laRegione
prima-sconfitta-stagionale-della-sam
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
FOOTBALL
6 min

Tutti insieme appassionatamente: in 22 mila al Superbowl

Nonostante il Covid, molta gente potrà assistere dal vivo alla finale di Tampa, il 7 febbraio. Tra loro oltre 7000 tra medici e infermieri già vaccinati
Altri sport
49 min

Il Motomondiale parte il 28 marzo. Con due Gp in bilico

Pubblicato il calendario della nuova stagione: il via con un doppio appuntamento in Qatar, ma la corsa in Argentina e quella delle Americhe sono in sospeso
Sci
3 ore

Gut-Behrami e compagne steccano nella vittoria di Goggia

Nella discesa di Crans-Montana dominata dall'italiana le "big" rossocrociate chiudono lontanee così le migliore elvetiche sono Flury (quinta) e Nufer
Sci
4 ore

Un grande Feuz vince a Kitzbühel, terribile caduta per Kryenbühl

Il bernese, quattro volte secondo sulla Streif, autore di una discesa strepitosa, s'impone davanti a Mayer e Paris. Schianto dello svittese sul salto finale.
Calcio
6 ore

Il Lugano accoglie il terzino Opara e saluta Odgaard

Christopher Lungoyi diventa di proprietà della Juventus (operazione inversa per Monzialo) ma può restare in bianconero fino al 2022. Parte anche Seferaj.
Altri sport
10 ore

Olimpiadi di Tokyo, il Giappone smentisce The Times: 'Si faranno'

Dopo un articolo pubblicato dal quotidiano britannico che ventilava un posticipo al 2032 viene dichiarato che ogni tentativo verrà effettuato
Calcio
11 ore

Sepp Blatter è in coma artificiale

L'ex presidente della Fifa 'sta facendo progressi ogni giorno, ma ci vorrà molto tempo per guarire' afferma intervistata la figlia
Basket
03.01.2021 - 19:140

Prima sconfitta stagionale della Sam

La Spinelli cade sotto i colpi del Neuchâtel: pur giocando male e sbagliando tanto, è comunque rimasta a lungo in partita

Inizia con una sconfitta il 2021 della Spinelli che coincide anche con la prima sconfitta stagionale. Una caduta che si legge apertamente nei numeri che vedremo in seguito, anche se l’82-75 si materializza con 5 punti di Taylor dalla lunetta sul fallo sistematico massagnese, arrivati a soli 2 punti, 77-75, a 20 secondi dalla sirena, ma sprecando anche tre possessi, l’ultimo una palla persa.

Già, arrivati a due punti con un rush finale tutta grinta, difese variate fra zona e uomo e maggior attenzione ai rimbalzi, dopo il 75-63 a 5'30 dalla fine. Non da ultimo, a sostegno che l’aggancio avrebbe anche potuto starci, un 1/5 dalla lunetta di un impalpabile Richardson nei minuti cruciali, sui dieci sbagliati dalla Sam in tutta la partita. E, già che ci siamo, ecco le cifre: 22/73 al tiro – 14/46 da 2, 30%, 8/27 da 3 e 23/33 nei liberi – a testimonianza di una gara inguardabile da questo aspetto. Cifre raddrizzate un po’ nella seconda parte di gara, dopo il 9/37 (23%) a metà gara, con 3/13 di Dusan Mladjan, 1/9 di Nottage e 1/6 di Molteni. Eppure, con questo sfacelo mai visto in questa stagione, la Spinelli ha concesso partita a soli 20 secondi dalla fine il che è tutto dire, soprattutto sul piano delle recriminazioni. I neocastellani hanno tirato meglio, 31/63, han preso rimbalzi come Massagno, 44-43, ha perso persino 16 palloni contro gli 8 della Sam e ha beneficiato comunque di 3 tecnici fischiati a Mladjan e compagni, mai capaci a tener la bocca chiusa, ben sapendo che sono sotto “osservazione speciale”. Ma la partita l’ha persa Massagno, non gli arbitri, ondivaghi e compensatori a strappi, ma ininfluenti quando tiri con il 30% e sbagli 10 liberi.

Gara che è andata a strappi, con un 9-0 neocastellano a fine primo quarto, 21-16. Recupero Sam e 27 pari al 6’, prima del 13-1 per un 40-30 a metà gara. Scappa a +13 Neuchâtel, 55-42 al 6’ e poi la Sam ribatte con un 9-0, 55-51 al 9’ e 60-53 all’ultima pausa.

Poi il saliscendi finale. Sono pesati molto i falli, tre, di Marko Mladjan in 6 minuti di campo nel primo tempo, perché il suo rientro nel secondo tempo è stata l’arma della rimonta con 23 punti, prima di uscire con 5 falli a 5’ dalla fine: è stato questo il gap maggiore della Sam, non la giustificazione a tutto.

Una gara persa malamente: l’assenza di Andjelkovic non può essere un alibi, il viaggio negli Stati Uniti di Richardson un dubbio evidente.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved