Locarnese

28.4.2017, 15:382017-04-28 15:38:29
@laRegione

Gordola, nuovo verde vicino alle scuole dell'infanzia

Durante le recenti vacanze pasquali, presso la scuola dell’infanzia di Via Campisci a Gordola, sono stati abbattuti 6 tigli di grosse dimensioni. Un taglio...

Durante le recenti vacanze pasquali, presso la scuola dell’infanzia di Via Campisci a Gordola, sono stati abbattuti 6 tigli di grosse dimensioni. Un taglio deciso a seguito di una segnalazione da parte del Servizio natura Ffs, per la caduta, alcuni mesi prima, di rami di una certa grandezza. Quindi, per la sicurezza, l’incolumità degli alunni e il pericolo legato alle vicine strutture erano state eseguite delle verifiche. La conclusione: piante debolezza con danni alle radici. Da qui la decisione del Municipio di far abbattere le piante. In sostituzione dei vecchi alberi, sono stati messi a dimora tre aceri ricci e tre tigli. Il risultato, oltre a rendere sicura l’area, è migliorato sia dal lato paesaggistico che naturalistico.

Ottima la collaborazione Comune-Ffs intercorsa nelle trattative, sia durante i lavori di progettazione sia durante la fase operativa, assieme a una ditta specialista; senza dimenticare la partecipazione finanziaria delle Ffs; contributo pagato per creare una situazione durevole e sicura per entrambi gli enti.

Nella foto, da sinistra, Werner Garbani Marcantini (Utc Gordola), Giorgio Carrara (vicesindaco) e Giacomo Filippi (responsabile impianti natura Ffs Sa, Giubiasco)

28.4.2017, 15:312017-04-28 15:31:50
Davide Martinoni @laRegione

'Stiamo dormendo, è anche colpa mia'. Scherrer a Locarno vuole formare un'Associazione per l'aggregazione

Il sindaco di Locarno Alain Scherrer ha lanciato pochi minuti fa un chiaro appello a «ricominciare...

Il sindaco di Locarno Alain Scherrer ha lanciato pochi minuti fa un chiaro appello a «ricominciare a lavorare tutti assieme» per un'aggregazione nel Locarnese. Lo ha fatto proponendo la creazione di un'apposita associazione «che raggruppi non soltanto i politici, ma anche altri attori». Come ad esempio personalità della regione disposte a mettersi in gioco. «Stiamo dormendo – ha detto il sindaco –; il modo di gestire i Comuni è fermo. A breve convocherò una riunione ad hoc perché abbiamo perso troppo tempo, io in primis». Per Scherrer «dobbiamo crederci, come hanno fatto a Bellinzona. Il mio invito a chi ci crede davvero è di uscire allo scoperto».

28.4.2017, 11:202017-04-28 11:20:08
Serse Forni @laRegione

Ferrovia in Gambarogno, cantiere in vista: per 6 mesi niente treni

È iniziata in questi giorni la preparazione dei cantieri per l’ammodernamento dell’infrastruttura ferroviaria del Gambarogno. In particolare, in...

È iniziata in questi giorni la preparazione dei cantieri per l’ammodernamento dell’infrastruttura ferroviaria del Gambarogno. In particolare, in diversi punti sulla tratta fra Contone e Ranzo, si procede alla preparazione e alla messa in sicurezza delle aree e degli accessi di cantiere, alla posa della segnaletica e alla realizzazione delle infrastrutture necessarie per l’esecuzione dei lavori. Tutto ciò si svolge durante gli orari diurni e non si prevedono disagi per la clientela o i residenti.

Le attività principali di cantiere sono in programma fra giugno e dicembre 2017. Per permettere la loro esecuzione, per il periodo che va dall’11 giugno al 10 dicembre è necessaria l’interruzione totale (da lunedì a domenica - festivi compresi), della linea ferroviaria S30 Cadenazzo – Luino. I treni saranno sostituiti da bus; sono inoltre previste alcune modifiche degli orari dei bus attualmente pubblicati che verranno inseriti nell’orario online di Ffs.

Attualmente e fino al 10 giugno, è già attivo dalle 9 alle 13 un servizio bus sostitutivo a causa di interventi di manutenzione alla linea sul lato italiano da parte di Rete ferroviaria italiana (Rfi).

Venerdì 9 giugno residenti e proprietari di case secondarie saranno invitati a una serata informativa nella sala comunale a Magadino.

27.4.2017, 18:332017-04-27 18:33:54
@laRegione

Pesante il bilancio: morti i due canyonisti 38enni

È di due morti il terribile bilancio dell'incidente di canyoning avvenuto questo pomeriggio a Gordevio. Le vittime – indica la Polizia in una nota stampa – sono un...

È di due morti il terribile bilancio dell'incidente di canyoning avvenuto questo  pomeriggio a Gordevio. Le vittime – indica la Polizia in una nota stampa – sono un 38enne cittadino belga, domiciliato nel Locarnese, e un suo coetaneo spagnolo, residente in Vallese. I due facevano parte di un gruppo di cinque appassionati di questa disciplina che, nonostante la pioggia battente, si sono cimentati nel torrente della Val Grande inferiore. Un riale che al momento della disgrazia era quasi in piena. Mentre affrontavano l'ultima parte della discesa, si sono trovati in difficoltà nella corrente per cause che l'inchiesta di polizia dovrà stabilire.

Una delle due vittime è stata estratta dalle acque dai compagni di cordata; per l'altro, invece, è stato necessario l'elicottero della Rega e l’intervento degli uomini dello speciale gruppo del Sas. Non è ancora del tutto chiara la dinamica dei fatti che dovrà essere ricostruita dagli inquirenti, anche grazie ai resoconti che potranno fornire i testimoni diretti dell’accaduto.

Complesse le operazioni di salvataggio; nella località valmaggese sono intervenuti, oltre all’eliambulanza, i soccorritori del Salva, gli uomini del Sas e gli agenti della Polizia cantonale che non hanno potuto far altro che constatare la morte dei due.

Per portare conforto ai tre membri della spedizione rimasti fisicamente illesi, ma scioccati dagli eventi, sono giunti sul posto rappresentanti del Care Team Ticino, il servizio cantonale creato per dare supporto con tempestività a chi è coinvolto in drammi e disgrazie.

 

27.4.2017, 18:042017-04-27 18:04:51
@laRegione

Incidente stradale a Minusio, in due all'ospedale

È di due feriti, rimasti intrappolati nel veicolo e liberati dai pompieri con la pinza idraulica, il bilancio dell’incidente avvenuto questo pomeriggio, attorno...

È di due feriti, rimasti intrappolati nel veicolo e liberati dai pompieri con la pinza idraulica, il bilancio dell’incidente avvenuto questo pomeriggio, attorno alle 17, in via Cà di ferro a Minusio. Stando alle prime infromazioni, il conducente di una Ford immatricolata in Ticino, per motivi da stabilire, ha urtato due auto regolarmente parcheggiate. Il veicolo si è rovesciato e i due occupanti sono rimasti bloccati fra le lamiere. Sul posto, oltre ai soccorritori del Salva con due ambulanze e un’auto medica, anche i pompieri di Locarno, la Polizia Cantonale e quella Comunale. I due protagonisti, una volta estratti dalla vettura, sono stati trasportati al pronto soccorso per le cure del caso. Le loro condizioni non sono note.

27.4.2017, 16:152017-04-27 16:15:05
@laRegione

Truffatore recidivo presto alla sbarra

Il Procuratore Andrea Maria Balerna ha rinviato a giudizio, dinanzi alla Corte delle Assise correzionali di Locarno, un cittadino svizzero di 49 anni della regione, accusato di...

Il Procuratore Andrea Maria Balerna ha rinviato a giudizio, dinanzi alla Corte delle Assise correzionali di Locarno, un cittadino svizzero di 49 anni della regione, accusato di truffa per mestiere, falsità in documenti, ottenimento illecito di prestazioni di un'assicurazione sociale e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. Il processo si terrà nella forma del rito abbreviato.

L'uomo, che in attesa del processo si trova in detenzione, era già stato condannato nel 2016 alla pena di 2 anni e 8 mesi (in parte sospesi condizionalmente) per fatti analoghi, e in particolare per aver truffato numerose donne abbordate tramite i social media. Scarcerato nel settembre scorso, aveva presto ripreso a delinquere, tanto da essere nuovamente arrestato nel gennaio di quest'anno. Oltre a una condanna per i nuovi fatti, si prospetta per lui anche la revoca della sospensione condizionale concessagli l'anno scorso.

26.4.2017, 23:572017-04-26 23:57:00
David Leoni @laRegione

Il governo ci ripensa: luce ve...

Il governo ci ripensa: luce verde alla creazione di due zone per il tempo libero nella Valle di Vergeletto. Potranno così essere realizzati i due campeggi alpini voluti dal Comune e inseriti nel Progetto di Parco Nazionale.

Il governo ci ripensa: luce verde alla creazione di due zone per il tempo libero nella Valle di Vergeletto. Potranno così essere realizzati i due campeggi alpini voluti dal Comune e inseriti nel Progetto di Parco Nazionale.

26.4.2017, 19:262017-04-26 19:26:16
@laRegione

Grande presenza di uccelli migratori alle Bolle di Magadino

Ficedula e la Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie di uccelli alle Bolle di Magadino. La primavera è il periodo in...

Ficedula e la Fondazione Bolle di Magadino segnalano una grande concentrazione di specie di uccelli alle Bolle di Magadino. La primavera è il periodo in cui gli uccelli migratori tornano dai quartieri invernali. Quando le condizioni meteorologiche sulle Alpi sono avverse, si forma uno sbarramento meteorologico e gli uccelli prolungano la loro sosta di riposo nei siti favorevoli al Sud della Alpi come le Bolle di Magadino e su una parte importante dell’omonimo piano. In questi giorni piovosi il fenomeno, non raro, si è ripetuto però in modo amplificato e diverse centinaia di Limicoli, rapaci rari e moltissimi piccoli uccelli migratori approfittano della zona umida e i prati vicini attendendo il miglioramento del tempo per riprendere il viaggio verso l’Europa settentrionale. Oggi nelle Bolle sono state osservate 100 diverse specie, un record. Alcune di queste sono di grande rarità come l’Albanella pallida, il Croccolone e il Calandro maggiore e la Rondine rossiccia! Con le precipitazioni ancora previste per i prossimi due giorni, domani e venerdì, il fenomeno potrebbe diventare di notevoli proporzioni e merita una visita con binocolo e macchina fotografica. Un invito ad uscire sui sentieri appositamente attrezzati delle Bolle e del Piano di Magadino, malgrado la pioggia.

26.4.2017, 14:592017-04-26 14:59:43
@laRegione

Omicidio di Gordola, gli inquirenti invitano alla prudenza

Il Ministero pubblico tiene a comunicare che, in relazione ai tragici fatti avvenuti a Gordola la scorsa settimana, ha preso atto con preoccupazione di...

Il Ministero pubblico tiene a comunicare che, in relazione ai tragici fatti avvenuti a Gordola la scorsa settimana, ha preso atto con preoccupazione di quanto stanno riferendo al riguardo i media. "Essi – rileva – sono naturalmente liberi di pubblicare quel che desiderano, ma pare opportuno precisare all'opinione pubblica che esistono dei precisi vincoli legati al segreto istruttorio, e che inoltre certe disordinate notizie possono ledere l'inchiesta in corso". Invitando tutti alla prudenza e al senso di responsabilità, il Ministero assicura che "non mancherà d'informare l'opinione pubblica a tempo debito su quanto realmente accaduto, questo tuttavia nel rispetto delle regole vigenti (fra le quali la presunzione d'innocenza), dei tempi necessari alle verifiche in corso, e non da ultimo nel rispetto delle parti coinvolte nel procedimento".

 

26.4.2017, 09:412017-04-26 09:41:42
@laRegione

Dopo tre anni torna Graffiskate

Torna dopo tre anni di pausa uno degli eventi giovanili più apprezzati nel Locarnese, Graffiskate, la manifestazione tradizionalmente organizzata da Dario e/o Tazebau e che giunge quest...

Torna dopo tre anni di pausa uno degli eventi giovanili più apprezzati nel Locarnese, Graffiskate, la manifestazione tradizionalmente organizzata da Dario e/o Tazebau e che giunge quest’anno alla sua 23ª edizione. Si svolgerà il 19 agosto allo Skatepark Ascona (zona Siberia) con qualche novità di rilievo. Innanzitutto sul fronte dell’organizzazione, che è stata assunta congiuntamente da Diario e/o Tazebau e dall’Associazione Skatepark Ascona: una comunione di intenti su cui stanno germogliando diverse idee interessanti, ma per la cui attuazione servono singoli e gruppi disposti a mettersi in gioco. Il primo fronte è quello “artistico-pittorico”, legato ai graffiti o murales che dir si voglia. Saranno messi a disposizione due pannelli di 5 metri lineari che consentiranno a gruppi di ragazzi di sfogare la creatività e stupire i presenti con le loro opere. Gli interessati si annuncino a info@tazebau.ch, oppure chiamando lo 091 756 15 45 (orari d’ufficio).
Ovviamente lo Skatepark attiguo alla pista sarà appannaggio degli skater, che potranno evolvere con le loro figure e partecipare, nel pomeriggio, ad un contest organizzato dall’Associazione Skatepark Ascona. La superficie della pista sarà invece divisa in due e darà spazio da una parte a giovani gruppi musicali che avranno l’opportunità di esibirsi su un palco, e dall’altra agli appassionati di monopattino, per i quali verrà allestito un Pump Track sullo stile di quello recentemente realizzato nella Rotonda di Piazza Castello a Locarno.
Per quanto riguarda la parte musicale, gli organizzatori sono alla ricerca di gruppi giovanili emergenti, alle prime armi, possibilmente del Locarnese. Oltre al palco, essi potranno usufruire di un impianto audio e di un tecnico. Dalle 13 alle 18 sono previste esibizioni di 4 gruppi per una durata di circa 45’ l’una. Anche in questo caso bisogna annunciarsi al più presto per e-mail o telefonicamente. Non è tutto, perché verrà anche creato un mercatino merceologico gratuito per esporre e vendere oggetti legati al mondo giovanile. Una dozzina gli stand a disposizione, da prenotare scrivendo e chiamando dove già indicato. Il sottofondo musicale verrà inoltre curato da Radio Fiume Ticino, mentre la parte “food & beverage” sarà a cura del ristorante della pista.
Gli organizzatori ringraziano il Comune di Ascona per il sostegno – anche nel rinnovamento dello Skatepark – e per la messa a disposizione di tutto il materiale.

25.4.2017, 23:502017-04-25 23:50:40
David Leoni @laRegione

Fart-Ssif, indietro non si tor...

Fart-Ssif, indietro non si torna. Almeno per ora. Le due corse Locarno-Domodossola soppresse (e oggetto di proteste da parte degli studenti locarnesi) non verranno reintrodotte. Almeno fino all'anno prossimo.

Fart-Ssif, indietro non si torna. Almeno per ora. Le due corse Locarno-Domodossola soppresse (e oggetto di proteste da parte degli studenti locarnesi) non verranno reintrodotte. Almeno fino all'anno prossimo.

25.4.2017, 14:382017-04-25 14:38:10
@laRegione

'Güstem er Verzasca' il 13 maggio a Corippo

Con l’obiettivo di promuovere l’enogastronomia, i prodotti e la conoscenza della Valle, si svolgerà nella serata di sabato 13 maggio la manifestazione “Güstem er Verzasca...

Con l’obiettivo di promuovere l’enogastronomia, i prodotti e la conoscenza della Valle, si svolgerà nella serata di sabato 13 maggio la manifestazione “Güstem er Verzasca” (Gustiamo la Verzasca). La formula prevede una passeggiata in compagnia costellata da undici stazioni con stuzzicanti proposte gastronomiche che compongono un menu completo, abbinato a vini, birre o bevande analcoliche tipiche del comprensorio.
Ad ospitare la prima edizione sarà Corippo, il più piccolo villaggio della Svizzera. Ma “Güstem er Verzasca” sarà itinerante così che, anno dopo anno, si potranno conoscere e apprezzare, in modo rilassato e gustoso, i caratteristici nuclei e le “strecce” (stradine) di comuni o frazioni della Verzasca molto spesso sconosciute. Questo evento si inserisce nel contesto più ampio di una rivalorizzazione dei prodotti tipici del territorio, delle antiche ricette verzaschesi e della riscoperta di piatti della tradizione avviata con l’organizzazione della “Primavera gastronomica Valle Verzasca e Piano”. Da alcuni anni una ventina di esercizi pubblici animano questa kermesse che dal 19 maggio e per un mese propongono piatti e menù speciali e utilizzando ricette e prodotti di origine verzaschese o ticinese con abbinamenti di vini locali. “Güstem er Verzasca” è proposto e organizzato dalla Fondazione Verzasca e dal Gruppo Giovani Valle Verzasca, in stretta collaborazione con la Società Carnevale e il Patriziato di Corippo e gode del sostegno dell’Area turistica Tenero e Verzasca e di Gastro Lago Maggiore e Valli. Il programma del 13 maggio propone dalle 16.45 l’inizio della passeggiata tra le viuzze del paese, dove si potranno gustare, nelle 11 postazioni, prodotti gastronomici del comprensorio. Poi tutti in piazza per continuare la serata, anche in musica. Partecipazione solo su iscrizione tramite internet, limitata alle prime 200 persone. Informazioni su www.gustemerverzasca.ch. Data la mancanza di posteggi, il trasporto a Corippo avverrà con bus navetta da Lavertezzo-Monda.

25.4.2017, 07:002017-04-25 07:00:00
Davide Martinoni @laRegione

Exploit Sinplus: è Disco d'oro

Disco d'oro per i losonesi Sinplus (www.sinplus.net), che con 'Tieniti forte' hanno sbancato nelle vendite e sfondato quota 15mila. Oggi sul giornale intervista a Ivan e Gabriel...

Disco d'oro per i losonesi Sinplus (www.sinplus.net), che con 'Tieniti forte' hanno sbancato nelle vendite e sfondato quota 15mila. Oggi sul giornale intervista a Ivan e Gabriel Broggini su progetti e prospettive. Mentre il video di un altro successo, 'Y&I', è in rotazione su Mtv Svizzera e Germania...

24.4.2017, 17:582017-04-24 17:58:20
@laRegione

Gordola, dietro la morte del 44enne forse un colpo proditorio e immotivato

Non vi sarebbe neppure il movente di un litigio, a "giustificare" il colpo che il 21enne di Biasca ha inferto al 44enne del Medrisiotto...

Non vi sarebbe neppure il movente di un litigio, a "giustificare" il colpo che il 21enne di Biasca ha inferto al 44enne del Medrisiotto causandone – direttamente o indirettamente – la morte. Appare dunque ancora più assurdo il decesso dell'uomo a seguito di quei concitati attimi verificatisi sabato mattina all'alba fuori dalla discoteca La Rotonda di Gordola. Secondo la Rsi, il 21enne, apparso nervoso agli addetti alla sicurezza del locale in zona guardaroba, avrebbe semplicemente deciso di colpire il 44enne servendosene come capro espiatorio, forse per sfogare la rabbia accumulata in un precedente diverbio con un altro ragazzo. Fatto sta che il 44enne, una persona nota e benvoluta nel Mendrisiotto, è deceduto il giorno seguente. Quanto al 21enne, è sempre in carcere con l'accusa di omicidio intenzionale e in subordine di omicidio colposo.

24.4.2017, 11:132017-04-24 11:13:13
@laRegione

Un petizione per salvare l'ufficio postale di Solduno

Il Comitato dell’Associazione di Quartiere Solduno – Ponte Brolla – Vattagne ha lanciato una petizione per la salvaguardia dell’ufficio postale di Solduno. "Il...

Il Comitato dell’Associazione di Quartiere Solduno – Ponte Brolla – Vattagne ha lanciato una petizione per la salvaguardia dell’ufficio postale di Solduno. "Il termine dell’attività che non è ancora stato deciso, ma che potrebbe rientrare nel pacchetto della riforma in atto –  si legge nel testo – andrebbe infatti a colpire il personale della Posta tutt’ora impiegato nella sede soldunese e ad eliminare un servizio pubblico di primaria importanza per un quartiere fra i più popolosi della Città di Locarno". L'Associazione sottolinea che "questo importante servizio è attualmente fornito a numerosi e variegati utenti: si va dalle ditte medio piccole presenti sul territorio, fino alle numerose famiglie e alle persone sole, per lo più in età avanzata, che per svolgere le usuali operazioni postali, qualora l’ufficio fosse chiuso, si vedrebbero costretti a spostarsi in centro Città, oppure a Losone. Stando a nostre valutazioni sarebbero oltre quattromila le persone che verrebbero private delle prestazioni della Posta". Pertanto, con la petizione viene chiesto
 al Municipio di Locarno "di farsi portavoce delle preoccupazioni della cittadinanza presso i vertici della Posta, cantonali e federali, e presso il Dipartimento federale dell’ambiente, dei trasporti e delle comunicazioni (Datec), affinché sia fatto il possibile perché l’attuale ufficio postale di Solduno venga mantenuto attivo, con tutte le sue attuali funzionalità".