per-un-comune-inclusivo-equo-e-sostenibile
Bellinzona
08.03.2021 - 11:570
Aggiornamento : 16:51

Per un Comune inclusivo, equo e sostenibile

Bellinzona gode di una posizione geografica vantaggiosa, che le conferisce un buon potenziale economico e la possibilità di svilupparlo in modo ecologico. La centralità rispetto al resto del cantone, rispettivamente il facile accesso al resto della Svizzera da una parte, alla vicina Italia dall’altra, sono presupposti per un’economia sana. Parallelamente, le recenti migliorie ferroviarie sia in direzione di Lugano che oltralpe favoriscono una mobilità responsabile e moderna.
Affinché questo potenziale si realizzi, occorre seguire attivamente l’andamento della situazione. È importante rimanere partecipi dei progetti urbani quali il futuro Quartiere Officine o il contenuto previsto sul comparto Ferriere Cattaneo alfine di assicurarsi che i risultati migliorino la quotidianità dei residenti, favoriscano l’insediamento di posti di lavoro e abbiano un impatto ecologico sostenibile. La mobilità lenta, agevolata da un terreno pianeggiante, va poi continuamente incentivata, attraverso la messa in sicurezza dei percorsi di pedoni e ciclisti e l’incremento del numero di parcheggi per veicoli a due ruote.
Recenti cambiamenti istituzionali richiedono inoltre interventi per l’effettiva inclusione dei diversi quartieri nel nuovo Comune, garantendo un equo accesso ai vari servizi, ma anche rafforzando il dialogo tra Municipio e abitanti degli ex-comuni e promuovendo manifestazioni culturali su tutto il territorio. Credo altresì che una Città come questa deve aderire all’evoluzione della società fungendo da esempio per enti privati e cittadini. Come datore di lavoro, Bellinzona si impegni a offrire impieghi che sostengano l’inserimento professionale del maggior numero di persone possibile. Non da ultimo, è necessario promuovere la parità di genere, insufficiente in Ticino.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved