skoda-enyaq-iv-suggestivo-suv-elettrico
Design evocativo e sportiveggiante per l’inedito Suv elettrico della marca ceca. Offerto in cinque varianti di potenza, anche con trazione 4x4.
Auto e moto
07.12.2020 - 09:000

Skoda Enyaq iV, suggestivo Suv elettrico

Allo stile vibrante combina ampia scelta di potenze e trazioni, con autonomia fino a 510 km

di AS

Avanza di gran carriera l’elettrificazione in seno al Gruppo Volkswagen ed interessa in prima linea l’apprezzata gamma Skoda, che con la suggestiva Enyaq iV si appresta a disporre di un potente Suv a batteria dalle notevoli ambizioni. Forte della consueta versatilità della marca, a partire proprio dalla disponibilità di svariate soluzioni di potenza e trazione per poter seguire al meglio le più disparate esigenze di mobilità. Prevista in distribuzione nel corso della prima parte del prossimo anno, la vettura – la cui esotica denominazione si rifà ad un termine gaelico che indica “principio” – sfrutta la piattaforma costruttiva comune MEB destinata alle propulsioni a batteria, prevedendo nella struttura base l’accumulatore disposto sul pianale con unità motrice e trazione posteriori. La gamma vedrà inizialmente l’offerta di cinque varianti: alla base si collocano la 50, con potenza di 148 cv, batteria da 55 kWh e autonomia di 340 km, seguita dalla 60 da 180 cv, 62 kWh e 390 km, con la seconda decisamente più brillante nello scatto 0-100 km/h (8,7 secondi contro 11,4).

Seguono la 80, che si spinge fino a 204 cv con accumulatore da 82 kWh e ben 510 km di autonomia, e la sua variante questa volta a trazione integrale, 80x che grazie all’adozione del secondo motore anteriore per realizzare la soluzione 4x4 vede la potenza crescere ulteriormente fino a 265 cv, con coppia massima di 425 Nm; la batteria resta immutata nella capacità, mentre lo scatto da fermo ai 100 km orari scende a 6,9 secondi. Al vertice troviamo la vRS, 306 cv e 0-100 kmh in 6,2 secondi, con percorrenza massima di 460 km. Per tutte è prevista anche la ricarica veloce fino a 125 kW su colonnine pubbliche, che permette in questo caso di ripristinare dal 5 all’80% di carica sull’elemento da 82 kWh in poco meno di quaranta minuti.

Lo stile prescelto per il nuovo corso a corrente è decisamente suggestivo ed evocativo, tanto nelle linee esterne che nelle soluzioni di arredo. Le dimensioni si confermano invece “classiche” per Suv e crossover di categoria medio-superiore, con lunghezza di 4,65 metri e larghezza che si spinge fino a 1,88 m. Spiccano, esternamente, la mascherina frontale retroilluminata, il ridottissimo sbalzo anteriore, che suggerisce dinamismo, insieme alle numerose nervature che movimentano il disegno delle fiancate. L’abitacolo presenta una plancia profonda sulla quale spicca il grande schermo centrale a sfioramento, con diagonale base da 10” e massima da ben 13 pollici; non ci sono pulsanti fisici, mentre in tema di personalizzazione saranno disponibili svariate combinazioni di materiali ed accostamenti, anche di ispirazione diretta ai temi della sostenibilità ambientale

© Regiopress, All rights reserved