RALLY RAID
09.01.2022 - 20:48
Aggiornamento: 22:09

Alla Dakar sorride Loeb, ma davanti Al Attiyah non molla

L’alsaziano chiude la domenica in testa, ma il principe del Qatar continua a fare l’andatura. Tra le moto, invece, Van Beveren è il nuovo leader

alla-dakar-sorride-loeb-ma-davanti-al-attiyah-non-molla
Arriba! Ándale, Ándale! (Keystone)

All’attacco per tutta la domenica, il nove volte campione del mondo di rally Sébastien Loeb ha vinto la settima tappa della Dakar, sulla distanza di 402 chilometri tra Riyad
e Al-Dawadimi. Al secondo posto, staccato di 5’26“ e al volante della sua Toyota si è piazzato il leader della classifica generale, Nasser al-Attiyah, il Principe del Qatar che oltre a assere un nobile e un pilota di rally può anche vantare un podio olimpico nel tiro a volo (bronzo ai Giochi del 2012), oltre alla passione per l’equitazione. Terzo posto invece, staccato di 7’43”, per l’Audi dello spagnolo Carlos Sainz, leggendario rallista nonché padre del talentuoso pilota della Ferrari Carlos Sainz jr, appunto.

In classifica generale Al-Attiyah rimane così in testa alla corsa, 44’59" di vantaggio su Loeb e 53’31" sul saudita Yazeed Al-Rajhi. Cambio al vertice, invece, della graduatoria riservata alle moto, dove il cileno José Cornejo Florimo è stato il vincitore di tappa, e il britannico Sam Sunderland, staccato di una ventina di minuti dai migliori, è stato costretto a cedere il primato al francese Adrien Van Beveren. In una domenica, sempre a proposito di due ruote, contraddistinta dal ritiro di uno dei favoriti, l’australiano Daniel Sanders, vittima di un incidente pur senza gravi conseguenze con la sua Ktm.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved