il-tour-de-suisse-numero-84-da-frauenfeld-ad-andermatt
Egan Bernal, l'ultima maglia gialla del Tour de Suisse
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
CICLISMO
8 ore

Ellen van Dijk, l’ora al femminile ha un nuovo nome

Sulla pista del velodromo solettese di Grenchen, la trentacinquenne olandese ha battuto il primato della britannica Lowden: 49,254 metri
Calcio
9 ore

L’Fcl e una squadra da (ri)costruire, con il Crus e per l’Europa

Il giorno dopo la conclusione di una trionfale stagione, la società bianconera ha voluto fare il punto gettando già lo sguardo alla prossima annata
CALCIO
9 ore

Alex Frei è il nuovo allenatore del Basilea

L’ex attaccante rossoblù, fresco di promozione in Super League con il Winterthur, ha firmato un contratto di due anni con il club che lo ha lanciato
Tennis
9 ore

Stan Wawrinka deve già salutare il Roland Garros

Il 37enne vodese, rientrato sul circuito solo a fine marzo dopo oltre un anno di stop, è stato sconfitto al primo turno in quattro set dal francese Moutet
corsa d’orientamento
9 ore

Tornano i big e vincono nei boschi malcantonesi

Ad Astano si impongono Manuele Ren (nonostante qualche sbavatura) davanti a Tobia Pezzati ed Elisa Bertozzi su Elena Pezzati
Hockey
9 ore

Nico Hischier, tutta la stoffa del capitano

Terzo elvetico ad avere la ‘C’ sulla maglia in Nhl dopo Streit e Josi, il ventitreenne vallesano si gode il ruolo di leader. ‘Ma non sono certo l’unico’
atletica
10 ore

Salvadé e Delorenzi campioni ticinesi

Premiati anche Kariem Hussein, l’italiana Iezzi, Mattia Tajana, Nathan Oberti, Desirée Regazzoni e Laura Torino-Imberti
Hockey
10 ore

Helsinki, capolinea Italia (e miracolo Danimarca)

La selezione di Ireland e Huras perde il posto nell’élite, battuta 5-2 dal Kazakistan. Gli scandinavi, invece, battono nientemeno che il Canada
L’angolo delle bocce
10 ore

A Chiasso vittorie per Eichenberger-Gianinazzi e Bianchi

Il duo dell’Ideal si è imposto nella Boccia d’oro e il rappresentante della Condor Club nell’Arte e Bocce
basket
10 ore

Il Riva è terzo. ‘E dire che per alcuni non avevamo stimoli’

Buona stagione della squadra di Valter Montini, nonostante le tante giovani in campo e qualche infortunio di troppo
Hockey
16 ore

Per il Lugano due amichevoli a Straubing

I bianconeri invitati alla Gäubodenvolksfest-Cup in Germania dal 19 al 21 agosto
Formula 1
1 gior

Verstappen e una serenità figlia (anche) della cura dei dettagli

Con la doppietta in Spagna le Red Bull hanno ripreso il comando del Mondiale ai danni di una Ferrari che ha tradito Leclerc sul più bello
Hockey
1 gior

La Svizzera e la rimonta della domenica: fanno sei su sei

Primo tempo pessimo, poi gli elvetici escono alla distanza e vincono 5-2. Ma perdono per strada Scherwey: per l’attaccante del Berna il Mondiale è finito
Calcio
1 gior

Acb, un bel successo per festeggiare la promozione

I granata, ormai certi della salita in Challenge League, battono 3-2 l’Étoile Carouge con un gol di Souza nel recupero.
CICLISMO
04.03.2021 - 13:12
Aggiornamento : 17:21

Il Tour de Suisse numero 84 da Frauenfeld ad Andermatt

Svelato il percorso della corsa nazionale in programma, pandemia permettendo, dal 6 al 13 giugno. Venerdì 11 la carovana transiterà dal Ticino

Dopo un anno di stop a causa della pandemia, il Tour de Suisse è pronto a ripartire. Lo farà, condizioni sanitarie permettendo, il 6 giugno con l’avvio da Frauenfeld dell’84.ma edizione che si concluderà il 13 ad Andermatt con il classico Circuit des Alpes. Il percorso è pronto in ogni minimo dettaglio, ma gli organizzatori continuano a essere legati a quella che sarà l’evoluzione della pandemia. Il punto critico, come si precisa in un comunicato diramato dal TdS, è legato alla presenza del pubblico nelle sedi di partenza e di arrivo, ma anche lungo le strade. Per il momento, rimangono aperte tutte le possibilità, da una corsa in bolla e senza né spettatori né attrazioni (villaggio, offerte Vip, TdS-Kids…), fino a un’edizione normale. A causa del rapido evolversi della situazione sanitaria, non è al momento possibile sapere quale sarà la formula adottata. Gli organizzatori rimangono in stretto contatto con le autorità, ma occorrerà attendere ancora settimane o addirittura mesi prima di poter rilasciare comunicazioni ufficiali e, soprattutto, definitive.

Intanto, però, il percorso è pronto. Quella del 2021 sarà un’edizione di Tour de Suisse divisa in due: una prima parte piuttosto veloce e favorevole a finisseur e velocisti, una seconda assai più esigente dal profilo dell’altimetria. I corridori pedaleremo in senso antiorario dapprima nella regione del lago di Zurigo, per poi attraversare l’Altopiano e raggiungere il Vallese, da dove torneranno verso il cuore delle Alpi.

Mille chilometri in otto giorni

La corsa scatterà con una cronometro individuale di 11 km a Frauenfeld. Percorso piatto e veloce per una sfida tra due “régionaux de l'étape”, Stefan Küng e Stefan Bissegger che abitano entrambi nei pressi del tracciato.

Il secondo giorno la partenza è prevista da Neuhausen am Rheinfall per arrivare a Lachen dopo 173 km e un dislivello di 2’375 metri. Il plotone avrà quale panorama iniziale le imponenti cascate del Reno, per poi spostarsi verso il lago di Costanza. Nella regione di Weinfelden sono piazzati anche i primi due gran premi della montagna (il Ghöch, 13 km all’8,3% di media e l’Oberricken, 7,9 km al 5,2%, entrambi di seconda categoria). Il finale sarà piuttosto movimentato, con altri due Gpm (Galgenen di terza categoria e Altendorf di seconda). Tappa adatta agli attaccanti.

Martedì 8 giugno la corsa ripartirà da Lachen alla volta di Pfaffnau (183 km per 2’490 metri di dislivello). Sarà la frazione più lunga e presenterà caratteristiche da classica primaverile con un tracciato vallonato, contraddistinto da tre salite di terza categoria (Zofingen, Rütsch e Galgenen).

Giornata che potrebbe arridere ai velocisti quella del 9 giugno, con la St. Urban - Gstaad di 171 km per 2’096 metri di dislivello. In programma un solo Gpm di seconda categoria, il Saanenmöser (7 km al 4,7%), posto comunque ad appena una decina di chilometri dall’arrivo. Le squadre dei velocisti dovranno lavorare molto bene per tenere al coperto i loro capitani su un’ascesa comunque non particolarmente insidiosa.

I giochi inizieranno a farsi seri a partire dalla quinta frazione, la Gstaad - Leukerbad (172 km per 2’850 metri di dislivello). Dopo appena 16 km il gruppo dovrà affrontare il Col du Pillon di prima categoria (7 km al 5,2%). Tornata sul fondovalle, la corsa passerà davanti al Centro mondiale del ciclismo di Aigle e si dirigerà verso la seconda asperità di giornata, l’Albinen (7 km al 5,2%, terza categoria). Subito dopo è prevista la salita verso Leukerbad (17 km) che verrà però affrontata da una via d’accesso inedita e poco conosciuta, caratterizzata da molti tornanti.

Venerdì  11 giugno la carovana del Tour de Suisse transiterà anche dal Ticino, pur senza farvi tappa. La partenza verrà data a Fiesch per un arrivo giudicato a Sedrun. Nemmeno il tempo di scaldare la gamba e subito bisognerà affrontare il passo della Novena (14 km all’8%), punto più alto della corsa con i suoi quasi 2’500 metri e porta d’accesso al Sud delle Alpi. La carovana scenderà in valle Bedretto, poi da Airolo raggiungerà Biasca per inoltrarsi nella valle di Blenio, da dove affronterà il Lucomagno, il secondo passo più frequentato dalla corsa nazionale elvetica (21 km al 4,3%), per raggiungere i Grigioni e l'arrivo a Sedrun.

Il TdS si concluderà con un weekend nel cuore delle Alpi. Sabato 12 è in programma la cronometro che porterà da Disentis ad Andermatt (23 km per 656 di dislivello) attraverso il passo dell’Oberalp (13 km al 6,9%). Domenica, gran finale con il Circuit des Alpes. Partenza e arrivo ad Andermatt (118 km per 3’608 metri di dislivello) dopo un menu che prevede la scalata di tre passi: Furka (13 km al 6,9%), Grimsel (6 km al 6,8%) e Susten (27 km al 5,9%).

In totale, l’84.ma edizione del Tour de Suisse prevede una distanza complessiva di 1’013 km per un dislivello di 17’844 metri.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
ciclismo tour de suisse

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved