Curiosità

È il tuffetto l’uccello dell’anno 2024

Lo si ritrova anche ai laghetti di Gudo, Origlio, Muzzano e nei canneti sul Lago Ceresio. Emblema di acqua di alta qualità

Il tuffetto
30 novembre 2023
|

È uno dei nostri uccelli acquatici più piccoli e un emblema di acque di alta qualità: si tratta del tuffetto, designato da BirdLife uccello dell'anno 2024. Per questa specie la conservazione degli habitat esistenti è importante quanto il ripristino e la creazione di nuovi specchi d'acqua, sottolinea l'organizzazione, aggiungendo che questo animale è un ambasciatore per lo sviluppo dell'infrastruttura ecologica.

Molte persone probabilmente hanno già visto il tuffetto, ma lo hanno confuso con una giovane anatra, prosegue BirdLife, ricordando che fa parte della famiglia dei Podicipedidi, come lo Svasso maggiore, ed è presente in Svizzera tutto l'anno.

In inverno, periodo durante il quale esemplari provenienti da nord si aggiungono ai nostri uccelli nidificanti locali, è relativamente facile osservarlo mentre nuota o si immerge in superfici d'acqua aperte. In primavera, durante la riproduzione, trascorre la maggior parte del tempo nascosto tra i densi canneti, ma viene tradito dai suoi trilli.

Il tuffetto è molto diffuso e nidifica soprattutto a basse quote sull'Altopiano, fino a 700 metri di altitudine, ma lo si può trovare anche in alcune vallate alpine, come nei Grigioni. È inoltre ben distribuito nei principali specchi d'acqua ticinesi. È presente soprattutto alle Bolle di Magadino che ogni anno ospitano una ventina di coppie nidificanti. Il massimo si è avuto nel 2018 con ben 26 coppie presenti nella riserva. Lo si ritrova anche ai laghetti di Gudo, Origlio, Muzzano e nei canneti sul Lago di Lugano.

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE