La McLaren 570S Spider è meccanicamente identica alla controparte coupé e offre le stesse dotazioni di bordo
Auto e moto
21.09.2018 - 10:250

McLaren 570S Spider

Il modello intermedio della gamma Sport Series dispone ora di un tetto retrattile che scopre l’abitacolo in appena 14”. A tutto vantaggio dell’esperienza McLaren, adesso perfino più coinvolgente.

Secondo gradino della Sports Series, disponibile anche in versione GT – un filo più comoda e confortevole – ora la McLaren 570S diventa Spider. È dotata di un tetto rigido a scomparsa, che in appena 14” si ripiega su se stesso e va a nascondersi fra le “gobbe” dietro i sedili; il tutto semplicemente premendo un pulsante, un’operazione effettuabile anche in movimento fino alla velocità di 40 km/h.
Mossa dal consueto V8 M838TE, conserva i suoi 570 Cv ma guadagna 46 kg di meccanismi del tetto retrattile, che però non le portano via quasi nulla dello 0-100 km/h in 3.2” e dello 0-200 km/h in 9.6” e anche la velocità massima di 328 km/h resta pressoché invariata. Inoltre, il fantastico telaio MonoCell II in carbonio è abbastanza rigido da garantire la stessa qualità di guida e precisione della versione coupé.
Il rapporto peso/potenza offerto da 1359 kg a secco – 1498 kg in ordine di marcia (serbatoio al 90% per la precisione) – e 570 Cv è sempre più che sufficiente e ora si può abbassare il lunotto e godere del sound del V8 perfino sotto la pioggia. Manca il Pro Active Chassis Control delle Super e Ultimate Series e quella impressionante spinta agli alti regimi di cui dispongono le sorelle più potenti come la 720S, ma è comprensibile e giustificato, altrimenti non esisterebbe una gerarchia; piuttosto, ci si aspetterebbe qualcosa in più ai bassi regimi, perché solo a partire da 3500 giri circa la 570S prende davvero vita.
Il dialogo con lo sterzo è un piacere, il feeling col pedale del freno è immediato e la frenata è potente e modulabile; l’erogazione del motore ai medi è pulita e corposa. Accertata la disponibilità di spazio sufficiente, si può premere a fondo il pedale dell’acceleratore, ascoltare i due turbo fornire generosa potenza e allargare le labbra in uno smagliante sorriso. L’ingresso in curva è immediato, preciso e il consistente anteriore maschera con maestria esemplare il sottosterzo, caratteristica tipica delle vetture a motore centrale. La tenuta di strada è elevatissima, il cambio velocissimo al punto che i passaggi di marcia sono praticamente istantanei.
Come la sorella coupé, la McLaren 570S Spider dà il meglio di sé regolando le impostazioni di sospensioni e motore: proprio a questo scopo ci vengono in aiuto gli interruttori che regolano le modalità di guida, da Normal a Track passando per Sport. Normal va senza dubbio riservata alla guida autostradale e rilassata, dove la 570S Spider si mostra decisamente capace di accettare un passo tranquillo, offrendo comfort vero, sia per l’udito che per la schiena; impensabile sfruttarla per la guida sportiva a causa di uno sterzo davvero troppo morbido e poco incline a trasmettere informazioni in modo efficace; Track è invece pensata, ovviamente, per dare il massimo di questa McLaren in pista e, benché anche su strada possa offrire quel tocco di sportività in più nelle rare occasioni in cui l’asfalto è un tavolo da biliardo, appare decisamente estrema, poco adatta a digerire le asperità e meno adeguata della modalità Sport, che è invece perfetta per rendere telaio e sterzo il più capaci e comunicativi possibile in questi frangenti.
Come a bordo di ogni altra McLaren, l’immediatezza con la quale è possibile innescare un ritmo è esemplare, una caratteristica che poche altre vetture sportive, di qualunque genere e categoria esse siano, riescono a trasmettere. A bordo di una McLaren ci si sente sempre a casa. Il suo design non incontra il favore di tutti, ciò nonostante, all’interno dell’abitacolo e chiusa la meravigliosa portiera diedrale, l’atmosfera è sempre quella, meravigliosa, dell’astronave concreta e performante, concepita per offrire tutto ciò che serve per trascorrere una magnifica giornata alla guida.

Scheda Tecnica

Modello McLaren 570S
Versione Spider
Motore V8, benzina, bi-turbo, 3.8 litri
Potenza e coppia 570 Cv, 600 Nm
Trazione posteriore
Cambio doppia frizione a sette rapporti
Massa a vuoto 1’498 kg
0-100 km/h 3,2 secondi
Velocità massima 328 km/h
Consumo medio 10,7 l/100 km (omologato)
Prezzo da 227’420 Chf
La compri se… Vuoi coniugare sportività
e sorprendenti caratteristiche da granturismo con la versatilità
di un nuovo carattere e un design inconfondibile
Potrebbe interessarti anche
Tags
km
spider
mclaren
570s
mclaren 570s
guida
570s spider
motore
kg
versione
© Regiopress, All rights reserved