laR
 
08.09.2022 - 07:45

‘Avs 21’: ennesimo tentativo di fregatura

di Beppe Savary-Borioli, Russo
avs-21-ennesimo-tentativo-di-fregatura
Ti-Press

L’Avs, voluta sin dall’inizio del Novecento dal movimento operaio svizzero e realizzata decenni dopo da un consigliere federale liberale (!), è da sempre invisa alla Destra, perché è l’assicurazione la più sociale in Svizzera e perché – come la Suva – fa concorrenza alle assicurazioni private. Queste ultime, al contrario dell’Avs, fanno i calcoli in prospettiva di ottimizzare i loro profitti piuttosto che i contributi e le rendite dei loro affiliati.

Le frequenti prognosi sulla morte dell’Avs non si sono mai avverate malgrado la Destra si dia da fare in continuazione a voler peggiorare le sue condizioni. Fino adesso il popolo svizzero a maggioranza ha sempre difeso la "sua Avs" contro gli attacchi di chi non ha bisogno dell’Avs per vivere. Il più recente attacco si chiama "Avs 21" e mira a peggiorare la situazione delle donne e di tutti quelli che sarebbero particolarmente colpiti da un aumento dell’Iva. Le donne guadagnano in media un quinto in meno degli uomini, svolgono tanto lavoro non pagato da casalinghe e madri, perciò percepiscono rendite in media di molto inferiori a quelle degli uomini. Voler obbligarle a lavorare più a lungo, quando già a cinquant’anni è difficile inserirsi nel mercato del lavoro e quando a poter trovare lavoro sarebbero i giovani, sa di puro cinismo.

Oppure l’aumento dell’età pensionabile delle donne dovrebbe servire da apripista all’iniziativa sulla quale i giovani (!) Plr stanno lavorando e che chiederebbe l’aumento generalizzato dell’età pensionabile a 67 anni? "Roba da matt", se non follia cinicamente calcolata di chi a regola svolge lavori che consumano meno di quello della cameriera o del muratore, che sono meglio retribuiti e che garantiscono un’aspettativa di vita ben maggiore e migliore. Prevedere il finanziamento di "Avs 21" con un aumento di 0,4 punti percentuali dell’Iva rappresenta un ulteriore pugno nello stomaco a chi già adesso fa fatica a pagare i beni di consumo e i servizi necessari per vivere.

Ci sarebbero ben altre imposte possibili per trovare i soldi onde poter persino migliorare anziché evitare di peggiorare le prestazioni dell’Avs. Basterebbe tassare un po’ le stratosferiche rendite e le immense ricchezze accumulate dai Paperon de’ Paperoni nostrani. Operazione da Robin Hood in tutta legalità, se il popolo svizzero a maggioranza lo volesse. Nell’immediato votiamo due volte "No" all’aumento dell’età pensionabile delle donne e all’aumento dell’Iva! No al tentativo di fregatura di "Avs 21"!

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved