laRegione
sam-ancora-in-quarantena-in-campo-solo-il-lugano
Altro osso durissimo per le Tigri (Ti-Press/F.Agosta)
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio regionale
19 min

La Seconda Lega ai raggi X: statistiche e curiosità

Allenatori vincenti, record di cartellini, punti in rimonta, chi rende meglio in trasferta e tanto altro. La Seconda Lega in numeri
Tennis
1 ora

Naomi Osaka diventa il personaggio di un nuovo manga per ragazze

La giapponese, attuale numero 3 al mondo, sarà la vedette di una nuova serie chiamata "Unrivaled Naomi Tenka-ichi", destinato a un pubblico femminile e giovane
Sci
2 ore

Marc Gisin si ferma: mai più come prima dopo la caduta in Val Gardena

Il 32enne fratello di Dominique e Michelle non ha più ritrovato la forma dopo lo spaventoso caduta del dicembre 2018
Formula 1
14 ore

Bahrein, la gratitudine di Grosjean: 'Devo la vita all'Halo'

Le prime parole del pilota ginevrino con licenza francese dopo il rogo in pista. 'Prima non ne ero entusiasta, ma senza di lui adesso non sarei qui'
Hockey
15 ore

Hcl a rischio quarantena: verifiche mediche

Dopo Zugo e Langnau anche i bianconeri potrebbero finire nuovamente in isolamento per il Covid. Risultati attesi nella giornata di lunedì
Calcio
16 ore

Caso Maradona, indagato il medico: 'omicidio colposo'

I magistrati non formulano accuse specifiche ma vogliono vedere chiaro sull'operato del neurochirurgo. Che si difende. 'Ho fatto più del dovuto, non meno'
Calcio
18 ore

Lugano, colpo da ‘grande’. Ce la meritiamo, questa classifica’

Vittoria 1-0 contro il Basilea e risultato utile numero 17 per i bianconeri. Decide Mattia Bottani allo scadere. ‘Un gol di cui avevo un gran bisogno’
Basket
19 ore

La Svizzera è una 'bomba' e il successo sulla Serbia è storia

La selezione di Gianluca Barilari supera i vice campioni olimpici nelle qualificazioni a Euro 2022 grazie al tiro da tre, con la tripla decisiva di Dusan Mladjan
BASKET
20.11.2020 - 16:210
Aggiornamento : 19:34

Sam ancora in quarantena: in campo solo il Lugano

Dopo la positività di Kozic, giocatore del Boncourt che è stato avversario dei massagnesi mercoledì. All'Elvetico, invece, domani arriva il quotato Olympic

La Sam si ferma ancora, dopo la positività di Juraj Kozic, in campo contro i massagnesi mercoledì e, ovviamente, in quarantena finisce anche tutto il Boncourt.

Il Lugano, invece ospita l’Olympic, anche se fino all’ultimo ci si aspettava la decisione di un rinvio, considerate le voci circolanti sul conto di Petar Aleksic, che davano il coach dei burgundi risultato positivo al test. Si vede (e si spera) che non sia così, e quindi che le normative vigenti siano per tutti le stesse e vengano rispettate da tutti allo stesso modo. In ogni caso all'Elvetico arriverà la squadra campione e sugli spalti i posti a disposizione per il pubblico saranno soltanto trenta (su iscrizione), in attesa di qualche futuro allargamento. Non perché 50 o 100 tifosi facciano la felicità del cassiere, ma perché il palazzetto vuoto è di una desolazione unica. Pur con il rispetto per le norme e la prudenza del caso, non sarebbe male se l’occupazione fosse possibile almeno nella misura del 15-20%: vorrebbe dire che, con i 500 posti all’Elvetico, si arriverebbe almeno un centinaio di tifosi e ci sarebbero comunque le distanze per tutti. Ma le strette regole sono a salvaguardia della salute, quindi, adeguiamoci in attesa che lo sport torni a essere quello di sempre anche per il pubblico.

Di sicuro, per i Tigers questo non è certamente il momento migliore per i affrontare l’Olympic, perché i ragazzi di Cabibbo sono in piena fase di costruzione. Lo si è visto nelle quattro uscite stagionali: vittoria sofferta contro gli Starwings e sconfitte pesanti contro Neuchatel, Ginevra e Massagno. E il poker delle migliori si conclude oggi, con l’Olympic che, al netto delle sconfitte patite sinora contro Spinelli e Ginevra, rimane pur sempre la squadra da battere in qualsiasi competizione. Jackson, Morris, Garrett, Zinn, Cotture e Gravet sono tutti giocatori da doppia cifra, con molta fisicità e tecnica adeguata. Una compagine costruita per l’Europa, che in Elvezia avrà comunque da soffrire un po’, vista la situazione attuale e le due sconfitte possono essere un segnale. Il Lugano di oggi non può impensierirli, a meno che in settimana all'Elvetico tutti si siano rivoltati come calzini e siano diventati una squadra. Poco immaginabile, visto come le tendenze al collettivo dei vari Jackson e Minnie, la scarsa forma di Aw e la poca incisività degli svizzeri possano dar man forte a Nikolic, l’unico sinora ad ergersi a protagonista nelle varie sfide. Che non sia questa la stagione della rinascita ci pare chiaro sin d’ora, anche perché le finanze non permettono cambi a iosa: ma vedere in campo sempre cinque giocatori che danno il massimo sia in attacco sia in difesa, capaci di lottare su ogni palla, beh, almeno questo i tifosi se lo aspettano. Che sia oggi il primo passo in tal senso? Sarebbe già un passo avanti.

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved