ULTIME NOTIZIE Estero
Estero
1 ora

Schianto di primo mattino a Forcola. Muore un diciottenne

A bordo della vettura c’erano altri due giovani, entrambi rimasti gravemente feriti. I tre stavano andando a scuola a Sondrio.
Italia
1 ora

Rapina una farmacia. Ma dimentica la ricetta della moglie

Maldestro furto per un 57enne nel Milanese. Sul bancone ha infatti lasciato il foglietto con cui i carabinieri sono risaliti alla sua identità
Brasile
1 ora

Pelé non risponde alla chemio: trasferito in un altro reparto

Dopo il ricovero di martedì, ‘O Rei’ spostato nel reparto delle cure palliative dell’ospedale ‘Albert Einstein’ di San Paolo
Italia
1 ora

Eredità... stupefacente a Sesto Fiorentino

Nell’appartamento del fratello deceduto spuntano un laboratorio per la droga e 2,4 chili di marijuana
Russia
4 ore

Mosca se ne fa un baffo del ‘price cap’ sul petrolio

Per l’ambasciata russa negli Stati Uniti, malgrado il tetto al prezzo dell’oro nero russo, il greggio continuerà a essere richiesto
Indonesia
5 ore

La terra trema sull’Isola di Giava, in Indonesia

L’epicentro del terremoto, di magnitudo 5,7, è stato localizzato a 18 chilometri a sud-est della città di Banjar
Francia
6 ore

Sarkozy da lunedì nuovamente al banco degli imputati

È fissata per dopodomani a Parigi l’udienza in appello per l’ex presidente della Francia, accusato di corruzione
Ucraina
8 ore

Notte di bombe a nel distretto di Nikopol

Nel mirino degli attacchi russi, in particolare, gasdotti e reti elettriche nella zona della centrale nucleare di Zaporizhzhia
coronavirus
19 ore

L’Oms: ‘Il 90% della popolazione mondiale è immune’

‘Vicini alla fine, ma serve ancora cautela’. Ancora test, sequenziamento e vaccini per evitare nuove varianti
intimidazioni in tutta Europa
20 ore

Pacchi con sangue inviati alle ambasciate ucraine

Dopi i sei colli con esplosivo in Spagna, minacce anche in Italia, Polonia, Ungheria, Croazia e Paesi Bassi. Spediti anche occhi di animali
russia
21 ore

Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no

La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
21 ore

Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein

La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
francia
21 ore

Due bebè congelati trovati nel frigo, fermata una donna

La donna è residente nel piccolo comune di Bédoin, nel dipartimento di Vaucluse: ancora non si sa il tipo di legame con i due piccoli
mar baltico
27.09.2022 - 21:36
Aggiornamento: 22:12

Perdite di gas da Nord Stream. Scambi di accuse: ‘Sabotaggio’

Danni “senza precedenti” nel tratto tra Danimarca e Svezia a 80 metri di profondità. E intanto il prezzo sale

Ansa, a cura di Red.Estero
perdite-di-gas-da-nord-stream-scambi-di-accuse-sabotaggio
Il mare che ribolle all’altezza del gasdotto (Ministero della Difesa danese)

Esplosioni, fughe di gas e l’acqua del mare che ribolle. Le due linee del Nord Stream, 1 e 2, hanno subito danni "senza precedenti" nel tratto di mar Baltico tra Danimarca e Svezia. E sebbene il gasdotto che collega la Russia all’Europa fosse ormai fermo per la guerra in Ucraina, le sanzioni a Mosca e i ricatti del Cremlino, ad Amsterdam il prezzo del gas - che era rimasto più o meno stabile anche dopo la chiusura dei rubinetti da parte di Gazprom ad agosto - è schizzato fino ai 207 euro al megawattora (+19%).

Sabotaggio o attacco deliberato sotto falsa bandiera? Cosa sia successo a 80 metri di profondità non è ancora chiaro e sarà oggetto di indagini: nessuno in Occidente sembra infatti prendere in considerazione l’ipotesi di un semplice incidente, ma piuttosto quella dello zampino di Vladimir Putin. Sismologi danesi e svedesi avevano registrato due forti esplosioni in mare, attorno all’isola danese di Bornholm: la prima alle 2.03 della notte tra domenica e lunedì di magnitudo 1.9, la seconda di 2.3 alle 19.04. "Un’enorme emissione di energia che interpretiamo come proveniente con la massima probabilità da una forma di detonazione", ha spiegato all’Afp Peter Schmidt della Rete nazionale sismica svedese. Infine l’avviso che i gasdotti avevano perso pressione, e la scoperta di tre falle nei gasdotti 1 e 2 che stanno sprigionando gas facendo ribollire la superficie di quel tratto di mare in aree che vanno dai 200 ai 1.000 metri di diametro, come testimoniano immagini che hanno fatto il giro del mondo.

La fuoriuscita, ha avvertito Copenaghen, durerà almeno una settimana. Il primo a non escludere "un sabotaggio" è stato lo stesso Cremlino, con il portavoce Dmitry Peskov che ha invocato "un’indagine urgente", parlando di "notizie davvero allarmanti" e di "un problema che riguarda la sicurezza energetica dell’intero continente". A stretto giro di posta è arrivata l’accusa diretta di Kiev di "un attacco terroristico pianificato dalla Russia e un atto di aggressione contro l’Ue".


Un’altra immagine dall’alto (Ministero della Difesa danese)

Le reazioni

Secondo il consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, Mykhailo Podolyak, Mosca "vuole così destabilizzare la situazione economica in Europa e provocare il panico pre-inverno". Se la Commissione europea ritiene "prematuro speculare" sulle cause delle fughe di gas, assicurando che al momento "non c’è alcun impatto sulla sicurezza", gli Stati Uniti si sono detti pronti ad aiutare gli europei sulle indagini. Spingendosi oltre: "Le prime informazioni indicano che siano state causate da un attacco", ha detto il segretario di Stato Antony Blinken, sottolineando comunque che si tratta "solo di prime notizie". "Nei prossimi mesi dobbiamo lavorare per mettere fine alla dipendenza energetica dell’Europa dalla Russia", ha quindi assicurato l’esponente dell’amministrazione Biden, garantendo che "le perdite non avranno un impatto significativo sulla resilienza energetica dell’Europa".

Anche la Nato sta monitorando la situazione "con grande preoccupazione", in contatto con gli alleati, a cominciare dalla Danimarca, ma anche con Svezia e Finlandia, i due Paesi in procinto di aderire all’Alleanza Atlantica per effetto della guerra di Putin. Mentre a Berlino la possibilità che tre fughe di gas si siano verificate contemporaneamente non sembra un caso, ma frutto "di un attacco mirato", ha riferito una fonte a Tagesspiegel. Secondo il giornale, si stanno valutando due ipotesi principali: all’origine dell’attacco potrebbe esserci l’Ucraina o qualche suo alleato, oppure un’operazione russa sotto falsa bandiera, per alimentare maggiore insicurezza e far salire ancora di più prezzi del gas.

Anche la premier danese Mette Frederiksen ha escluso "una coincidenza" e parlato di "atti deliberati" mentre si trovava in Polonia per l’inaugurazione di un altro gasdotto strategico, il Baltic Pipe, con il collega Mateusz Morawiecki: "L’epoca del dominio russo sul gas è finito, un’epoca che è stata segnata dal ricatto, dalle minacce e dalle estorsioni", ha dichiarato il premier polacco, anche lui convinto che il Nord Stream sia stato sabotato. Stoccolma, che giudica la situazione "grave e molto seria", ha intanto riunito un’unità di crisi, mentre Copenaghen ha inviato una fregata dotata di elicottero per unirsi ai pattugliamenti nella zona, dove al momento la navigazione è vietata nel raggio di 5 miglia.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved