la-sam-massagno-perde-male-a-ginevra
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
ATLETICA
3 ore

Anche Kälin è da podio: quarta medaglia agli Europei

La grigionese sale sul podio nell’epathlon e regala una nuova soddisfazione alla Svizzera, che sembra partita per battere il proprio record di medaglie
MOUNTAIN BIKE
3 ore

Positivo allo Zeranolo: niente Europeo per Flückiger

Il bernese sospeso a titolo provvisorio dopo essere stato trovato positivo alla sostanza anabolizzante in occasione di un test ai Nazionali di Leysin
GINNASTCA
3 ore

Noè Seifert è quinto, e la Svizzera va in finale

Il ventenne argoviese brilla agli Europei, dove stacca anche il biglietto per la finale alla sbarra. Sabato, invece, sarà in lizza nella gara a squadre
ATLETICA
5 ore

La staffetta torna in pista, ma Mujinga non c’è

Come ai Mondiali il tecnico Adrien Rothenbühler decide di correre le eliminatorie senza la sua numero uno. Sarà il gran giorno di Melissa Gutschmidt
MOUNTAIN BIKE
7 ore

Europei di Monaco, Filippo Colombo ambizioso

Venerdì si assegnano le medaglie nel cross-country e il ticinese, reduce da ottime prove in Nordamerica, si sente pronto
Calcio
7 ore

L’addio all’Acb di Sesa: ‘Bentancur scorretto con me’

La società: non accettiamo le sue dimissioni
Calcio
7 ore

Tatjana Hänni lascerà a fine 2022

La direttrice del calcio svizzero femminile andrà negli USA
CICLISMO
10 ore

Scatta la Vuelta, Roglic cerca il poker

Venerdì a Utrecht (Olanda) prende il via l’edizione numero 77 del Giro di Spagna
Calcio
11 ore

Giovanni Simeone firma col Napoli

Dopo le indiscrezioni, ecco l’ufficialità: il Cholito lascia il Verona
CICLISMO
11 ore

Per Vingegaard momenti difficili dopo il Tour

Lo rivela il direttore sportivo della Jumbo-Visma
BASKET
21.04.2021 - 22:14

La Sam Massagno perde male a Ginevra

Brutta prestazione della squadra ticinese che deve trovare soluzioni alternative sotto le plance. Coach Gubitosa: ‘Non ci siamo più come squadra’

Altra brutta sconfitta della Spinelli, ieri sul terreno dei Lions di Ginevra con un -17 che suona molto amaro. Non abbiamo le statistiche perché, ancora una volta, va in tilt il sistema informatico e i neuroni del regista non lo spingono a far inquadrare il tabellone per avere almeno i realizzatori. Forse è poco male perché a leggere percentuali al tiro, rimbalzi e palle perse in casa Sam ci sarebbe da perderci la testa.

Detto ciò un’altra constatazione: se la Spinelli non corre ai ripari ingaggiando un vero centro, con questi due non va da nessuna parte: non difendono né attaccano come si vorrebbe vedere e così il centro dell’area massagnese è come il tunnel del San Gottardo mentre l’area avversaria sembra cosparsa di sapone, tanto scivolano dalle mani i palloni. Al punto che Gubitosa ha rinunciato a lungo ad averli in campo, pagando ovviamente ai rimbalzi. Molteni, il migliore dei suoi, si è fatto in quattro ma bisogna dire che nessuno ha abbassato le braccia: solo che dall’altra parte c’era una squadra tosta in ogni reparto, molto fisica e poco sprecona, ultimo quarto escluso. Ma le qualità dei vari Derksen, Sebekis, Ivanov e compagnia sono di un altro livello.

Primo tempo con le due compagini molto contratte, concentrate sulle difese più che sugli attacchi, con canestri a singhiozzo: anzi, se si pensa che la Spinelli realizza tre triple e un uno su due nei liberi, la dice lunga sulle percentuali al tiro. Fa un po’ meglio Ginevra con 6 canestri in azione: per essere le prime due del panorama… Va comunque detto che la nullità dei centri in attacco complica non poco il gioco perché Ginevra sul perimetro è molto attento. Così i ginevrini scappano a +9 alla prima pausa, 19-10.

Nel secondo quarto la Sam rientra con altra testa e infila un 7-2 che riporta a -4 lo score, 21-17 al 3’. Svantaggio che non subisce variazioni malgrado sciagurate palle perse, 3 di Chukwu in attacco, e si va a -3, 26-23 al 5’. Dopo il time out il crollo dei massagnesi: in attacco pasticci e tiri forzati, in difesa troppi svarioni e pochi aiuti: i Lions infilano un 9-0, 37-23 al 7’ e poi un ulteriore 4 a zero nell’ultimo minuto lasciando Molteni e compagni a -16.

Nel terzo quarto cambia poco o nulla sul piano agonistico: da una parte una squadra che fa a fette la difesa, dall’altra una Sam che sparacchia senza costrutto con tiri quasi impossibili da 9 metri, favorendo anche la transizione dei padroni di casa: lo score sale a +20, 58-38 al 5’ e a +22 all’ultima pausa: 66-44, con un parziale di 25-19.

Nell’ultimo quarto la Spinelli innesta il carattere e se la gioca senza pivot, cambiando spesso difese e con maggior circolazione di palla: Ginevra, forse anche certo dell’andazzo, non c’è, sparisce dal campo per sei minuti, realizzando 4 punti mentre Molteni e compagni infilano un 18-4 che li rimette a -8 dai Lions. Timeout di Stimac che spegne la gara: sì, perché al rientro i ginevrini infilano un 8-1, complici due palle perse per il -6, neanche a dirlo con il rientrato Nguirane, oltre a due tecnici a Nottage che gli costano l’espulsione, e volano verso il successo che si stampa sulla sirena sull’84-67.

«Abbiamo smarrito tutto, a cominciare dalla fiducia – ci dice uno sconsolato Gubitosa –: persa questa, ognuno va per conto suo, si tentano le cose più complicate e si perde in questo modo».

In mezzo all’area il nulla... «È evidente che se sono costretto a giocare senza i lunghi, contro una squadra fisica e forte come Ginevra la paghi a caro prezzo. Non ci siamo più come insieme. Sarà dura».

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ginevra gubitosa sam massagno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved