laRegione
Nuovo abbonamento
renzetti-bene-ma-la-tensione-rimane-per-la-prossima-stagione
CALCIO
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
3 ore

Playoff Nhl, Kukan e compagni avanzano

I Columbus Blue Jackets vincono la 'bella' contro i Maple Leafs e accedono agli ottavi di finale. Dove affronteranno i Tampa Bay Lightning
Gallery
Hockey
13 ore

Successi a rigor di logica, ma siamo solo all'inizio

Ambrì Piotta e Lugano reduci dai vittoriosi test con i Ticino Rockets. Cereda: ‘Calati alla distanza, ma è normale’. Pelletier: 'C'è spazio per tutti, poi sceglieremo’
Formula 1
15 ore

Verstappen diverte tutti

L'olandese della Red Bull è giovane ma è già un abile stratega. Decisiva la scelta di un solo cambio gomme. Battute le Mercedes di Hamilton e Bottas
Calcio
16 ore

Young Boys in finale di Coppa Svizzera

I campioni svizzeri sconfiggono 3-1 il Sion di Paolo Tramezzani. Vallesani in dieci dal 35' per l'espulsione di Zock
Atletica
17 ore

Titolo svizzero U20 per Emma Piffaretti nell'eptathlon

Ai Campionati nazionali di Langenthal la 18enne ticinese dell'Us Ascona ha stabilito il nuovo record ticinese con 5'308 punti
Gallery
Tennis
17 ore

Interclub di Lna, Chiasso campione svizzero

Trascinata da Susan Bandecchi e Belinda Bencic, la squadra di Pedro Tricerri bissa il titolo dello scorso anno: Grasshopper sconfitto 4-3
Formula 1
17 ore

Verstappen batte le Mercedes

A Silverstone, teatro della gara che ha celebrato il 70esimo della F1, l'olandese ha preceduto Lewis Hamilton e Valtteri Bottas
Motociclismo
19 ore

Moto2, Lüthi soltanto 17esimo a Brno. In MotoGp vince Binder

Nel Gran Premio della Repubblica Ceca il pilota bernese è scattato dalla 26esima posizione. Per il sudafricano una bella 'prima' nella categoria regina
Calcio
31.07.2020 - 23:220

Renzetti: 'Bene, ma la tensione rimane per la prossima stagione'

Jacobacci: 'La squadra merita un grande applauso, abbiamo trovato il giusto equilibrio in una situazione complicata. Maric: 'Bravo anche lo staff tecnico'

Festeggia ma non troppo, il presidente Angelo Renzetti dopo la salvezza (la quinta consecutiva) conquistata grazie al 3-1 sul Servette.

«Ogni anno è molto difficile perché si passa dall'Europa League al rischio di retrocedere, per cui mentalmente non è facile - le parole del numero uno bianconero -. A livello di classifica peccato per qualche punto buttato via strada facendo, ma va bene così. La tensione in ogni caso rimane perché il prossimo campionato inizia presto (l'11 settembre, ndr) e abbiamo poco tempo per prepararlo e per operare delle scelte complicate, in quanto l'aspetto economico con la pandemia sta prendendo il sopravvento e le prospettive non sono rosee. Ci proveremo, anche se come detto non è facile farlo in queste condizioni, non sappiamo nemmeno precisamente il budget per la prossima stagione, senza contare che abbiamo accumulato diversi debiti in questo periodo. E poi c'è il mercato, che sarà complesso a livello internazionale. Ho comunque un quadro piuttosto chiaro e questo mi aiuta a rimanere sereno. E di certo non mollo».

Decisamente soddisfatto il tecnico Maurizio Jacobacci... «Ci tengo a ringraziare il gruppo per tutto quello che ha fatto in questo periodo, non era facile - sottolinea il 57enne bernese -. Anche chi ha giocato meno, anzi loro hanno aiutato a tenere alta la tensione necessaria per raggiungere questo obiettivo. E tanto merito va anche al presidente, che ha creato questo gruppo e il quale ci mette sempre tanta passione senza la quale tutto questo non sarebbe possibile. Dal mio punto di vista sono fiero di far parte a mia volta di questa squadra e io assieme al mio staff siamo stati bravi a toccare i tasti giusti (in particolare durante la lunga pausa) per creare un ambiente sano e solido (sia dal punto di vista mentale sia fisico). Dal mio arrivo a Lugano (lo scorso ottobre al posto dell'esonerato Celestini, ndr) non ho dato nulla per scontato, mi sono messo in gioco e ho cercato sì di far migliorare i miei giocatori trasmettendo loro la mia esperienza, ma anche di migliorare io stesso. Ed è quello che è successo».

«Confermo quanto detto dal mister sottolineando proprio il lavoro psicologico dello staff tecnico, che in questi mesi molto complicati ha saputo adattarsi e in un certo senso proteggerci da tutto - afferma Mijat Maric, uno dei pilastri della compagine ticinese -. Jacobacci ha capito subito l'alchimia della squadra trovando il giusto equilibrio che forse fino a quel momento ci mancava, portando al massimo la fiducia in noi stessi. E lo si è visto anche da fatto che pure i giocatori che hanno giocato meno si sono sempre fatti trovare pronti, la squadra cambiava ma rendeva ugualmente e questo non è scontato. Quindi un applauso lo dobbiamo fare noi al mister e al suo staff».

CALCIO: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved