PIT Penguins
0
Seattle Kraken
0
1. tempo
(0-0)
NY Islanders
0
LA Kings
0
1. tempo
(0-0)
FLO Panthers
0
VEGAS Knights
0
1. tempo
(0-0)
TB Lightning
0
NJ Devils
0
1. tempo
(0-0)
OTT Senators
0
CAR Hurricanes
0
1. tempo
(0-0)
COB Jackets
0
NY Rangers
1
1. tempo
(0-1)
MON Canadiens
0
ANA Ducks
0
1. tempo
(0-0)
STL Blues
CAL Flames
02:00
 
WIN Jets
VAN Canucks
02:00
 
PIT Penguins
0
Seattle Kraken
0
1. tempo
(0-0)
NY Islanders
0
LA Kings
0
1. tempo
(0-0)
FLO Panthers
0
VEGAS Knights
0
1. tempo
(0-0)
TB Lightning
0
NJ Devils
0
1. tempo
(0-0)
OTT Senators
0
CAR Hurricanes
0
1. tempo
(0-0)
COB Jackets
0
NY Rangers
1
1. tempo
(0-1)
MON Canadiens
0
ANA Ducks
0
1. tempo
(0-0)
STL Blues
CAL Flames
02:00
 
WIN Jets
VAN Canucks
02:00
 
sam-in-scioltezza-tigers-ko-e-derby-femminile-al-riva
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Hockey
1 ora

Josephs e Arcobello risolvono a modo loro la sfida

Il sesto stagionale è un derby tutto... d’importazione: lo apre McMillan, ma lo chiudono gli stranieri del Lugano.
DOPOPARTITA
1 ora

L’entusiasmo di McSorley. ‘Fatton ha il ghiaccio nelle vene’

Il Lugano esulta dopo il successo nel sesto derby, mentre l’Ambrì fa mea culpa. Pestoni: ‘Da tempo ci diciamo che giochiamo bene, ma non vinciamo...’
Hockey
3 ore

Due guizzi di Josephs decidono il sesto (e ultimo?) derby

L’Ambrì va in vantaggio per primo ma alla fine è costretto alla resa. Il Lugano ringrazia l’ala canadese e conforta la sua posizione in classifica
Calcio
5 ore

Yann Sommer calciatore dell’anno

Il portiere del Borussia Mönchengladbach e della Svizzera ha sbaragliato la concorrenza alla Swiss Football Night
Calcio
6 ore

Irak battuto 1-0, Iran qualificato al Mondiale

Quella in Qatar sarà la sesta rassegna iridata alla quale gli iraniani parteciperanno, il terzo Campionato del mondo consecutivo
Calcio
8 ore

Basilea, Fabian Frei prolunga fino al 2024

Il 33enne centrocampista anche nel giro della Nazionale sta disputando la decima stagione con i renani
Sci
8 ore

Corinne Suter la più veloce in prova a Garmisch

Elvetiche in evidenza nel primo allenamento in vista della discesa di sabato. Terza Jasmine Flury
Tennis
13 ore

La finale dell’Australian Open sarà Barty contro Collins

La beniamina di casa numero uno al mondo e la statunitense in semifinale hanno superato in due set rispettivamente l’americana Keys e la polacca Swiatek.
BASKET
1 gior

Lugano Tigers sconfitti nella Svizzera centrale

Migliore al tiro sotto tutti gli aspetti, la compagine ticinese ha avuto un passaggio a vuoto nel secondo periodo che le è costata la vittoria
Hockey
1 gior

La sfida vista da Ambrì. ‘Saranno i duelli, la chiave’

Cereda lancia la sesta sfida con il Lugano, ultimo sforzo prima della pausa. ‘Sarà benefica: le scorie post contagio non si sono del tutto dissipate”
HOCKEY
1 gior

‘Il derby? Sarà una battaglia, come sempre’

Julian Walker: ‘Tutte le sfide con l’Ambrì sono state tiratissime, non vedo favoriti. Dovremo fare bene il lavoro sporco, proprio come lo sanno fare loro’
Basket
10.10.2021 - 19:120

Sam in scioltezza, Tigers ko e derby femminile al Riva

Pronostici rispettati in campo maschile con la Spinelli che ha battuto nettamente gli Starwings e il Lugano caduto a Boncourt. Muraltese battuta di 2 punti

Weekend dolceamaro per le due ticinesi di Lna, come da pronostico insomma. La Spinelli strabatte gli Starwings e i Tigers soccombono a Boncourt. In campo femminile invece il primo derby stagionale se lo aggiudica, un po’ a sorpresa, il Riva che batte la Muraltese 55-53. Un derby piacevole e giocato su discreti livelli, che le momò hanno condotto dall’inizio alla fine, tranne un +1 delle locarnesi (45-46) al 35’. Un Riva gestito alla grande dalla Johnson, 21 punti ma soprattutto capace di far giocare al meglio le compagne, tra cui Zara (16) e Fontana (9). Sul fronte Muraltese, la Seabrook ha dominato le plance con 27 punti e una marea di rimbalzi, ma solo la Brussolo l’ha sostenuta in fase realizzativa arrivando a quota 12. Alla fine ha vinto chi ha avuto il miglior gioco di squadra. Esordio con sconfitta invece per il Bellinzona, superato 45-74 in casa dal Grasshopper.

Tornando agli uomini, il Lugano a Boncourt è stato battuto con 25 lunghezze di scarto, 97-72, divario maturato nell’ultimo quarto nel quale gli ospiti hanno subito un parziale di 27-10. Uno schianto figlio di una condizione non al top e con la panchina bianconera a produrre zero punti al cospetto degli svizzeri giurassiani che ne hanno infilati 44, 17 dei quali il 35enne Calasan. La differenza forse non sta tutta lì ma quasi. Peraltro le cifre parlano di equilibrio ai rimbalzi, 32-34, ma di differenza abissale nelle palle perse, un 6-18 che ha fruttato al Boncourt 25 punti contro i 5 bianconeri. Va comunque detto che i primi 27 minuti si sono giocati punto a punto, con qualche piccolo strappo mai superiore alle 6 lunghezze: 15-18 all’8’, 23-24 al 10’, 34 pari al 15’, 43 pari a metà gara. I padroni di casa hanno preso 7 punti di margine al 28’ (65-58) e chiuso il quarto sul 70-62. Strappo subito in entrata di ultimo quarto, 75-62 al 32’ e poi partita in discesa per il Boncourt fino al 97-72 finale. I tre stranieri dei ticinesi si sono rivelati certamente buoni, ma i sei punti a testa di Bracelli e Stevanovic non possono bastare per vincere: Criswell 15, Humphrey 26 e Robertson 19 i punti del trio non indigeno, con un complessivo 48% al tiro contro il 57% dei giurassiani e Calasan con l’88%.

La Spinelli dal canto suo ha fatto un sol boccone dei basilesi, mettendo in campo un repertorio completo sia in attacco sia in difesa. Il tutto nello spazio di metà gara, anche se la sfida era già finita dopo 10 minuti, 28-12. Gubitosa può disporre di due quintetti e se pensiamo che Dusan Mladjan, per un problema alla schiena, è stato in campo 9 minuti distribuiti su due quarti e ha segnato uno zero nei punti realizzati, questo la dice lunga sulla forza dei massagnesi. Si sono viste, o riviste, le grandi qualità di James in difesa con 6 “stopponi”, l’ecletticità di Williams (6 punti, 4 rimbalzi e tanta difesa), l’energia di Taylor e la forza di Nikolic sotto le plance, al netto di una ripresa degli allenamenti da una settimana. Oltre agli stranieri, gli svizzeri hanno fatto la loro parte con un Kovac implacabile o quasi dalla lunetta (14/16 e un bottino di 25 punti), Marko Mladjan ne ha messi 17, mentre Martino, Facchinetti, Veri e Hüttenmoser hanno avuto minutaggi inusuali, sopra agli undici minuti di campo. Insomma si è vista una Sam che ha veramente un insieme da primato, pur considerando i limiti tecnici degli avversari. Già dopo 5’ si era sul 10-4, 24-10 all’8’ e 28-12 alla prima pausa. Vantaggio che è salito gradatamente nel secondo quarto, +21 al 5’ e raddoppio a metà gara, 50-25. Toccati i +32 al 3’ del terzo quarto con 7 punti consecutivi di Nikolic (57-25), la partita ha perso d’intensità senza per questo che scadesse in scorribande individuali. Si è continuato a macinare gioco fino alla fine, con quintetti in casa Sam formati dai giovani e da uno o due stranieri di supporto. Inserimenti che, come spiegava Gubitosa a fine gara, devono dare consapevolezza e sostanza, perché in stagione ci sarà bisogno di tutti.

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved