laRegione
jacobacci-difficile-non-pensare-al-virus-ma-dobbiamo-provarci
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
12 ore

‘Forse siamo una piccola squadra, ma con un grande cuore’

Il portiere Noam Baumann e l'allenatore Maurizio Jacobacci celebrano la vittoria del Lugano sulla capolista San Gallo: 'Bravi, ma dobbiamo rimanere umili'
Calcio
14 ore

Il Lugano piega la capolista e vola al secondo posto

Grazie a un gran primo tempo a una ripresa in trincea i bianconeri superano 1-0 (in gol Lavanchy) il San Gallo firmando il 14esimo risultato utile consecutivo
Calcio
17 ore

Salvatore Guarino, una vita sulla fascia

Il 31enne di Sorengo ripercorre la sua carriera calcistica tra sfide, successi e difficoltà, dagli esordi a Lugano fino all'attuale avventura con l'Acb
GALLERY
Hockey
1 gior

Zaccheo Dotti: 'Dovremmo riuscire noi a fare il primo gol'

All'Ambrì non sono bastati i passi avanti rispetto a martedì. 'In powerplay o a 5 contro 5 le reti devono arrivare', spiega il difensore biancoblù
Hockey
1 gior

'La 'bolla'? Dovesse ricapitarci, sappiamo cosa ci aspetta'

Per Serge Pelletier l'esperienza degli scorsi giorni non è stata tutta negativa. 'Abbiamo dimostrato che si può tornare subito vincenti'
Gallery
Hockey
1 gior

Il Lugano ricomincia con due punti: Davos k.o. all'overtime

Alla Cornèr Arena Arcobello risolve tutto nel prolungamento, e i bianconeri inaugurano il post-quarantena con una vittoria
Hockey
1 gior

L'Ambrì resiste metà partita ma è costretto ancora alla resa

Seconda sconfitta consecutiva per i biancoblù contro i vodesi, nuovamente trascinati da Malgin e Bertschy. Leventinesi traditi dal power-play
Calcio
16.10.2020 - 17:160
Aggiornamento : 17:34

Jacobacci: 'Difficile non pensare al virus, ma dobbiamo provarci'

Il tecnico del Lugano per la trasferta di domani a Vaduz ha dovuto fare delle scelte: Bottani non convocato, Osigwe titolare nonostante il rientro di Baumann

Dopo la pausa dedicata alle nazionali, si torna a giocare anche in Super League. E per certi versi è già una notizia, non a caso l'allenatore del Lugano Maurizio Jacobacci non è solo preoccupato per la partita di campionato che oggi al Rheinpark (ore 19) opporrà la sua squadra alla matricola Vaduz, ma anche per la difficile situazione legata al forte aumento dei contagi da Covid-19... «Un aumento rapido e preoccupante – esordisce il tecnico bianconero durante la conferenza stampa della vigilia –. Dobbiamo cercare di concentrarci sulla partita che ci attende e non farci terrorizzare da questo virus, anche se evidentemente tutto questo non ci lascia tranquilli. Ci si pensa, anche inconsciamente. Può darsi che la pandemia blocchi nuovamente tutto, sarebbe un grande dispiacere, da diversi mesi stiamo facendo delle cose belle e fermarsi sarebbe un duro colpo».

Sulla partita con la squadra del Principato (1 punto in 3 partite contro i 5 raccolti dai ticinesi), l'allenatore bernese potrà contare su tutta la rosa, compreso l'ultimo arrivato Mickaël Facchinetti, che ha completato il mosaico bianconero. In settimana sono rientrati i giocatori dalle rispettive nazionali e anche i due infortunati Bottani e Baumann si sono allenati regolarmente. Questo ha obbligato Jacobacci a operare delle scelte... «Purtroppo tre giocatori della rosa (lo stesso Bottani, Macek e Monzialo, ndr) non intraprenderanno la trasferta. Sono dispiaciuto di questo ma a Vaduz posso portare solo 18 giocatori. In porta giocherà ancora Osigwe, ha fatto molto bene e Baumann dopo un lungo stop non è ancora pronto per giocare, ha nelle gambe una sola settimana d’allenamento. Resta il fatto che Noam rimane il titolare e Osigwe il numero due».

In attacco potrebbe esordire il nuovo arrivato, l’attaccante danese Jens Odgaard (21 anni)? «Le possibilità ci sono, si è allenato molto bene. Ha fisicità, tecnicamente è molto valido, cerca sempre il fraseggio con i compagni e con Gerndt si trova a meraviglia. Sottoporta si fa valere e anche di testa può far male. Abbiamo giocatori importanti che scalpitano (Lungoyi e Ardaiz), per cui se dovesse partire titolare, è perché se lo merita».

Che avversario vi troverete di fronte? «Sarà come sempre una partita difficile, contro una squadra solida, con dei giocatori validi, vedi Sutter, Cicek e Milinceanu. Sono bravi nelle palle inattive e pericolosi nelle ripartenze. Però giocando in trasferta non possiamo farci sorprende. È una partita importante che non vogliamo assolutamente sbagliare».

CALCIO: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved