laR
 
16.09.2022 - 07:03

Un risparmio che pesa sulle donne

di Daria Lepori, granconsigliera Ps e municipale, Canobbio
un-risparmio-che-pesa-sulle-donne

Nell’opuscolo informativo è detto chiaramente: lo scopo dell’innalzamento dell’età di pensionamento delle donne a 65 anni è realizzare dei risparmi. Si vuole dunque risparmiare sulle donne che, avendo guadagnato meno, hanno già pensioni molto inferiori a quelle degli uomini! E perché le donne hanno guadagnato meno? Perché i loro salari, a parità di funzione, sono più bassi di quelli degli uomini.

Hanno guadagnato meno perché per una donna la carriera lavorativa, per scelta o non per scelta, è discontinua. Hanno guadagnato meno perché, nel volontariato, nelle attività di assistenza, nell’ambito domestico hanno lavorato tanto senza essere retribuite. Risultato: il 37% delle pensionate ha solo l’Avs per vivere, tanto che in Ticino la percentuale di quelle che beneficiano di prestazioni complementari è il doppio che per gli uomini.

Così non va bene: iniziamo a respingere questa riforma ingiusta e contraria allo spirito di solidarietà su cui si basa sin dal 1948 l’Avs. Poi diamoci da fare per riformare finalmente il secondo pilastro.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved