ATLETICA
15.07.2022 - 21:34
Aggiornamento: 22:32

Subito una (brutta) sorpresa dall’Oregon: Gasch fa le valigie

Primo elvetico a entrare in lizza, il vodese eliminato dal concorso dell’alto già nelle qualificazioni. ’Non riesco a trasformare in altezza la velocità’

subito-una-brutta-sorpresa-dall-oregon-gasch-fa-le-valigie
Keystone
Se il buon giorno si vede dal mattino...

Si aprono con una grossa delusone i Mondiali di atletica a Eugene per la delegazione rossocrociata: prima vittima nella decina di giorni di gare è il vodese Loïc Gasch, eliminato dal concorso dell’alto già nelle qualificazioni di primo mattino (fra il fuso orario della costa ovest degli Stati Uniti e il nostro la differenza è di nove ore).

Secondo classificato agli ultimi Mondiali indoor a Belgrado, lo scorso marzo, il vodese stavolta non è riuscito ad andare sopra quota 2 metri e 21, lui che in stagione aveva già saltato 2 metri e 27 e che ha un personale di 2 metri e 33: apparso apparentemente non troppo a suo agio, stavolta Gasch ha mancato dapprima l’asticella posta a 2 metri e 17, prima di fallire il tentativo a quota 2 metri e 21. «Ho lottato con le armi che ho a disposizione, ma non è bastato – spiega il romando, rivelando di aver dovuto fare i conto con qualche dolore alla caviglia e alla coscia –. In questo non sono in grado di trasformare in maniera ottimale la velocità dello slancio in altezza. Ma anche il timing una volta arrivato sotto l’asticella non è stato buono».

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved