Federer R. (SUI)
0
ZVEREV A. (GER)
1
2 set
(5-7 : 2-1)
Federer R. (SUI)
0 - 1
2 set
5-7
2-1
ZVEREV A. (GER)
5-7
2-1
ATP-S
LONDON W.C ENGLAND
Winner plays Djokovic or Anderson K.
Ultimo aggiornamento: 17.11.2018 16:06
Al volante ci si trova subito a proprio agio esattamente come su una qualsiasi altra Golf
Auto e moto
23.02.2018 - 14:310

Volkswagen E-Golf

L’auto più venduta in Europa è disponibile anche con una motorizzazione elettrica. Interessante l’autonomia reale (circa 200 km) come pure tutti gli ausili che aiutano a tagliare i consumi. E, nell’uso quotidiano, è davvero molto piacevole.

La Golf con il motore elettrico esiste già dal 2014, di conseguenza non si tratta di una novità in senso stretto. Ma in occasione dell’aggiornamento di metà carriera del modello più venduto in Europa, avvenuto lo scorso anno, oltre ai soliti ritocchi estetici si è sfruttata l’occasione per implementare un bel po’ di nuove tecnologie in pressoché tutti i suoi derivati – senza esclusioni. Tra queste la E-Golf ha beneficiato di una profonda rivisitazione tecnica cavalcando l’imponente fermento che ruota attorno alle vetture elettriche ed elettrificate, che grazie ad un incessante sviluppo e alla sempre più larga diffusione migliorano quasi di giorno in giorno.
Nello specifico la nuova E-Golf è stata equipaggiata di una batteria dalla maggiore capacità, cresciuta dai precedenti 24,2 kWh agli attuali 35,8 kWh. Di riflesso aumenta pure l’autonomia, che secondo le norme di omologazione NEDC passa da 190 ad un totale di 300 chilometri. Come ben sappiamo il valore omologato differisce sempre dall’utilizzo reale, tant’è che la stessa Volkswagen dichiara che nel “mondo reale” l’autonomia effettiva si assesta attorno ai 200 km, ovviamente variabili a dipendenza dello stile di guida, delle condizioni atmosferiche e dell’utilizzo dei componenti elettrici con particolare menzione all’aria condizionata. Per salvaguardare il più possibile l’autonomia debutta pure una pompa termica opzionale che riscalda l’abitacolo sfruttando l’aria dell’ambiente circostante e il calore prodotto dal propulsore: soltanto questa misura incrementa l’autonomia del 30% nei periodi invernali rispetto ad una vettura dotata di riscaldamento tradizionale. I tempi di ricarica della batteria variano al solito dalla tipologia di fonte da cui si approvvigiona, richiedendo da un minimo di 45 minuti per l’80% della capacità fino ad un massimo di oltre 13 ore se si utilizza una normalissima presa domestica. Le migliorie tecniche non si sono però limitate alla sola batteria.
Anche il motore beneficia di un incremento sia della potenza (si passa da 115 a 136 cavalli) che della coppia (da 270 a 290 Nm), migliorando di conseguenza le prestazioni: il tempo impiegato nello scatto da 0 a 100 km/h scende da 10,4 a 9,6 secondi mentre la velocità massima non è più regolata elettronicamente a 140 km/h bensì a 150 km/h.
Le prestazioni sono in effetti sufficienti per la tipologia di vettura, in cui la silenziosità e la comodità la fanno da padrone nell’uso quotidiano, con un assetto piuttosto morbido che non inficia però il piacere di guidare grazie ad uno sterzo più che onesto e coerente. Tramite il pomello del cambio si possono scegliere diverse intensità per la decelerazione, così da poter sfruttare abilmente l’inerzia e il recupero dell’energia frenata, tanto che non si deve ricorrere quasi mai al pedale del freno che peraltro vanta una risposta molto cristallina. Per sfruttare appieno il potenziale energetico serve ovviamente uno stile di guida adeguato, ma coloro che ne fossero sprovvisti possono sempre avvalersi dei suggerimenti illustrati sul display posto dietro al volante. Questo nuovo sistema, utilizzando i dati cartografici del sistema di navigazione e i sensori di accelerazione longitudinali della vettura, invia un’indicazione al conducente quando si accorge che per procedere non è più necessario premere l’acceleratore. Questo si rivela molto utile nel caso in cui più avanti vi fosse una riduzione del limite di velocità, un incrocio o una rotonda che ancora non siamo in grado di vedere.
La digitalizzazione gioca un ruolo sempre più importante nel mondo automobilistico e questo ne è un evidente segnale nonché un’intelligente applicazione. Tramite il servizio “Car-Net e-Remote” è inoltre possibile gestire determinate funzioni della vettura a distanza tramite uno smartphone, per esempio determinare i momenti di ricarica o programmare l’avvio della climatizzazione. L’appeal tecnologico e futuristico della E-Golf si palesa inoltre con la presenza (di serie) del sistema di infotainment “Discover Pro” con schermo da 9,2 pollici e controlli gestuali, attualmente il top di gamma in casa Volkswagen. La ciliegina sulla torta è rappresentata dalla strumentazione digitale personalizzabile dell’Active Info Display, ottenibile invece a richiesta.

Scheda Tecnica

Motore elettrico
Potenza, coppia 136 cv, 290 Nm
Trazione anteriore
Cambio a rapporto singolo
Massa a vuoto 1’615 kg
0-100 km/h 9,6 secondi
Velocità massima 150 km/h (autolimitata)
Consumo medio 12,7 kWh/100 km (omologato)
Prezzo 40’500 Chf
La compri se… l’auto elettrica deve avere
quelle sicurezze che solo
una VW Golf riesce a darti
Potrebbe interessarti anche
Tags
km
e-golf
autonomia
volkswagen
vettura
motore
velocità
sistema
golf
kwh
© Regiopress, All rights reserved