13.04.2022 - 18:45

Sean Penn: ‘Ho pensato d’impugnare le armi contro la Russia’

In Ucraina a inizio conflitto, fuggì verso il confine polacco. Oggi dice: ‘Se sei stato in Ucraina ti sfiora il pensiero. E pensi, che secolo è questo?’

Ansa, a cura de laRegione
sean-penn-ho-pensato-d-impugnare-le-armi-contro-la-russia
Keystone
‘Ero a una stazione di servizio a Brentwood e...’.

Sean Penn vorrebbe tornare in Ucraina con la sua organizzazione di aiuti e ha anche ammesso di aver pensato d’impugnare le armi contro la Russia. Intervistato dall’Hollywood Authentic, l’attore, 61 anni, che all’inizio del conflitto si trovava in Ucraina per filmare un documentario e poi è stato costretto a scappare a piedi verso il confine polacco per l’aggravarsi della situazione, ha sottolineato che è tuttavia consapevole che al momento non sa cosa poter offrire al popolo ucraino se non appunto combattere al loro fianco. "Se sei stato in Ucraina – ha spiegato – ti sfiora il pensiero (combattere, ndr). E pensi, che secolo è questo? Ero a una stazione di servizio a Brentwood (nello stato di New York, ndr) l’altro giorno e ho pensato a imbracciare le armi contro la Russia? Che c**** succede?". Ha anche aggiunto che l’ultima volta avrebbe avuto senso per lui rimanere più a lungo in Ucraina solo con un fucile in mano e senza giubbotto anti-proiettile perché sarebbe stato meglio darlo a un civile o a un combattente esperto. Penn ha anche ricordato di aver incontrato il presidente Zelensky il giorno prima dell’invasione russa e di essere stato con lui un giorno durante il conflitto.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved