Altri sport

Olimpiadi in Svizzera? Si può fare. Parola di Viola Amherd

La consigliera federale vede di buon occhio il possibile ritorno nel nostro Paese dei Giochi invernali, già ospitati due volte (entrambe a St. Moritz)

Aspettando i Cinque cerchi
(Keystone)
21 luglio 2023
|

La ministra dello Sport Viola Amherd è favorevole a ospitare in futuro i Giochi olimpici invernali in territorio elvetico. Stando a un portavoce, sarebbe pronta ad accogliere l'evento sportivo internazionale in maniera sostenibile e su misura per la Svizzera.

«Il nostro è un Paese appassionato di sport, che ospita numerosi grandi eventi nazionali e internazionali», ha indicato oggi Renato Kalbermatten, capo della comunicazione del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport, a Keystone-Ats, confermando quanto riportato dalle testate di Tamedia.

«La consigliera federale è convinta che un grande evento internazionale possa avere risvolti positivi e duraturi, sia in ambito sociale che economico», ha sottolineato Kalbermatten.

Stando a una comunicazione interna dell'Associazione Olimpica Svizzera (Swiss Olympic), la numero uno del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport sarebbe favorevole a una nuova candidatura per i Giochi invernali.

Al momento, tuttavia, non vi sono informazioni o decisioni ufficiali sulla possibile candidatura svizzera. Kalbermatten non ha voluto commentare eventuali progetti o contributi federali in tal senso.

Negli ultimi 35 anni, la Svizzera ha tentato di aggiudicarsi il prestigioso evento ben 8 volte, senza però mai riuscirci. Il Paese ha finora organizzato i Giochi olimpici invernali in due occasioni e sempre a St. Moritz: nel 1928 e, per l'ultima volta, nel 1948.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE