SPORT AWARD

Sono Lara Gut Behrami e Marco Odermatt gli sportivi dell’anno

Per il nidvaldese è la terza volta di fila, per la ticinese la seconda dopo quella del 2016. ‘Ringrazio i miei genitori, sono loro ad avermi fatto sciare’

In sintesi:
  • Un vero plebiscito il successo del ventiseienne di Buochs: addirittura il 49,35% dei voti
  • Battuti Giger e Ehammer, e tra le donne Reusser e Ditaji Kambundji
Di rientro da St. Moritz, la ticinese è apparsa in collegamento tivù
(Keystone)
10 dicembre 2023
|

Sono Lara Gut Behrami e Marco Odermatt gli sportivi svizzeri dell’anno. Questo l’esito della cerimonia degli Sports Awards 2023, andata in scena negli studi Srf di Zurigo. La ticinese, al suo secondo trionfo dopo quello ottenuto nel 2016, ha totalizzato il 32,3% delle preferenze, lasciandosi alle spalle la seconda classificata, ovvero la ciclista Marlen Reusser, che s'è fermata al 18,2% dei voti, mentre la sorellina di Mujinga Kambundji, Ditaji, si è dovuta accontentare del 15,1%. Alle loro spalle si sono piazzate le altre tre finaliste, ovvero la citata Mujinga Kambundji, Jasmine Flury e Mathilde Gremaud. «Si ringraziano sempre molte persone, ma stavolta voglio dire grazie ai miei genitori, perché sono stati loro ad avermi fatto iniziare a sciare» dice la ticinese, in collegamento televisivo, di rientro da St. Moritz. «Quand’ero bambina trovavano sempre il tempo per me e per mio fratello: non c’era la televisione, non c’era l’iPad, ci portavano a fare sport. Ed è quello che auguro anche ai bambini di oggi».

Al maschile, anche stavolta è stato un vero plebiscito per Marco Odermatt, che senza troppa sorpresa ha festeggiato il suo terzo trionfo di fila, ottenendo addirittura il 49,3 dei suffragi, staccando quindi nettamente il lottatore Samuel Giger (15,4%) e un Simon Ehammer, che s’è dovuto accontentare del 13,2% dei voti. Nulla da fare, invece, per gli altri finalisti Jason Joseph, Nino Schurter e l’astro nascente del freestyle Andri Ragettli.

Quanto agli altri premi, quello dell’Mvp del 2023 è stato attribuito al calciatore Manuel Akanji, quello di miglior allenatore a Thomas Stauffer (sci alpino), alla Nazionale femminile di tennis (vincitrice della Billie Jean King Cup) e a Marcel Hug, designato per la nona volta atleta paralimpico dell’anno.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE