SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Basket
10 min

Lebron James supera Kareem

Il giocatore dei Lakers ha stabilito il nuovo record di punti segnati nella storia della Nba
Calcio
20 min

Addio a ‘Ciro’ Blazevic

A lungo protagonista nel calcio svizzero come giocatore e allenatore, guidò la Croazia allo strepitoso 3° posto mondiale nel ’98
Calcio
13 ore

Flamengo nel pallone, Al Hilal in finale

La formazione saudita batte 3-2 i brasiliani e approda all’atto decisivo del Mondiale per club, dove sfiderà il Real o gli egiziani dell’Al Ahly
HOCKEY
14 ore

Gdt Bellinzona, è ancora tempo di emozioni

Dopo la semifinale di Coppa persa contro il Martigny, che quel trofeo l’ha poi vinto, da giovedì spazio alla magia playoff. ‘C’è il livello per salire’
Salto con gli sci
17 ore

Mondiali, Simon Ammann ci sarà

Il ‘Folletto del Toggenburgo’ farà parte del contingente rossocrociato per le gare iridate di Planica, previste dal 21 febbraio al 5 marzo
Atletica
17 ore

Moggi e Petrucciani da record a Macolin

I due ticinesi dell’Lcz tra i grandi protagonisti nel weekend, ma da segnalare ci sono anche i due primati di categoria stabiliti da Laura Torino Imberti
COSE DELL'ALTRO MONDO
17 ore

Una squadra in Europa? No, meglio quattro

La Nfl sta pensando di sbarcare sul Continente con un’intera division. Un’idea che non andrà in porto prima di un decennio, viste le molte incognite
Sci
18 ore

Lara a difesa del suo titolo iridato

In programma mercoledì a Méribel il superG femminile, con la ticinese – campionessa in carica – ovviamente fra le favoritissime
NATIONAL LEAGUE
19 ore

Il Berna mette le mani su Josh Teves

Il ventisettenne difensore canadese rinforzerà gli Orsi fino al termine della stagione: arriva dai finlandesi dell’Jyväskylä
BASKET
30.10.2022 - 16:08
Aggiornamento: 31.10.2022 - 00:04

Sam Massagno e Lugano, due vittorie probanti

La Spinelli ha superato i campioni in carica dell’Olympic, i Tigers sono andati a imporsi sul campo della capolista

di MA.ME
sam-massagno-e-lugano-due-vittorie-probanti

Secondo fine settimana consecutivo da 4 punti per il basket ticinese. Vittorie di pregio quelle raccolte da Massagno e Lugano; i primi hanno sconfitto a Nosedo i campioni in carica di Friborgo, mentre i secondi sono andati a prendersi i due punti in casa di Monthey. Un successo, quest’ultimo, dal doppio valore; da un lato, permette ai Tigers di mettere in cascina una buona dose di fiducia, dall’altro, consegna ai cugini massagnesi il primo posto solitario in classifica. I vallesani infatti, al pari della squadra della collina, fino a sabato erano ancora imbattuti.

Vittoria di misura quella della Spinelli (81-76), costruita grazie a un match giocato con sapienza, un misto di tattica e cervello che ha permesso ai ragazzi di Gubitosa di tenere a 0 la casella delle sconfitte in campionato. Un incontro giocato sul filo del rasoio, e non poteva essere altrimenti considerando che metteva di fronte le prime due forze del campionato, prive entrambe di giocatori importanti: Marko Mladjan per la Sam, Kazadi e Nikolic sul fronte burgundo.

La Sam, come dicevamo, ha vinto perché più lucida nei momenti decisivi. Partita forte (10-3 dopo 5’), si è fatta riprendere prima di imbastire altre due volte un tentativo di fuga: inizialmente con un 10-0 (34-26 al 17’), successivamente con un 7-0 a inizio ripresa, sinonimo di massimo vantaggio (46-33). In entrambe le occasioni, però, ha subito accusato dei passaggi a vuoto che hanno permesso a Friborgo di rientrare. Sotto di 2 (56-58) a inizio ultimo quarto, ha infine avuto il merito di mantenere i nervi saldi, e grazie a una buona esecuzione, tanto sul fronte offensivo quanto su quello difensivo, trovando in Galloway e James due validi terminali d’attacco (8 punti entrambi nel quarto finale, 18 a testa a fine partita), è risalita a +7 (77-70) a una novantina di secondi dal termine. Da lì, le è bastato mantenere sostanzialmente i nervi saldi dalla lunetta per impedire agli ospiti di completare un’altra rimonta.

Detto dei due lunghi, a dar loro manforte ci ha pensato un ottimo Kovac (17 con 5/9 al tiro) e la disciplina tattica. Solamente 3 i punti concessi in contropiede ad una squadra potenzialmente letale in questo esercizio, esattamente quello che Gubitosa aveva chiesto ai suoi ragazzi. «Non possiamo che essere contenti – le parole di capitan Andjelkovic nel dopopartita. – Ma la strada è ancora lunga. Oggi ci sono stati alti e bassi ma in generale abbiamo giocato un buon basket. Sicuramente incameriamo una buona dose di fiducia e ci mettiamo in una buona posizione in vista della Sbl Cup».

Ottimo successo anche per il Lugano di coach Montini, andato a sbancare Monthey, togliendo l’imbattibilità ai vallesani (97-103). Dopo un primo tempo passato a inseguire (53-37), i bianconeri sono saliti decisamente di tono nella ripresa, allungando il match ai supplementari dove hanno fatto definitivamente la differenza. Sugli scudi Ross e Lawrence (29 e 24 punti rispettivamente), oltre a un solido Zinn (20 e 11 rimbalzi). Come sopra, anche qui la dose di fiducia non è certo da poco. Se gli statunitensi dovessero continuare a confermare la crescita vista già con Neuchâtel, questo Lugano potrebbe diventare una spina nel fianco per non poche avversarie.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved