Newsletter
A Giubiasco si costruisce sempre di più e c’è chi si preoccupa
Negli ultimi anni sono sorti numerosi stabili, destinati soprattutto ad appartamenti. Ma ce n’è davvero bisogno?
16 Dicembre 2021
|

Non è un segreto che a Giubiasco negli ultimi anni siano stati edificati diversi nuovi stabili, in particolare destinati ad appartamenti. E questa tendenza sembra proseguire, visto che vi sono altri cantieri in corso e diverse modine che spuntano nei prati o sopra case già esistenti. Un’attività edilizia che crea anche preoccupazione in quello che oggi è un quartiere di Bellinzona. Ce ne ha parlato una confinante direttamente toccata da uno dei numerosi progetti di costruzione, visti anche i numerosi sfitti.

“Il Cdm si dimetta. Subito” è il titolo del commento in Prima pagina a firma di Andrea Manna. Il vicedirettore prende spunto dalla notizia che il Tribunale d’appello ha accolto, a maggioranza, la richiesta di ricusa del Consiglio della magistratura in carica avanzata lo scorso aprile dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier; non risparmiando pesanti critiche al Consiglio per le modalità con cui lo scorso anno, in vista del rinnovo delle cariche in seno al Ministero pubblico, aveva preavvisato negativamente, con valutazioni insolitamente dure quanto a contenuti e toni, la rielezione di cinque pp, fra cui Alfier.

Nelle pagine di Lugano una bella storia di creatività e iniziativa. È quella di Agatha Bottinelli Montandon, 26enne di Ponte Capriasca appassionata di vintage, che ha creato la pagina di re-selling Les fripes c’est chic (su Instagram @lefripcestchic). Il suo obiettivo? Sensibilizzare e promuovere l’acquisto di capi vintage o di seconda mano: sostenibilità e qualità sembrano essere un binomio vincente anche in Ticino.

Per uno sportivo il ritiro dalle competizioni è sempre un momento denso di emozioni, soprattutto quando questa scelta non è dettata dalla propria volontà, ma da fattori esterni. È il caso del ‘Kun’, l’argentino Sergio Agüero che ieri ha annunciato il suo addio al calcio giocato a causa di un problema cardiaco. La stessa sorte è toccata al trentaduenne Michael Perrier, ex giocatore, tra le altre, di Lugano, Chiasso e Bellinzona. Vittima di un arresto cardiaco, era rimasto tre giorni in coma. «La paura ha avuto un ruolo – ci ha detto Perrier – ma ho smesso per la mia famiglia».

I patrizi di Malvaglia venerdì dovranno decidere se approvare il credito per la realizzazione di una strada per Montegreco, sopra il paese della Valle di Blenio. Una infrastruttura che permetterebbe di completare l’offerta turistica e finalmente partire con i progetti ancora in fase di realizzazione nella regione. Eros Valchera, presidente della fondazione Monte Greco, lancia un appello ai patrizi di Malvaglia e si appella alla solidarietà.

Buona lettura!

Leggi anche:
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE