la-svizzera-va-rimisurata-swisstopo-torna-sul-terreno
Keystone
Negli anni, le cose possono cambiare
23.05.2022 - 17:51
Aggiornamento: 18:16
Ats, a cura de laRegione

La Svizzera va rimisurata: Swisstopo torna sul terreno

Sino a ottobre si procederà a ricalcolare la posizione dei 220 punti fissi determinanti per le triangolazioni. La precisione sarà millimetrica

Qualche centimetro in più, o in meno, possono fare la differenza. Anche se le lunghezze in questione sono relativamente grandi. E così l’Ufficio federale di topografia (Swisstopo) ha deciso di tornare sul terreno per effettuare una nuova misurazione del territorio nazionale.

Concretamente, sino a ottobre sarà ricalcolata la posizione dei 220 punti fissi che servono poi per le triangolazioni, spiegano i funzionari bernesi che si occupano della cartografia. Un’operazione che un tempo richiedeva anni, mentre oggi è agevolata dai sistemi satellitari.

La precisione sarà dell’ordine di qualche millimetro, e il confronto con i risultati delle precedenti misurazioni, che hanno luogo ogni sei anni, permetterà di indicare i mutamenti in corso. La Confederazione – insieme ai Paesi limitrofi – si sposta infatti lentamente ma costantemente di circa 2,5 cm all’anno verso nord-est, sulla placca europea. Inoltre si verificano cambiamenti millimetrici anche su suolo elvetico, conseguenza ad esempio del sollevamento alpino ancora in corso.

Stando a Swisstopo, la precisione geografica è importante non solo per le mappe, bensì anche per i confini delle proprietà e nell’ambito della costruzione di ponti, strade e condutture.

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
misurazioni svizzera swisstopo
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved