laR+ Lettere dei lettori

Un maltrattamento di animali concesso

Quando vedo una signora (più raramente un signore) che porta a passeggio un cane piccolo come un Bulldog francese, un Pechinese, un Shirt Tau oppure un Chihuahua, quando in più vedo i proprietari trattarli come se fossero essere umani, sbaciucchiandoli, penso al mio insegnante di Biologia il Prof. dr. A. Portmann. Di solito era un tipo molto calmo e tranquillo, si riscaldava quando si trattava del rispetto verso ogni essere vivente. Per lui trattare un animale come fosse un essere umano, era come picchiarlo. Infatti, la grande maggioranza di questi cani piccoli soffre di brachicefalia: il muso è troppo corto e quindi hanno problemi a respirare e non c'è posto per i denti. Devono essere portati spesso dal veterinario. Sì, è un maltrattamento di animali concesso!
La nostra legge federale sulla protezione degli animali 455 Art. 1 parla della dignità e del benessere! L'Art. 10 proibisce l'allevamento di animali geneticamente modificati! Lo devo sottolineare che una razza di cane, che ha problemi col respiro (!!), con i denti e spesso non può partorire i suoi piccoli senza taglio cesareo, è geneticamente modificata e in più si tratta di un maltrattamento!
E nessuno fa niente (né Società protezione animali, né veterinari ecc.). Perché i proprietari desiderano un cane con un muso corto, ossia somigliante a quello nostro. Rispetto? L'egoismo è molto più forte!
Ho scritto al Veterinario cantonale per conoscere la sua opinione. Non ho ricevuto nessuna risposta. Manca il rispetto?

Resta connesso con la tua comunità leggendo laRegione: ora siamo anche su Whatsapp! Clicca qui e ricorda di attivare le notifiche 🔔
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE