cannabis-la-svizzera-guarda-avanti-ma-il-ticino-e-fermo
Newsletter
18.09.2021 - 05:300

Cannabis, ‘la Svizzera guarda avanti ma il Ticino è fermo’

Consegnate al Municipio di Cugnasco–Gerra 206 firme contro ‘la puzza insopportabile’ provocata dalle coltivazioni di canapa sul Piano di Magadino

Secondo Sergio Regazzoni, coordinatore dell’Associazione cannabis ricreativa Ticino, il problema principale nel nostro cantone «è il pregiudizio fortissimo contro il produttore, ma prima ancora contro la canapa stessa».

Sul fronte case anziani, Balerna e Chiasso non trovano l’intesa per una gestione unitaria dei due istituti. Gli esecutivi hanno provato a trovare un accordo, ma fin dai primi momenti la proposta di costituire un Ente autonomo per le strutture geriatriche comunali aveva fatto storcere il naso a Balerna, in particolare ad alcune forze politiche (Plr e socialisti in primis).

Alla piscina Valgersa di Savosa è stato realizzato un servizio fotografico al quanto inconsueto. Si tratta di scatti subacquei del fotografo Franco Taranto. I soggetti: quattro ballerine avvolte in tessuti colorati sullo sfondo di alcuni luoghi d’eccellenza della cultura come l’Operà di Parigi e il Teatro alla scala.

Tra spinte gentili e presunte derive è il titolo del commento di Generoso Chiaradonna, che ci ricorda la base legale sulla quale si posano le decisioni per mitigare la pandemia del Consiglio federale. Disposizioni che negli ultimi mesi hanno limitato le libertà individuali. Inoltre, rammenta, l’opzione di obbligo vaccinale è prevista dalla legge.

L’iniziativa sui rimborsi delle spese legali nei casi di legittima difesa “rimane un testo mal scritto, che apre le porte alla discriminazione”. Ci spiega il perché Lorenzo Erroi nel suo commento, che torna sul testo di nuovo alle urne.

Buona lettura.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved