Curiosità

Basilea dice sì, e lo zaffiro da record è aggiudicato

Dopo indagine gemmologica svizzera, raro esemplare blu del Kashmir battuto a 370mila euro a Torino dopo lunga serie di rilanci

Zaffiri d’archivio
(Keystone)
2 aprile 2024
|

In un'asta di gioielli da record organizzata da Bolaffi negli scorsi giorni, il pezzo più pregiato era un raro zaffiro blu del Kashmir da 4,61 carati, aggiudicato a 370mila euro dopo una lunga serie di rilanci che ha coinvolto collezionisti internazionali. Lo zaffiro, caratterizzato dal peculiare colore uniforme blu vellutato, il più ricercato e apprezzato, era stato conferito ad Aste Bolaffi, insieme ad altri preziosi, dagli eredi di un'importante famiglia milanese. In quanto privo di certificazioni che ne attestassero la provenienza, Aste Bolaffi ha quindi incaricato di effettuare le indagini gemmologiche il Ssef di Basilea (Svizzera), una delle più autorevoli istituzioni al mondo per l'analisi delle pietre preziose. La ricerca ha consentito di confermare ufficialmente la provenienza dello zaffiro: la regione indiana del Kashmir dove, nella seconda metà dell'Ottocento, fu scoperta una piccola miniera ricca di zaffiri di straordinaria bellezza.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE