ISNER J. (USA)
Wawrinka S. (SUI)
11:00
 
ISNER J. (USA)
0 - 0
11:00
Wawrinka S. (SUI)
ATP-S
DIRIYAH SAUDI ARABIA
Consolation bracket.
Winner plays Struff or Pouille.
Ultimo aggiornamento: 13.12.2019 10:43
ISNER J. (USA)
Wawrinka S. (SUI)
11:00
 
ISNER J. (USA)
0 - 0
11:00
Wawrinka S. (SUI)
ATP-S
DIRIYAH SAUDI ARABIA
Consolation bracket.
Winner plays Struff or Pouille.
Ultimo aggiornamento: 13.12.2019 10:43
Ciclismo
15.06.2018 - 16:400

Quintana attacca, ma Porte si difende e blinda il TdS

Domani a Bellinzona in maglia gialla ci sarà l'australiano. Il colombiano ha provato a dinamitare la corsa sulla salita verso Arosa.

Nairo Quintana ha provato a dinamitare il Tour de Suisse, nell'ultima occasione a lui favorevole, l'arrivo in salita ad Arosa. Il colombiano si è dovuto accontentare della vittoria di tappa e non della maglia gialla, ma in proiezione Tour de France ha portato a termine un ottimo test. La maglia di leader è rimasta sulle spalle di Richie Porte, il quale ha di fatto messo in cassaforte la vittoria dell'82° TdS. Infatti, difficilmente l'australiano andrà in difficoltà nella tappa pianeggiante di domani a Bellinzona e, addirittura, domenica nella cronometro può puntare ad aumentare il vantaggio in classifica generale, vantaggio che attualmente si fissa in 17” su Quintana e 52” sull'olandese Keldermann. 

In una frazione che presentava la salita tra Coira e Arosa quale unica difficoltà di giornata, Quintana è passato all'attacco sin dai primi metri di ascesa. Ha subito guadagnato una ventina di secondi, ma non è mai riuscito a fare per davvero il vuoto (una quarantina di secondi il vantaggio massimo). Anche perché quella grigionese è una salita piuttosto irregolare, dura all'inizio e alla fine, ma molto più pedalabile (con tratti di pianura e, addirittura, di discesa) nella parte centrale. E Porte ha potuto avvalersi dell'appoggio prima di Van Garderen, poi di Van Avermaet per cercare di tenere alto il ritmo. Davanti, Quintana è andato a riprendere uno a uno tutti gli uomini della fuga di giornata (una trentina), ma molti degli uomini recuperati gli si sono messi a ruota senza mai dargli un cambio, per cui è stato costretto a fare tutto da solo. A 5 km dal'arrivo, quando la strada è tornata a salire prepotentemente, il colombiano ha lanciato un nuovo attacco, ma da dietro Porte ha fatto lo stesso e nel testa a testa a distanza a vincere è stato l'australiano che ha chiuso al terzo posto (dopo Fuglsang) a 2” da Quintana. Un ritardo più che sufficiente per mantenere la maglia gialla e blindare il Tour de Suisse. Tour che nel weekend vivrà l'apoteosi sulle strade di Bellinzona, con una tappa in linea domani e una a cronometro domenica.

Tags
quintana
porte
salita
tour
maglia
vantaggio
colombiano
tappa
tour de
bellinzona
© Regiopress, All rights reserved