BOCCE

Il presidente Cassina ha dimissionato, ora si faccia chiarezza

Facile intuire che le ragioni siano legate ai recenti avvenimenti che hanno interessato la Nazionale di bocce

6 settembre 2023
|

Le immediate (inaspettate?) dimissioni da presidente della Federazione svizzera di bocce, inoltrate martedì mattina da Giuseppe Cassina, stanno destando nell’intero movimento un certo scalpore. Nel suo breve comunicato, Cassina non accenna ad alcun tipo di delucidazione in merito, ma non è difficile ricondurre ai recenti accadimenti avvenuti in seno alla Nazionale maggiore (dimissioni di sette giocatori prima ed esonero del coach Luca Rodoni in seguito) i motivi pregnanti di questa sua drastica decisione.

Gli subentra, in attesa della nomina di un nuovo presidente, la vicepresidente Teresina Quadranti. A questo punto però i restanti membri del Comitato centrale Fsb qualche chiarimento devono darlo. E cioè: spieghino ai tesserati per filo e per segno il perché e il percome si è arrivati a tutto ciò. Non risultano evidenti, per esempio, i motivi che hanno portato alle dimissioni di sette giocatori della Nazionale maggiore e neanche quelli che hanno determinato l’esonero del coach. Per il bene del movimento boccistico è arrivato il momento di fare chiarezza, senza se e senza ma. In poche parole: che ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE