COB Jackets
0
PIT Penguins
1
1. tempo
(0-1)
CAR Hurricanes
0
NY Rangers
0
1. tempo
(0-0)
NY Islanders
ARI Coyotes
01:30
 
Detroit Red Wings
DAL Stars
01:30
 
COB Jackets
0
PIT Penguins
1
1. tempo
(0-1)
CAR Hurricanes
0
NY Rangers
0
1. tempo
(0-0)
NY Islanders
ARI Coyotes
01:30
 
Detroit Red Wings
DAL Stars
01:30
 
la-sam-massagno-si-offre-la-testa-della-classifica
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Gallery
Hockey
3 ore

L’Ambrì Piotta vince in scioltezza a Langnau 

Contro un avversario decimano, i leventinesi s’impongono 4-0. Decima sconfitta consecutiva per i bernesi. Moses di nuovo a segno
Calcio
6 ore

Valon Behrami rescinde con il Genoa

Il 36enne centrocampista ticinese in questa Serie A è sceso in campo con il club ligure solo in dieci occasioni, per un totale di 305 minuti
Calcio
6 ore

Oltre un milione di richieste in 24 ore di prevendita

A ruba la domanda per un biglietto per la fase clou del Mondiale in Qatar. Ben 140mila per la sola finale
CALCIO
7 ore

Irruzione in casa Lindelöf, moglie e figli si nascondono

L’episodio è avvenuto mercoledì, quando il difensore del Manchester United era impegnato in trasferta a Brentford. Domani non giocherà contro il West Ham
CALCIO
7 ore

Il Grasshopper deve fare a meno di Pusic

Il 23enne centrocampista è alle prese con i postumi dell’infezione da Covid
BIATHLON
8 ore

Svizzere nelle retrovie nella 15 km di Anterselva

Il forte vento ha condizionato la gara e nessuna atleta è stata capace di uscire indenne dallo stand di tiro. Amy Baserga ha chiuso al 28esimo posto
BASKET
9 ore

Il Lugano cerca il miracolo contro il Friborgo

Quella che non molto tempo fa era una sfida per il titolo, è diventata una contesa impari. Sam Massagno a Boncourt pensando alla Coppa di Lega
CALCIO
10 ore

Adrian Durrer, obiettivo esordio in Super League

Il ventenne del Lugano, giunto quest’inverno dal Basilea, vuole approfittare dell’occasione per compiere il salto di qualità
BASKET
05.12.2021 - 20:570
Aggiornamento : 21:19

La Sam Massagno si offre la testa della classifica

La Spinelli batte l’Olympic, mentre il Lugano cede al Monthey e scivola in ultima posizione

a cura de laRegione

Il Lugano con la coda tra le gambe, la Spinelli sul tetto della classifica. Questo il responso del weekend delle due ticinesi. Il Lugano ha regalato i primi due punti stagionali ai vallesani e così il Monthey ha lasciato ai bianconeri l’ultima poltrona. Una gara senza succo, da entrambe le parti, sia chiaro, nei primi due quarti con gioco povero e un mare di errori: 23-19 nel primo quarto con un sussulto dei Tigers di 15-0 zero per andare dal 6-15 al 21-15. Da notare che i primi 8 punti in 6 minuti, li ha messi uno Stevanovic in serata di grazia, chiuderà con 19 punti, e in questi minuti il primo punto dei tre Usa è arrivato su tiro libero: qualcosa chiaramente non ha funzionato e nel secondo quarto, 11-22 se ne è avuta la riprova: 5/17 al tiro. Nel terzo quarto si è visto un po’ più di basket con i bianconeri a recuperare fino al 57 pari al l’8’. Poi il Monthey ha riallungato a +8, 63-71 al 4’ e da quel momento è stata una rincorsa punto a punto fino alla fine, con il Monthey a festeggiare la prima vittoria stagionale: 84-89.

«Non so più cosa dire – afferma va Nikolic a fine gara –, chiami il minuto per fare certe cose e non succede, chiedi di cercare soluzioni adeguate e c’è chi spara da ogni posizione. Non c’è disciplina e, chiaramente, l’uscita di Robertson per falli al 33’ ci è costata cara». Anche perché il coach e assistente non hanno visto che un minuto prima gli era stato fischiato il 4°. Magari distratti non sono solo i giocatori, o no?

Bella vittoria della Spinelli contro l’Olympic, successo maturato nel secondo tempo in quanto i primi due quarti sono stati da “porte aperte” e chiuso sul 45-53. A fare la differenza il 4/12 da 3 contro l’8 su 16, non certo le difese.

Altra musica nel terzo quarto con la Sam ad andare sotto di 13 al 6’, 54-67, frutto di troppe palle perse e rimbalzi mancati. Poi la sveglia nel finale di tempo con un 9-5 che ha messo il risultato sul 65-72. Sul 71-76 al 3’, un antisportivo mette in azione la rimonta: un libero su 2 di Taylor, un 3+1 di Kovac, primo canestro suo, una tripla e altri due punti di Marko Mladjan, il migliore dei suoi – 24 punti e 4 rimbalzi – hanno dato un parziale di 12-0: 81-76. L’Olympic ha provato a rientrare ma è sempre stato tenuto a distanza di un canestro, fino al +10 finale, 92-82, frutto delle padelle burgunde e dei liberi messi a segno. Bene anche D. Mladjan, 18 punti come Taylor, James ha sopperito alla giornata no di Nikolic, 2 punti, con 12 punti e 11 rimbalzi, e Williams 10 punti. Kovac al minimo, un solo canestro e 4 liberi, comunque decisivi.

«Primo tempo senza difesa e senza gioco d’assieme – il commento di Gubitosa –: poi ci siamo ripresi, abbiamo giocato con più testa e di squadra, abbiamo fatto un parziale di 47-29. Vincere era importante per la fiducia, anche se mercoledì in Coppa a Friborgo sarà altra cosa, con il rientro di Miljanic e Gravet».

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved