tante-risposte-e-nuove-domande-per-i-30-anni-de-laregione
ULTIME NOTIZIE Opinioni
Commento
11 ore

A scuola di TiSin (elogio del cazziatone)

Le motivazioni della sanzione a una delle aziende di Ticino Manufacturing per aver aggirato il salario minimo lasciano aperta la questione politica
Commento
11 ore

M5S, la diversità di essere uguali

Lo strappo di Di Maio ci fa vedere in controluce il mondo quasi alieno e tutte le bugie che il Movimento ha raccontato prima di tutto a sé stesso
l’ospite
1 gior

Le conseguenze della guerra

Commento
1 gior

Magistratura, se la politica non fa i compiti

Riorganizzazione della Procura: a un anno e mezzo dal mandato conferitole dal Gran Consiglio, dalla commissione ‘Giustizia’ finora nulla di concreto
Commento
2 gior

Calcio femminile a maturazione lenta

I premi provenienti da Fifa e Uefa saranno equiparati per uomini e donne, ma la parità salariale è ancora lontana
Commento
2 gior

Targhe e arte della politica: la vittoria Ppd, la sconfitta Plr

Sulle imposte di circolazione il compromesso i popolari democratici l’hanno raggiunto con la sinistra, non coi liberali radicali. Appunti per il futuro
Commento
3 gior

Giochi di potere a Wimbledon

La politica ha avuto un ruolo nell’esclusione di tennisti russi e bielorussi, Atp e Wta hanno risposto togliendo i punti e inguaiando molti giocatori
Commento
4 gior

Lite Di Maio-Conte, i grillini si sfarinano

Ormai il Movimento 5 Stelle pare condannato alla scissione e a un destino di battibecchi da partitino minore
Commento
5 gior

Ha vinto solo Marine Le Pen

La Francia entra da oggi nell’era della politica liquida, del pericoloso disorientamento e del disincanto: 3 giovani su 4 non si sono recati ai seggi
Sguardo a Nord
1 sett

Casa dolce casa

Commento
1 sett

Il Tour, i Tir e quello striscione-verità

Il Mendrisiotto è attraversato da un moto di ribellione: dalle istituzioni al popolo. Colpa delle troppe corsie A2 e delle scarse attenzioni cantonali
Commento
1 sett

La canzone del Fibra

È pericoloso come dicono le femministe? O siamo bacchettoni? Comunque sia, prima di portare un artista in piazza, meglio ascoltarsi un paio di suoi dischi
la Rubrica
31.01.2022 - 05:30
Aggiornamento : 28.02.2022 - 14:24

Tante risposte (e nuove domande) per i 30 anni de ‘laRegione’

Da oggi uno spazio speciale a cura di numerosi esperti getta ponti verso la scoperta di scienza e medicina, educazione, salute mentale e tecnologia

"Non sopporto il cliché dell’uomo che non deve chiedere mai, dato che se non chiedi non sai". Così cantava il saggio Caparezza, sollevando un tema importante e forse alla base dell’avanzamento comune. L’importanza della domanda come mezzo imprescindibile di accesso alla conoscenza, allo sviluppo e alla crescita, utile a smussare quella che lui definisce "la nostra parte intollerante". La realtà delle cose però è che le domande non bastano, servono anche gli interlocutori giusti. L’accesso ai più sofisticati motori di ricerca non è sufficiente per trovare chi possa appianare i nostri dubbi in maniera professionale ed esaustiva.

Abbiamo deciso così di creare nuovi ponti verso la competenza degli esperti che operano sul nostro territorio, affinché possano sciogliere quei nodi che restano in sospeso. Sebbene la vita quotidiana sia costellata di ambiti che varrebbe la pena approfondire, abbiamo cercato di trovarne quattro con cui, nel bene e nel male, siamo confrontati quotidianamente. Per continuare le iniziative in occasione dei nostri 30 anni, ogni lunedì da oggi si alterneranno sulle nostre pagine (vedi articolo di oggi) approfondimenti su scienza e medicina, educazione, salute mentale e tecnologia.

Scienza e medicina
Un po’ perché la salute è stata al centro del dibattito per più di due anni, un po’ perché presto o tardi saremo tutti confrontati con situazioni legate al nostro benessere fisico, il tema della medicina è senza dubbio uno dei più cruciali. A coordinare gli esperti di diversi settori della salute che si passeranno il testimone in questa rubrica è l’Istituto Oncologico di Ricerca (Ior), che da quasi vent’anni opera sul nostro territorio e concentra le sue attività nell’ambito della ricerca e dello studio per la cura e la prevenzione dei tumori.

Educazione
Sempre al centro del dibattito, l’educazione è lo strumento che ci permette oggi di gettare le basi per la gestione futura della nostra società. Risulta quindi fondamentale conoscere, approfondire e apprendere ciò che si muove in quest’ambito, con quali conseguenze e perché. Una nuova sinergia è quindi nata con il Dipartimento Formazione e Apprendimento (Dfa) della Supsi, le cui attività si muovono all’interno della formazione, della promozione, dello scambio tra gli interessati e della ricerca in ambito pedagogico.

Salute mentale
Una persona su due soffre o ha sofferto, almeno una volta nella vita, di un problema psichico. Sul posto di lavoro la sofferenza in questo senso si presenta in un collaboratore ogni quattro. Ma non solo. Le insicurezze, i disagi interiori o i disturbi mentali veri e propri sono condizioni che troppo spesso soffrono di preconcetti e stigmi da parte della società. ProMenteSana ci aiuterà a comprendere meglio questo mondo così importante e troppo spesso così negletto. La fondazione, che da oltre 40 anni opera in Svizzera a tutela dei diritti dei pazienti psichiatrici, lavora per sensibilizzare, eliminare i pregiudizi ed educare all’intervento e alla presa a carico di persone che soffrono di questi disturbi, anche attraverso l’organizzazione di corsi di primo soccorso per la salute psichica.

Tecnologia
Capace di avvicinarci e sostenerci nella vita di tutti i giorni, la tecnologia svolge un ruolo basilare nella vita di ognuno di noi. Questa sua costante presenza offre opportunità e sfide non sempre facili da seguire. Così è nata la nostra quarta e ultima collaborazione, quella con l’Università della Svizzera Italiana, facoltà di Scienze Informatiche, che grazie ai suoi 200 ricercatori provenienti da tutto il mondo conduce attività e ricerche in molteplici ambiti dell’informatica, dallo sviluppo della conoscenza alla sua applicazione.

Alziamo il sipario dunque su un nuovo appuntamento informativo che speriamo possa fornire risposte o, perché no, accendere nuove interessanti domande.

Leggi anche:

Oncologia in tempo di pandemia

Seleziona il tag per leggere articoli con lo stesso tema:
laregione 30 anni larubrica
Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved