CAL Flames
2
ANA Ducks
3
fine
(1-1 : 1-0 : 0-1 : 0-1)
ARI Coyotes
4
STL Blues
7
fine
(1-1 : 1-5 : 2-1)
in-cina-si-faceva-la-birra-9-000-anni-fa
Uno stand al 22° Festival internazionale della birra a Qingdao city, Cina (Keystone)
Curiosità
06.09.2021 - 14:230
Aggiornamento : 15:26

In Cina si faceva la birra 9'000 anni fa

In un antico tumulo nel sud del Paese all'interno di vasi di ceramica sono stati rinvenuti residui che indicano un'abbondanza di muffe e lieviti

I popoli del sud della Cina hanno imparato a fare la birra da almeno 9’000 anni, secondo recenti scoperte di uno scavo presso il sito Qiaotou, nella città di Yiwu, nella provincia dello Zhejiang della Cina orientale.

In un antico tumulo sono stati rinvenuti indizi importanti, come residui di amido, fitoliti e funghi all'interno di vasi di ceramica. I resti fungini, che suggeriscono un'abbondanza di muffe e lieviti, sono stati trovati vicino al tipico microrganismo usato nella produzione di vino nell'attuale Asia orientale e sudorientale. Le tecniche antiche sono inoltre simili ai metodi tradizionali impiegati oggi per la produzione di vino di riso a Yiwu.

Secondo Wang Jiajing, uno dei ricercatori che ha condotto lo studio, gli esseri umani potrebbero aver scoperto il lievito osservando i raccolti ammuffiti.

Allo stesso tempo, nel sito sono stati dissotterrati due scheletri umani, considerati i primi del loro genere nello Zhejiang. L'uomo antico probabilmente usava il vino durante i riti, come i sacrifici e i funerali.

Tuttavia, secondo i ricercatori, all'epoca la gente del posto aveva appena iniziato a coltivare il riso selvatico e la resa del grano era talmente bassa da rendere le bevande alcoliche un lusso.

Il sito di Qiaotou, scavato per la prima volta nel 2014, appartiene a una cultura neolitica nota come Shangshan, che ha avuto origine nella parte inferiore dello Yangtze, o Fiume Azzurro, il corso d'acqua più lungo della Cina e dell'Asia. Si ritiene che la coltivazione del riso sia nata nei siti Shangshan.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Plos One.

© Regiopress, All rights reserved