Paraurti, gruppi ottici e mascherina trapezoidale ridisegnati affilano ulteriormente le forme della NX, conferendole ulteriore ‘presenza’
Auto e moto
07.06.2018 - 05:000

Lexus NX 300h

Leggeri affinamenti accompa­gna­no il ‘maquillage’ di metà carriera del Suv giapponese di taglia media, ancor più affilata nel look e accogliente al suo interno.

La NX ha saputo ritagliarsi gli spazi necessari nel mercato Suv intermedio, particolarmente affollato, e ora raggiunge di slancio il primo appuntamento con… l’estetista: giacché il consueto restyling di metà carriera si traduce in questo caso in una serie di affinamenti di sostanziale dettaglio. Più aggiornamenti che correzioni. Resta immutata l’impostazione stradale combinata al look sportivo, con i ritocchi a paraurti, gruppi ottici e altri dettagli che incrementano carattere e presenza della vettura. All’interno, i pochi interventi interessano rivestimenti inediti insieme ad alcuni comandi secondari ridisegnati, tra cui spicca il nuovo schermo del sistema di infotainment/navigazione con diagonale maggiorata a 10,3”. Crescono così visibilità e quantità di informazioni, ma lo si pilota come in precedenza tramite il Touch Pad (ingrandito) di fronte al bracciolo centrale: è piuttosto intuitivo (un po’ come usare un mouse facendo scorrere direttamente le dita) ma comunque meno diretto del tocco su schermo, specie quando serve cambiare rapidamente funzione. La navigazione gode tuttavia di uno specifico pulsante di richiamo.
L’arredo, sostanzialmente invariato, ha un’intonazione moderna e piuttosto appariscente, oltre che ricercata, come si conviene a un’auto di lusso; i rivestimenti in pelle sono estesi anche alla parte superiore della plancia, la scelta di inserti e tonalità consente un’ampia personalizzazione dell’insieme. Lo spazio è di tutto rispetto per quattro persone. Davanti, le poltrone offrono una sistemazione di qualità, piuttosto rialzata anche nella regolazione di base, con imbottiture leggermente cedevoli ma confortevoli; il volante è di piccolo diametro ma si avvicina un po’ meno al busto rispetto ad altri modelli, anche a registro del piantone tutto esteso, pur restando sufficientemente ben a portata.
Dietro l’accoglienza è convincente per due adulti, poiché al centro lo spazio per le gambe è minore data la presenza delle bocchette di aerazione; gli schienali sono regolabili nell’inclinazione, manca però il passaggio per oggetti lunghi. Il portellone è ad azionamento elettrico e il vano bagagli vanta una taglia considerevole (555/1600 litri).
Invariata per tecnica e livello prestazionale la propulsione ibrida, con unità base costituita da un 2.5 litri benzina da 155 cv e 210 Nm a ciclo Atkinson (favorisce combustioni povere di benzina) combinata sulla E-Four a trazione integrale oggetto del test a due motori elettrici: uno anteriore da 143 cv/270 Nm ed un secondo sull’asse posteriore da 68 cv/139 Nm, che si innesta quanto la gestione elettronica giudica utile la ripartizione di coppia sulle quattro ruote come ad esempio nelle fasi di partenza, accelerazione o su fondi viscidi. Le diverse fonti di spinta sono combinate attraverso la trasmissione Lexus con cambio finale a variazione continua. Per il guidatore è tutto semplicissimo, dovendo giusto selezionare una delle quattro modalità di funzionamento; quella puramente elettrica Ev consente un’autonomia a emissioni locali zero limitata a un paio di chilometri.
In movimento si apprezza senz’altro il brio intonato al “vestito” dinamico della carrozzeria, con i 197 cv complessivi che permettono di traguardare i 100 km orari da fermo in 9,2 secondi, ma l’anima della NX Hybrid resta votata prevalentemente al relax. Se si chiedono accelerazioni decise, infatti, l’effetto di trascinamento dato dalla trasmissione monomarcia – meno diretto ed acusticamente meno gradevole – tende a soffocare le velleità più sportive, inducendo rapidamente a rifugiarsi nella guida più regolare ed in souplesse. Che è poi il terreno di battaglia dell’ibrido e di questa Lexus, che con quest’uso si mostra al contrario silenziosa, rilassante e godibile.
Tra le curve, anche grazie ai ritocchi apportati all’assetto, c’è comunque spazio per equilibrio e movimenti del corpo vettura sotto controllo, anche se le sensazioni di impegno dell’auto al suolo giungono piuttosto filtrate al conducente. Sterzo compreso.
I consumi restano invece contenuti in relazione alla tipologia di vettura, con una media reale nel nostro uso pari a 7,6 l/100 km ed il consumo più basso (7 l/100 km) rilevato in città, dove incide di più il vantaggio della meccanica ibrida.

Scheda Tecnica

Modello Lexus NX 300h
Versione E-Four Comfort
Motore 4 cilindri benzina 2.5 litri
+ unità elettrica
Potenza, coppia 197 cv, n.d. Nm​
Trazione integrale
Cambio automatico a variazione continua
Massa a vuoto 1’830 kg
0-100 km/h 9,2 secondi
Velocità massima 180 km/h
Consumo medio 5,2 l/100 km (omologato)
Prezzo 60’900 CHF
La compri se… ti piace il concetto di Suv
moderno e tecnologico
con anima ibrida
Potrebbe interessarti anche
Tags
km
lexus
nx
cv
lexus nx
spazio
300h
cv nm
vettura
lexus nx 300h
© Regiopress, All rights reserved