SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Tennis
2 ore

L’esempio di Ashe, trent’anni dopo

Il 6 febbraio del 1993, non ancora cinquantenne, il grande tennista si arrendeva all’Aids, contratto in ospedale dopo un’operazione al cuore
IL DOPOPARTITA
7 ore

L’Ambrì doma i Leoni. ‘Volevamo pulizia, ci siamo riusciti’

Spacek e Chlapik regalano due punti preziosi ai biancoblù, in una sfida che si anima nel terzo tempo. Negli spogliatoi anzitempo Heim e Kneubuehler
Volley
8 ore

Il Lugano risorge dalle proprie ceneri, Sciaffusa al tappeto

Dopo un avvio a dir poco difficile, le ragazze di Apostolos Oikonomou cambiano volto alla partita vincendo tutti e tre gli ultimi set
IL DOPOPARTITA
11 ore

A Lugano era pazienza, adesso è competizione

I bianconeri si godono il successo sul Kloten e i 61 punti in classifica prima della pausa. ‘Pian pianino stiamo andiamo nella direzione in cui volevamo’
Basket
12 ore

Sam, domenica di festa condita da un successo

Anche se la sfida con il Monthey è davvero brutta. Gubitosa: ‘Viste le premesse contava solo vincere’. Un Lugano incerottato, invece, s’arrende al Nyon
CALCIO
12 ore

Un gol di Di Giusto affossa le ambizioni del Lugano

Bianconeri battuti dal Winterthur al termine di una prestazione poco brillante, ma nella quale qualche occasione per il pareggio c’è comunque stata
Hockey
13 ore

A Zurigo l’Ambrì vince la battaglia dei nervi

I biancoblù ottengono la vittoria all’overtime dopo un match poco spettacolare ma comunque giocato con buona solidità difensiva. Decide tutto Chlapik
BASKET
29.04.2022 - 15:40
Aggiornamento: 16:18

La Spinelli ha i numeri per chiudere la serie

Gara 3 dei quarti dei playoff, Massagno in trasferta a Basilea. Coach Gubitosa: ‘In casa gli Starwings sono molto temibili’

di Dario ‘Mec’ Bernasconi
la-spinelli-ha-i-numeri-per-chiudere-la-serie

Siamo a gara 3 dei quarti di finale dei playoff, con una situazione di match point per Olympic, Massagno e Ginevra, tutte sul 2-0 e con la terza sfida in trasferta, rispettivamente a Monthey, Basilea e Lucerna.

Pensare che l’Olympic possa perdere a Monthey, dopo che in gara 2 il primo tempo si era chiuso sul 78-26, 106-52 a fine gara, è da delirio anche se, come si dice spesso, "nel basket non si sa mai". Idem per la Spinelli che ha mostrato come, quando difende e gioca a basket e non fa "campetto", non ha molte rivali. Infine Ginevra, beneficiando di un "recupero" di pallone negli ultimi 24 secondi, ha portato a casa una gara che Swiss Central poteva anche vincere. Sul suo terreno ci può benissimo scappare anche che i Lions attuali soccombano e vadano almeno alla quarta. Resta in bilico, e comunque si andrà alla quarta, con Neuchâtel in trasferta a Nyon. I vodesi hanno i mezzi per allungare, perché il fattore campo in certi ambienti conta, ma molto dipenderà da come Neuchâtel scenderà in campo: se come insieme di solisti o come squadra. Nel primo caso il Nyon è favorita, nel secondo i neocastellani vincerebbero senza grandi problemi, come in gara 2, anche se la differenza è scaturita dal 21-11 del primo quarto.

Per la Spinelli la trasferta a Basilea non è comunque facile, come ci dice coach Gubitosa: «Il campo basilese non è facile e tra le mura di casa gli Starwings sono molto temibili. Spero di recuperare Williams almeno all’80%, perché Marko Mladjan non sono certo di poterlo rischiare».

Chiaramente non è in gara 3 che si mette a rischio la presenza nei playoff di una pedina come il nazionale, per cui si può dire che la Sam ha gli uomini contati. Contro questi avversari, martedì si è vista una squadra più quadrata ed efficace sui due lati del campo, capace di attaccare bene e con una certa disciplina, oltre a mettere molta intensità in difesa: i 20 palloni persi dal Basilea sono testimoni di un’aggressività evidente. Aver ritrovato Williams, anche a mezzo servizio, è comunque un aspetto importante, per l’intelligenza cestistica del giocatore della quale beneficia tutta la squadra, così come la ritrovata mano di Kovac, terminale di un gioco più costruito che estemporaneo. Insomma, domenica pomeriggio la Sam può staccare il biglietto per le semifinali e ciò, considerata anche l’infermeria, sarebbe una cosa importante in funzione delle semifinali che inizieranno fra una settimana. Dover tornare a Basilea martedì e magari giocarsi la quinta giovedì sarebbe uno stillicidio di energie controproducente.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved