Basilea
0
Losanna
0
1. tempo
(0-0)
Bologna
2
Fiorentina
3
fine
(1-1)
Spezia
0
Sassuolo
0
1. tempo
(0-0)
Venezia
0
Verona
0
1. tempo
(0-0)
Davos
Ambrì
15:45
 
GCK Lions
Winterthur
15:45
 
l-obiettivo-resta-l-autoimmunita-sanitaria-e-sociale
Non solo scienza (Keystone)
ULTIME NOTIZIE Opinioni
Commento
1 gior

Qatar 2022, lo spettacolo deve continuare

La Giso ha detto qualcosa di sinistra: ha invitato la federazione di calcio a disertare i Mondiali, in protesta contro le condizioni di lavoro inumane
Commento
1 gior

Angela Merkel, il punk e i fantasmi del Terzo Reich

La cancelliera uscente sceglie Nina Hagen per l’addio, ma si ritrova dentro una parata militare dal sapore troppo retrò. Forse sarebbe meglio smetterla
Commento
2 gior

Annusare invece di sprecare

Mentre 675mila persone sono povere in Svizzera si gettano via quasi 3 milioni di tonnellate di cibo commestibile. Una follia tutta elvetica
Commento
3 gior

Non c’è bisogno di dichiarare guerra al Natale

No, l’Unione europea non ha messo fuori legge il Natale. Ha solo ricordato a tutti che viviamo in una società sempre più complessa e sempre meno religiosa
Commento
4 gior

Il brusco risveglio nella storia infinita

Déjà vu: dopo aver temporeggiato ora Berna si dice pronta ad adottare nuove misure per contenere la diffusione del virus
Commento
4 gior

Il discorso di candidatura di Zemmour, con de Gaulle e Brassens

Il candidato dell’ultradestra lancia la corsa all’Eliseo con un pippone nel quale infila tutte le vecchie glorie francesi, tra nostalgia e razzismo
Commento
5 gior

La variante Omicron e il nostro egoismo autolesionista

Le nuove mutazioni dipendono anche dal fatto che il virus continua a circolare liberamente nei Paesi dove non si ha accesso al vaccino
La formica rossa
6 gior

Non gioco più, vado a casa: l’ultradestra piangina e la tivù

Invece di affrontare a viso aperto i risultati delle votazioni dopo mesi di scempiaggini sul Covid, l’Udc si nega alla Rsi
Commento
6 gior

Legge Covid, un assist che il governo ora deve saper cogliere

Il Consiglio federale esce rafforzato dal secondo, chiaro ‘sì’ alle urne. Ma adesso deve agire con maggior risolutezza per contrastare la pandemia
Commento
6 gior

Polo sportivo a Lugano, arriva anche l’assist dei cittadini

Il progetto supera, con un certo agio, lo scoglio del referendum. Iniezione di fiducia per il Municipio che ha segnato la rete decisiva
Commento
1 sett

Lezione di democrazia made in Usa

Kyle Rittenhouse è stato prosciolto dalla giuria del Wisconsin, che considera l’autodifesa più legittima del diritto di non morire crivellato
Commento
 
04.03.2021 - 06:000

L'obiettivo resta l'autoimmunità (sanitaria e sociale)

Nei mesi a venire si conteranno le vittime economiche del coronavirus. Toccherà alla società civile insegnare alla politica a proteggersi da sé stessa

La maggioranza del parlamento crede che in Svizzera l’imposizione fiscale sia relativamente elevata (in relazione a cosa?) e che la ricchezza sia già ben ridistribuita. Lo ha ribadito martedì nel dibattito che ha preceduto l’affossamento al consiglio degli Stati dell’iniziativa 99%, volta ad aumentare le imposte all’1% più ricco della popolazione e a sgravare i redditi medi e bassi. Curioso è che nel frattempo (notizia di qualche giorno fa) sempre più milionari scelgano di venire a vivere in Svizzera, in particolare durante il periodo pandemico, perché considerano il livello di imposizione fiscale vantaggioso e perché ritengono poco probabile che da noi ci possa essere un incremento delle tasse. Queste persone dicono inoltre di aver paura di essere chiamati alla cassa nei loro paesi di origine a causa della crisi economica innescata dalla diffusione del Covid-19. 

Probabilmente nessuno di questi nuovi ‘expat’ avrà letto quanto ha scritto di recente la ‘senatrice’ ticinese Marina Carobbio su queste colonne: “È giunto il momento di riflettere sull’introduzione di un’imposta di crisi sugli alti patrimoni e su quelle aziende che hanno fatto importanti guadagni nonostante la pandemia”. Idea lungimirante o folle? Una prima questione riguarda la tempistica: oggi pensare di introdurre un nuovo balzello sui grandi patrimoni, in un contesto di contrazione dell’attività economica, non sembra essere la misura più opportuna. Soprattutto in uno Stato con finanze sane e con risorse piuttosto infinite per fronteggiare il momento più duro della crisi (“I Paesi con monete sovrane non resteranno mai senza soldi per finanziare la spesa pubblica”, dice Stephanie Kelton, autrice del libro ‘Il mito del deficit’). Da un punto di vista piuttosto pragmatico si potrebbe affermare che finché durerà l’incertezza non sono auspicabili né aumenti di imposta, né tanto meno tagli di spesa. Dopo più di un anno di pandemia dovrebbe essere assodato, tanto a destra come a sinistra, che la perdita di ricchezza determinata dalle misure introdotte per contenere la propagazione del virus, può soltanto essere compensata da un massiccio intervento dello Stato. Ciò però non toglie che prossimamente la discussione sull’imposta sui grandi patrimoni potrebbe diventare interessante.

Un po’ di futurologia: nei mesi a venire, dopo che la maggior parte della popolazione sarà stata vaccinata, l’attività economica comincerà a riprendere vigore. Superata l’emergenza, i pregiudizi a proposito di quello che verrà definito uno ‘smisurato’ intervento dello Stato torneranno in auge, e molto probabilmente assisteremo a una ritirata piuttosto celere del Welfare rimesso in piedi per contrastare i devastanti effetti sociali della pandemia. Sarà solo allora che si conteranno le vittime economiche del coronavirus. E nel frattempo la necessità di risanare le finanze pubbliche diventerà il mantra preferito della maggior parte delle forze politiche

Quando arriveremo lì sarà meglio ricordarsi della ‘provocazione’ lanciata da Marina Carobbio. Visti gli equilibri che contraddistinguono il parlamento è quasi scontato che una tale proposta non troverà grandi consensi. L’unica possibile sorpresa in un dibattito di questo tipo potrebbe arrivare dal basso, da una società civile che anche grazie all’inverosimile esperienza vissuta col virus abbia insegnato alla politica a proteggersi da sé stessa.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved