In vantaggio di un gol fino al 49’, i biancoblù di Cereda beffati da un Ginevra Servette che aggancia il capolista Bienne grazie a due gol in un minuto
CALCIO
22 ore

Rossocrociati in Spagna pensando già al Qatar

La nazionale Svizzera affronta stasera le Furie rosse per la Nations League
CICLISMO
1 gior

Le speranze mondiali dell’emergente Mauro Schmid

Domani a Wollongong, in Australia, in palio il titolo iridato della corsa in linea
TENNIS
1 gior

La notte dei sorrisi (e delle lacrime) che non scorderemo mai

A Londra, nel torneo da lui stesso ideato, King Roger ha chiuso una carriera irripetibile. Federer nell’Olimpo come Muhammad Ali e Michael Jordan.
HOCKEY
1 gior

Un ottimo tempo non basta, Lugano kappaò a Ginevra

Alle Vernets seconda sconfitta in tre partite per i bianconeri, nella sera del debutto di Connolly. ‘Dobbiamo capire il power-play cos’ha che non va’.
HOCKEY
1 gior

Ambrì, la fuga, il rilassamento e il sollievo

Dopo un avvio strepitoso i biancoblù lasciano rientrare in partita l’Ajoie, ma all’overtime riesce a trovare la quarta vittoria di fila, grazie a Virtanen
HCL
1 gior

Il Lugano fermato a Ginevra, nonostante un ottimo primo tempo

Nella loro prima trasferta stagionale bianconeri battuti alle Vernets nella sera del debutto di Connolly. Le due reti ticinesi firmate da Granlund e
HCAP
1 gior

L’Ambrì sbanca Porrentruy

I biancoblù infilano la quarta vittoria consecutiva, vincendo in terra giurassiana dopo il supplementare per 5-4
Tennis
1 gior

A Metz Wawrinka batte anche Ymer: è semifinale

Il giorno dopo aver eliminato dal torneo francese il numero 4 al mondo, il vodese riesce a buttar fuori anche il numero 100: finisce 6-4 4-6 7-6
Football americano
1 gior

Super Bowl: la Apple si beve la Pepsi

L’accordo pluriennale entrerà in vigore a partire dalla prossima edizione della finalissima di campionato di National Football League
ATLETICA
1 gior

Al MilLe Gruyère i ticinesi a caccia di un posto al Weltklasse

Domani a Ginevra saranno i giovani mezzofondisti a chiudere le finali nazionali di Swiss Athletics, e per i rossoblù quest’edizione sembra promettere bene
Calcio
26.06.2021 - 12:18

Moresi: ‘Primi con merito, quindi proviamoci’

Impegnato oggi a Cornaredo contro l’Hergiswil il Team Ticino U21 capolista del gruppo 4 cerca il successo che vale la promozione in Prima Lega

moresi-primi-con-merito-quindi-proviamoci
+4

 

Primo posto, con 25 punti in 12 partite, uno in più del Taverne e dell’Hergiswil, di scena a Cornaredo oggi alle 18 per l'ultima giornata del campionato di Seconda Interregionale. Ebbene sì, il Team Ticino Under 21, attuale capolista del gruppo 4, è a tre passi (o tre punti) dalla promozione in Prima Lega, traguardo che non era stato inserito nei piani di inizio stagione. Tuttavia, non sempre i piani studiati a tavolino trovano il conforto del campo che funge da banco di prova, anche in senso positivo. Il campionato del Team Ticino U21 è stato superiore alle attese, sul piano dei risultati. Ne consegue che la compagine allenata da Ludovico Moresi e Dario Rota, con la supervisione di Cao Ortelli, si è meritata di giocarsi tutto in una partita con lo scopo - a questo punto legittimamente svelato - di centrare la promozione. Come è giusto che sia nello sport agonistico finalizzato (anche) al conseguimento del risultato.  «È una bella occasione che ci siamo guadagnati - commenta l’allenatore Ludovico Moresi -, cercheremo di sfruttarla al massimo, pur restando molto sereni».

Non era nei piani

Nei piani di inizio stagione c'era il consolidamento di una squadra molto giovane nella realtà del campionato dei “grandi”. Ciò significa che il Ticino ha ottenuto risultati superiori alle attese. «Diciamo che questo primo posso non era assolutamente nei piani. La nostra è una situazione nuova, con tante cose da sistemare, nella gestione complicata dei ragazzi con le rispettive prima squadre. Tutta una serie di questioni che abbiano cercato di sistemare. I risultati sono oltre le aspettative, tant’è che a una giornata dalla fine siamo primi e abbiamo uno scontro diretto molto, ma molto interessante: vincendolo, saremmo certi della promozione».

Questa opportunità la siamo guadagnata 

Una bellissima sensazione, da vivere con la consapevolezza dei forti, di quelli che in testa al girone ci sono arrivati con merito e che faranno tutto quanto possono per fare il salto di categoria. «Adesso che ci ritroviamo qui, diciamo tutti con convinzione “proviamoci, a questo punto saliamo”. A questi livelli, nello sport l'obiettivo è quello di vincere. L'opportunità l’abbiamo e ce la siamo guadagnata, ora sta a noi sfruttarla».

La classifica è stretta, sono quattro le compagini ancora chiamate in causa dai giochi di promozione. Il Taverne, secondo a pari merito con lo stesso Hergiswil (gioca in casa contro il Perlen/Buchrain), l’Emmebrücke (23 punti), di scena a Ibach. È un campionato  metà, si spiega così l’equilibrio là davanti. Ci sono squadre anche più attrezzate della nostra, o attrezzate per vincere, a differenza nostra che pratichiamo tutto un altro tipo di calcio. a mio avviso la squadra più forte che ho visto, senza alcun dubbio, è l’Emmenbrücke, compagine costruita per una categoria superiore, perché gioca a calcio, palla a terra, ha giocatori forti in tutti i reparti. Ê la squadra che complessivamente meriterebbe la promozione più di tutte. Fosse stato un campionato intero, credo che l’avrebbe vinto. Con il senno di poi, averli battuti (a fine settembre, ndr) ha fatto la differenza tra il nostro primo e il loro terzo posto. Le altre, Hergiswil compreso, sono formazioni tipiche della realtà della Seconda Interregionale con giocatori esperti, di categoria, concrete, ben organizzate difensivamente, con un calcio molto pratico, solido. Fortunatamente, pur potendo ancora vincere il campionato, l’Emmebrücke è dietro. Noi facciamo un discorso molto diverso da quello delle rivali. Facciamo un discorso formativo, con un'idea che prevede che si badi più al modo di giocare a calcio che al risultato. Il quale risultato poi, altro non è che la conseguenza del nostro gioco. Il primo posto è la certificazione che abbiamo svolto un buon lavoro. È la certificazione della validità dei nostri ragazzi , giovani di prospettiva, in rampa di lancio. In questa categoria ci sono giocatori che scendono da ambiti superiori per non essere riusciti a sfondare, o che qui si sono fermati, perché il loro livello è questo. Per i nostri ragazzi, invece, questo è un bel punto di partenza: potersi giocare una promozione all’ultima giornata è un’esperienza assolutamente stimolante».

In caso di arrivo a pari punti, il ‘fair play’

Con quattro squadre ancora coinvolte, bisogna badare ai punti e, in caso di parità, al coefficiente del fair play. «Noi siamo messi male, lo stesso vale per l’Hergiswil. Le squadre messe meglio da questo punto di vista sono Taverne e Emmenbrücke. Un pareggio a noi potrebbe non bastare. Nessuno però può fare calcoli o speculazioni. Il Team Ticino però una sicurezza ce l’ha, ed è il punto in più in classifica: noi abbiamo il destino nelle nostre mani, le altre devono comunque sperare in un passo falso (il Taverne otterrebbe una promozione quasi certa vincendo l’ultima, a patto che il Team Ticino non vinca, ndr).

Nello scorso weekend il Team Ticino ha difeso il primato sbancando Sarnen (ultimo in classifica con soli 4 punti) con uno striminzito 1-0. «Abbiamo tenuto la palla dall’inizio alla fine, abbiamo tentato in tutti i modi di segnare, ma ci siamo riusciti una sola volta. Loro sono una squadra di una o due categorie inferiori. Non volevano fare brutte figure, per loro era l'ultima in casa, erano reduci da una pesante scoppola con 7 reti sul groppone, faceva molto caldo. Avremmo potuto dilagare, ma alla fine eravamo “cotti anche noi. È la fine di una stagione anomala,  è stata dura gestire bene le forze. I nostri ragazzi non erano neanche abituati a giocare così tante partite, ne abbiamo disputate veramente molte. Diciotto partite con le altre Under 21, un torneo molto interessante che ha permesso ai ragazzi di crescere, poi le tredici del campionato, per un totale di trentuno partite contro le ventisei previste da una stagione normale».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved