la-sam-vuole-il-2-0-con-testa-e-dosando-le-energie
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
1 ora

Torna la Serie A fra novità e vecchi difetti

Sabato ricomincia il campionato italiano, che rimane interessante malgrado l’innegabile declino evidenziato negli ultimi anni
tennis
7 ore

Jil Teichmann fa fuori Kontaveit a Toronto

La biennese elimina l’estone ai sedicesimi di finale del torneo canadese con un doppio 6-4. Ora l’attende la rumena Simona Halep
calcio
7 ore

All’Eintracht non riesce la sorpresa, la Supercoppa è del Real

Djibril Sow e compagni sconfitti a Helsinki per 2-0 dalle reti di David Alaba e del solito Karim Benzema
hockey
8 ore

La Svizzera inizia bene il Mondiale… la Svezia meglio

Rossocrociati autori di una prova incoraggiante, ma sconfitti per 3-2 dalla nazionale delle tre corone
atletica
8 ore

Angelica Moser verso gli Europei con qualche dubbio

A Montecarlo l’elvetica deve accontentarsi di salire a 4,36 m nel salto con l’asta. Mentre Fraser-Pryce e Kipyegon regalano spettacolo
atletica
9 ore

Ajla Del Ponte vola in Baviera

La ticinese si prende il ticket per gli Europei, grazie all’11”30 firmato a Langenthal, dove precede Frey di 4 centesimi
nuoto
11 ore

Ponti e Desplanches capifila di una Svizzera ambiziosa

Agli Europei di Roma, la delegazione svizzera punta a ripetere gli ottimi risultati dell’anno scorso a Budapest. Sperando che il Covid non sia d’intralcio
hockey
12 ore

Teemu Hartikainen nuovo colpo del Ginevra Servette

Il finlandese, campione olimpico e del mondo con Filppula e Vatanen, completa il sestetto di stranieri a disposizione di Jan Cadieux
Calcio
12 ore

Lanciata la Super Lega africana

Obiettivo del nuovo torneo è accrescere l’attrattività del calcio continentale
basket
12 ore

‘Abbiamo fatto scelte diverse rispetto al passato’

Robbi Gubitosa e la Sam Massagno vogliono reagire a una stagione che non li ha visti conquistare nemmeno un titolo. Partendo con due stranieri.
Basket
09.05.2022 - 12:48
Aggiornamento: 14:23
di Dario ‘Mec’ Bernasconi

La Sam vuole il 2-0, con testa e dosando le energie

Domani in gara 2 delle semifinali dei playoff di Swiss Basket League Massagno ospita nuovamente Neuchâtel dopo il successo sempre in casa nel primo match

Tempo di gara 2 delle semifinali dei playoff di Swiss League, con la Spinelli che dopo il successo nella prima sfida domani ospita nuovamente Neuchâtel (alle 19.30), mentre l’Olympic riceve Ginevra, capace sabato di effettuare il colpaccio in trasferta. Prima di parlare della sfida in Ticino, diamo qualche cifra relativa proprio alla sorprendente vittoria dei Lions a Friborgo: l’Olympic ha tirato con il 34% (8/36 da 3 e 16/34 da 2), ha catturato 19 rimbalzi offensivi e 17 difensivi e ha perso 13 palloni. Ginevra dal canto suo ha tirato col 54% (18/29 da 2 e 5/13 da 3), 22 palle perse e 34 rimbalzi, di cui 6 in attacco. Cifre che mettono in chiara evidenza la fatica burgunda nel trovare canestro contro la difesa a zona dei ginevrini. Un male atavico delle squadre di Aleksic e la disastrosa serie di tiri e doppi possessi con 19 rimbalzi offensivi ne sono la dimostrazione: dire che l’Olympic ha regalato la vittoria ci pare il minimo.

Massagno al meglio quando mette da parte gli egoismi

Non ha invece concesso nulla o quasi Massagno, se non cinque minuti per quarto nella prima metà di gara e gli ultimi due sui titoli di coda ampiamente definiti. La squadra di Gubitosa ha mostrato il meglio di sé quando ha cominciato a mettere pressione sull’avversario, nel primo tempo per recuperare (anche da -9) e poi per allungare nel terzo e ultimo quarto. Neuchâtel è una buona squadra ma troppo dipendente da Colon e Fofana. E se Colon ha trovato spazi regolari, con una media di 5 punti per quarto, Fofana è andato a sbattere contro avversari che gli han lasciato solo illusioni: lo 0/9 al tiro è eloquente. In attacco la Spinelli ha mostrato il meglio quando ha giocato con ordine e ha messo da parte gli egoismi, come è successo già altre volte. Martino è meno pasticcione di Taylor, anche perché la guardia americana è portata alla penetrazione e agli scarichi, non sempre puntuali, mentre Martino segue logiche di gioco, pescando le soluzioni migliori. Kovac e i due Mladjan sappiamo che sono una garanzia al tiro per cui, quando almeno due sono sopra i 15 punti, si respira un altro clima. Se poi ci arrivano tutti e tre, sono dolori per gli altri. È chiaramente mancato l’apporto di Nikolic in attacco, troppo sprecone in più frangenti, mentre James ha fatto a sportellate con tutti e non ha sbagliato un colpo, se non un tiro libero. Williams è il solito fosforo del quale la Spinelli non può fare a meno, sia in difesa che in attacco e il suo recupero è fondamentale, come quello di Marko.

Baldassarre, pur senza miracoli, è già un fattore

E veniamo a Baldassarre, diciamo la ciliegina della Sam. Patrick non poteva fare miracoli dopo tre allenamenti ma lo si è visto usare la testa: non ha sprecato palloni, ha difeso, ha giocato con gli altri e ha dato un buon contributo sotto i tabelloni. Avere un lungo di qualità in più sposta gli equilibri in campo, perché significa avere 5 ulteriori falli da usare e un componente in più in mezzo all’area, cosa certamente utile in ambito nostrano. Ora gara due deve essere giocata con la massima determinazione, magari evitando di dover rincorrere per metà gara. Le energie, lo ripetiamo, sono importanti e vanno dosate. Alla Sam non manca nulla per portarsi sul 2-0, deve solo entrare in campo senza nessun condizionamento, ora che il ghiaccio è stato rotto. E se ci sarà ancora il pubblico di sabato, sarà anche più facile. Perché mai perdersi sfide di questo livello?

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
neuchâtel sam massagno spinelli swiss basket league
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved