laRegione
ho-commesso-qualche-errore-ma-un-top-15-mi-da-molto-morale
SPORT
Risultati e classifiche
ULTIME NOTIZIE Sport
Calcio
23 min

Lugano, Mattia Bottani positivo al Covid-19

Dopo l'incontro di sabato, l'attaccante dei bianconeri non ha più avuto contatti con la squadra ed è in isolamento a casa sua
Calcio
49 min

‘Il calcio andrà avanti, ma serve più consapevolezza e impegno’

Matteo Vanetta, assistente allenatore dello Young Boys, a ruota libera sulla delicata situazione del calcio, sull'inizio di stagione dei bernesi e sul Lugano
Hockey
10 ore

'Possiamo essere fieri di questo successo'

Noele Trisconi si gode la vittoria dell'Ambrì Piotta sui Lions: 'Stasera abbiamo sudato e lavorato duro'
Hockey
11 ore

Questa volta l’overtime castiga il Lugano

Tanti tiri, pochi gol, ma una prestazione convincente quella che ha permesso ai bianconeri di conquistare un punto (sconfitta 2-1) a Losanna
Gallery
Hockey
11 ore

Nättinen prende per mano l'Ambrì e lo porta al successo

Lo scatenato topscorer finlandese segna 4 reti e i biancoblù stendono lo Zurigo (ma perdono Müller): alla Valascia finisce 5-2
Calcio
12 ore

Il presidente del Barcellona Bartomeu si dimette

Con lui la Giunta in blocco. Decisione presa dopo il via libera al referendum per la mozione di sfiducia alla dirigenza blaugrana.
Tennis
12 ore

Federer in tv con le scarpe griffate: Srf nei guai

Violato il divieto di pubblicità. L'episodio è stato segnalato da un telespettatore che ha inoltrato un reclamo poi accolto dall'organo di mediazione
Atletica
13 ore

Squalifica di due anni per il re dello sprint Coleman

Il 24enne statunitense, campione del mondo in carica dei 100 m, sospeso per le ripetute violazioni del regolamento antidoping
MOUNTAIN BIKE
01.10.2020 - 17:500
Aggiornamento : 19:18

'Ho commesso qualche errore, ma un top 15 mi dà molto morale'

Cdm a Nove Mesto, il ticinese Filippo Colombo chiude al 14.mo posto una prova vinta dal danese Andreassen. Nessuno svizzero sul podio

A Nove Mesto (Repubblica ceca), primo cross-country di Coppa del mondo con poche soddisfazioni per i colori rossocrociati. In campo maschile la vittoria è andata al 23.enne danese Simon Anderassen, davanti al francese Maxime Marotte e all’olandese Milan Vader, mentre tra le donne a trionfare è stata la 21.enne francese Loana Lecompte (pure lei al primo trionfo a questi livelli), che ha preceduto l’olandese Anna Terpstra e la campionessa del mondo Pauline Ferrand Prevot. Filippo Colombo ha chiuso al 14.mo posto a 1’43” dal vincitore. Per il ticinese, all’esordio in Coppa del mondo nella categoria élite, si tratta di un risultato incoraggiante, anche perché nel finale è riuscito a recuperare alcune posizioni. «Sono abbastanza contento della mia prestazione, un posto nei 15 non è da buttare – commenta il ticinese del Team Absalon –. Ho commesso alcuni errori tecnici, in particolare sulla salita, ma non posso dimenticare che si trattava del mio primo cross-country di Cdm tra gli élite. E la differenza di livello si è vista, c'è un sacco di ragazzi sullo stesso livello. Negli U23 se commettevi un errore potevi recuperare senza troppa fatica, adesso invece se ti rilassi o sbagli, perdi immediatamente tre o quattro posizioni e non riesci più a chiudere il buco».

Nonostante il ritmo più alto rispetto alla categoria U23, nel finale Colombo ha dimostrato di essere fisicamente pronto... «Ho recuperato cinque o sei posizioni, è vero. Stavo bene e questo mi fa ben sperare per i prossimi giorni. Adesso ho perso le misure della categoria e domenica, nella seconda prova di cross-country, mi piacerebbe migliorare il mio risultato».

Intanto, però, domani è in programma una short-race. Dopo il quarto posto di martedì, Colombo punta ancora in alto... «Penso di poter fare nuovamente una buona gara. Un posto tra i primi otto sarebbe magnifico, in quanto mi garantirebbe la prima fila per la prova di domenica».

Nessun elvetico è salito sul podio, ma il più atteso di tutti, il campione del mondo in carica Nino Schurter, è stato protagonista di un incredibile recupero. Partito malissimo, si è subito ritrovato staccato dai migliori, tanto che a metà gara occupava la 23.ma posizione. Da lì in poi, però, ha iniziato a pedalare sui suoi standard e a recuperare posizioni su posizioni. Non ha potuto fare la differenza con i migliori (il distacco è sceso a un minimo di una ventina di secondi), ma è comunque riuscito a chiudere ai piedi del podio. Degli altri svizzeri, da segnalare la prova di Mathias Flückiger, rimasto a lungo con i migliori, ma letteralmente scoppiato poco dopo metà corsa (si è ritirato). 

In campo femminile, niente da fare per Sina Frei che ha chiuso al 7. posto, migliore delle elvetiche davanti a Alessandra Keller (10.ma), Linda Indergand (13.ma) e Jolanda Neff (17.ma).

SPORT: Risultati e classifiche

© Regiopress, All rights reserved