SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
4 ore

Il sogno di Zeman, da Praga a Foggia via Cornaredo

Uscita da poco ‘La bellezza non ha prezzo’, autobiografia dell’allenatore ceco con capitoli dedicati pure all’Fc Lugano e al calcio di casa nostra
il dopopartita
10 ore

Ambrì punito ‘oltre misura’ dal Ginevra

I Leventinesi tengono testa alle Aquile con una prova generosa e un po’ sfortunata, ma pagano la tripletta di Teemu Hartikainen nel periodo centrale
IL DOPOPARTITA
10 ore

Riecco i tre punti, nonostante Asselin. ‘Prova di carattere’

I bianconeri chiudono le quattro trasferte di fila espugnando la Raiffeisen Arena di Porrentruy. Samuel Guerra: ‘In queste settimane abbiamo imparato’
QATAR 2022
10 ore

Alla fine la spunta l’Argentina, Olanda beffata dopo la rimonta

In avanti con Molina e Messi, l’Albiceleste si fa riprendere nel finale dalla doppietta di Weghorst. Dagli undici metri i ‘gauchos’ sono più precisi
hockey
11 ore

Ambrì generoso ma sconfitto dal Ginevra

In casa della capolista i biancoblù sono stati sconfitti 5-2.
Hockey
11 ore

Il Lugano espugna Porrentruy e torna a sorridere

I ragazzi di Luca Gianinazzi tornano al successo nell’ultima traferta della serie, piegando i giurassiani con il punteggio di 5-2
QATAR 2022
15 ore

I rigori premiano la Croazia, il Brasile fa le valigie

In vantaggio al 105’ con Neymar, i sudamericani si fanno rimontare a pochi minuti dal traguardo e dal dischetto pagano gli errori di Rodrygo e Marquinhos
Tennis
15 ore

Wawrinka sconfitto da Medvedev

L’avventura dello svizzero nel torneo d’esibizione in Arabia Saudita si conclude in semifinale, con il doppio 6-4 in favore del russo
ORIENTAMENTO
03.06.2022 - 16:04
Aggiornamento: 21:06

Fragori, tre vincitori nella notte di Cureglia

Nell’ultima tappa del trittico successo di Barbara Tunesi Schwank tra le donne e di Manuele Ren e Feliciano Pawlowski tra gli uomini, appaiati sul podio

di Lidia Nembrini
fragori-tre-vincitori-nella-notte-di-cureglia
Bisceglia
A passo di corsa

Si è concluso a Cureglia il trittico di prove di corsa d’orientamento sprint Fragori. Realizzato dalla società luganese C.O. Aget, ha laureato vincitori fra le Donne A Barbara Tunesi Schwank (Asco Lugano) e negli Uomini A Manuele Ren (Asco Lugano). La Schwank si è imposta per la sua regolarità, confermata anche nella tappa conclusiva, terminata al sesto rango. Pure molto regolare nelle prestazioni la seconda classificata della generale, Elena Guglielmetti Asmus (Gold Savosa), che concede alla vincitrice solo 70 punti. Al terzo rango della classifica generale si è inserita la più veloce nelle strade di Cureglia, Elisa Bertozzi (Gold Savosa), che ha però disputato solo due gare e non ha potuto così dire la sua anche nel punteggio complessivo. Lo stesso vale per la seconda ragazza della classifica di tappa, Elena Pezzati (Scom Mendrisio), mentre non hanno preso il via a Cureglia le due leader di classifica dopo le prime due tappe, Sofia Chiodoni (Asco Lugano) e Arianna Arpagaus (C.O. Aget Lugano), finite così al quinto e sesto rango della classifica finale a punti.

La corsa maschile ha avuto quale vincitore netto Manuele Ren, impostosi in tutte le tre tappe. Nella frazione di Cureglia è stato affiancato sul podio di serata da Feliciano Pawlowski (O-92 Piano di Magadino) che ha terminato il percorso a parità di secondi, assicurandosi il terzo rango della generale, dietro allo junior Giovanni Gattoni (C.O. Aget Lugano). Come molti altri atleti di punta, Manuele Ren ha sbagliato in fase di avvio, nella discesa che da Comano portava al nucleo di Cureglia, dove erano posizionati i primi punti di controllo dei tracciati, in apparenza facili, ma che hanno confuso più di un concorrente. Un’altra fase critica dei percorsi è stata quella conclusiva, a ridosso e dentro il Parco Rusca, dove era installato il traguardo. Lì i punti di controllo ravvicinati e la stanchezza affiorante hanno ingannato alcuni concorrenti, che si sono dimenticati di registrare con il chip elettronico il passaggio a l’una o l’altra delle lanterne biancorosse. Sono finiti fuori classifica anche degli atleti che non hanno rispettato le zone private segnate con l’apposito colore oliva sulla cartina in scala 1:4000. Nella concitazione della gara e per la velocità succede a volte di transitare per sbaglio in zone dall’accesso vietato. Con grande fair play, questi atleti (Elia Ren, Mattia Lunghini, Marco Baiardi, Emma Kocsis) si sono auto-esclusi dalla classifica di giornata, segnalando il loro errore al momento della lettura del chip elettronico.
313 concorrenti hanno preso il via della gara. Molti i ragazzi delle scuole al debutto in una gara, in coppia o anche da soli. Nel computo complessivo delle tre prove resta da notare che, nelle categorie che prevedevano l’abbinamento fra giovani e seniores, i giovani sono stati più rapidi, tranne nella classe di età delle signore dai quaranta ai cinquanta anni di età.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved