permessi-di-soggiorno-la-polizia-mette-il-naso-nei-cassetti
Iscriviti alla newsletter
Ogni giorno la redazione seleziona le notizie che compongono la nostra newsletters.
Per riceverla tramite email, iscriviti, l'invio è gratuito
ULTIME NOTIZIE Newsletter
23.06.2022 - 07:14
Aggiornamento: 19:06

Permessi di soggiorno: la polizia mette il naso nei cassetti

I 50 di Zidane, la lontana parità salariale per le calciatrici svizzere, un concorso per un grado di polizia non previsto, fini e mezzi della politica

Al netto d’un lavoro, di un domicilio e di tutte le carte in regola, cosa serve per ottenere un permesso di soggiorno in Ticino? «Tanto autocontrollo, la risposta pronta e la capacità di resistere a un’inquisizione che non è solo umanamente umiliante, ma alla fine appare come un enorme spreco di risorse, dettato da una procedura figlia di un’assurda presunzione di colpevolezza». Così ci dice un professionista che chiameremo Alberto, che da questo labirinto ci è passato da poco.

Il commento di Jacopo Scarinci esplora le arti politiche, a margine del dibattito in Gran Consiglio sulle imposte di circolazione. Una vittoria per il Ppd il cui obiettivo era quello di portare la cittadinanza alle urne, mentre il Plr dovrebbe probabilmente mutare la propria strategia "smettendo i panni del sergente di ferro".

Colpi di genio e colpi di testa: cinquant’anni vissuti intensamente quelli di Zinedine Zidane, dentro e fuori dal campo, tra giocate da film e raptus incontrollabili. È l’approfondimento di Roberto Scarcella.

È una buona notizia che l’Associazione svizzera di football abbia deciso di equiparare per maschi e femmine i premi provenienti da Fifa e Uefa. Non si sta parlando però di parità salariale, come ricorda nel suo commento Stefano Marelli: ‘Affinché si realizzi, infatti, imprescindibile sarebbe la professionalizzazione delle calciatrici, requisito che manca e che sembra utopico anche a medio termine’.

In maggio si è concluso il concorso per l’assunzione di un responsabile del servizio esterno della Polizia ‘Ceresio Sud’. C’è però un problema: il grado di aiutante – così come richiesto nel bando – non è previsto. Per il comandante Sandro Ponti sui gradi delle Polizie c’è ‘un vizio di forma’.

Leggi anche:

Permessi, la polizia mette ancora il naso nei cassetti

Colpi di genio e colpi di testa: i 50 anni di Zidane

Calcio femminile a maturazione lenta

Nel regolamento sui gradi delle Polizie c’è ‘un vizio di forma’

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
newsletter permessi soggiorno
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved