ULTIME NOTIZIE Estero
intimidazioni in tutta Europa
49 min

Pacchi con sangue inviati alle ambasciate ucraine

Dopi i sei colli con esplosivo in Spagna, minacce anche in Italia, Polonia, Ungheria, Croazia e Paesi Bassi. Spediti anche occhi di animali
russia
57 min

Putin: negoziati (forse) sì, ritiro no

La Casa Bianca: ‘Spetta a Kiev decidere’. Telefonata Berlino-Mosca
grecia
1 ora

Attacco ad Atene alla diplomatica Susanna Schlein

La ticinese, sorella della politica del Pd Elly, si è salvata per puro caso da un attentato: in fiamme la sua auto
francia
1 ora

Due bebè congelati trovati nel frigo, fermata una donna

La donna è residente nel piccolo comune di Bédoin, nel dipartimento di Vaucluse: ancora non si sa il tipo di legame con i due piccoli
Confine
2 ore

Truffa anziani in Valtellina, arrestata una 70enne ticinese

Il fermo alla dogana di Chiasso Brogeda. La donna è sospettata di aver messo a segno numerosi colpi in diverse province del Nord Italia
Confine
7 ore

Il traffico di orologi è la nuova frontiera del contrabbando

Aumentano in frontiera i sequestri di merce con le griffe delle celebrate marche svizzere. L’ultimo qualche giorno fa al valico di Ronago
Estero
12 ore

Kanye West esalta Hitler: Twitter lo blocca, Parler lo scarica

L’account del rapper è stato sospeso dal social, e anche la piattaforma di estrema destra americana dice ‘no, grazie’ alla proposta di acquisto
Estero
13 ore

È morto Issei Sagawa, il ‘cannibale giapponese’

Nel 1981 a Parigi uccise e mangiò una studentessa olandese. Dopo il ricovero psichiatrico, fu estradato in Giappone dove tornò in libertà
italia
23 ore

Frana di Casamicciola, le vittime sono 11

Recuperati altri tre corpi. Manca all’appello ancora una dispersa. Nuova allerta meteo: si prepara l’evacuazione di oltre mille persone
la guerra in ucraina
23 ore

Biden pronto a parlare con Putin

Conferenza di pace a Parigi il 13 dicembre, l’annuncio durante la visita di Macron a Washington
coronavirus
23 ore

La Cina allenta la morsa, ‘sì all’isolamento a casa’

Aperture di Pechino dopo le proteste, mentre si prepara l’addio a Jiang Zemin
Estero
1 gior

Giallo su sei pacchi bomba in Spagna

Oltre all’ordigno esploso all’ambasciata ucraina a Madrid, ne sono stati notificati altri, pure all’indirizzo del premier Pedro Sánchez. Indagini in corso
la guerra in ucraina
1 gior

“La Nato non entrerà nel conflitto”

Mosca accusa l’Alleanza: ‘Ci fanno la guerra’. Stoltenberg risponde seccamente. Macron spinge per un negoziato: ‘Lo ritengo possibile’
11.09.2022 - 20:45
Aggiornamento: 21:44

I soldati ucraini avanzano verso il confine russo

Continua con successo la controffensiva. Kadyrov sferza Mosca: ‘Troppi errori’. Macron chiama Putin

Ansa, a cura di Red.Estero
i-soldati-ucraini-avanzano-verso-il-confine-russo
Bevuta sui carri armati russi sottratti dagli ucraini (Keystone)

Nel mirino ora c’è il confine russo. In due settimane, la controffensiva ucraina che ha sbaragliato le difese di Mosca nella regione orientale di Kharkiv ha ripreso tremila chilometri quadrati di territorio, una quarantina di insediamenti e viaggia ora spedita verso la frontiera nemica.

Secondo il comandante dell’esercito Valery Zaluzhny, solo una cinquantina di chilometri separano le sue truppe dalla Russia. L’avanguardia del 130esimo battaglione si è già spinta oltre, rivendicando di essere arrivata al valico di Hoptivka. Dopo 200 giorni di guerra, nell’oblast gli invasori sono in rotta.

La reazione del Cremlino

Ammessa la ritirata, definita una "riorganizzazione" strategica per concentrare le forze sul Donbass, la stessa Difesa di Mosca ha mostrato con una mappa di cosa resta nelle sue mani: solo una piccola porzione di territorio a est del fiume Oskil, dopo aver perso molti dei centri principali, da Kupiansk a Izyum, su cui continuano comunque a piovere bombe. La reazione russa si è scatenata poi in serata con un pioggia di raid sulle regioni orientali e di missili Kalibr dal Mar Nero, che hanno causato danni alle infrastrutture e massicci blackout.

Entusiasmo a Kiev

L’entusiasmo a Kiev però resta palpabile. Nei media, nelle dichiarazioni politiche, sui social. Ma il presidente Volodymyr Zelensky resta cauto. "Mosca - ha avvertito - spera di spezzare la resistenza ucraina in inverno, contando sui problemi di riscaldamento in Ucraina e su un possibile indebolimento del sostegno occidentale a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia in Europa".

L’esercito cavalca l’onda, spinto dalle immagini del caotico ritiro del nemico. Il sindaco filorusso di Izyum sarebbe scappato già prima dell’assalto, e nella fuga le truppe "hanno lasciato un’enorme quantità di equipaggiamento e munizioni". Anche nel Lugansk Mosca appare in difficoltà. Secondo il governatore Serhiy Gaidai ha già perso Kreminna, presa ad aprile, mentre file di veicoli verso il confine si estendono per chilometri, anche da città catturate nel 2014. Un esodo confermato dai russi. "Nelle ultime 24 ore, migliaia di persone hanno attraversato la frontiera", ha detto il governatore di Belgorod, Viaceslav Gladkov.


Un palazzo distrutto dai bombardamenti russi (Keystone)

Polemiche sulle strategie

Disfatta o ritiro calcolato che sia, tra le file di Mosca gli strascichi non mancano. Protagonista è ancora il leader ceceno Ramzan Kadyrov che, dopo aver promesso 1.300 rinforzi sul fronte meridionale di Kherson, parla ora di "altri 10.000 combattenti pronti a partire" per la riscossa, senza però risparmiare dure critiche agli alti comandi militari. "Io, Ramzan Kadyrov, dichiaro ufficialmente che tutte queste città (Izyum, Kupiansk e Balakliya) saranno riconquistate" e "raggiungeremo Odessa nel prossimo futuro", ha minacciato. "Sono stati commessi degli errori. E penso che se ne trarranno delle conclusioni. E se oggi o domani non ci saranno cambiamenti nella strategia nel condurre l’operazione militare speciale - ha poi avvertito -, dovrò andare al ministero della Difesa e alla dirigenza del Paese per spiegare loro la situazione. È una situazione infernale".

Si riparla di trattative

Nel frattempo le parti sono tornate a evocare le trattative, da cui però si dicono lontane. La Russia, ha spiegato il suo ministro degli Esteri Serghei Lavrov, "non rifiuta" i negoziati, ma ci sono "ritardi che complicano il processo". Il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha però ribadito che il suo governo non farà passi indietro sulle richieste, a partire dalla "liberazione di tutti i territori".

L’allarme intanto resta alto a Zaporizhizhia. L’agenzia nucleare di Kiev, Energoatom, ha annunciato che il sesto e ultimo reattore funzionante della centrale più grande d’Europa è stato nuovamente scollegato dalla rete. L’Aiea, che nell’impianto mantiene due ispettori, ha poi riferito che "è stata ripristinata la linea elettrica di riserva, che fornisce all’impianto l’elettricità esterna necessaria per il raffreddamento del reattore e altre funzioni di sicurezza".

La situazione continua a suscitare allarme, con l’agenzia Onu che ha avviato le consultazioni per la creazione di una safe zone. In una telefonata con Vladimir Putin, intanto, Emmanuel Macron gli ha chiesto di far ritirare "le armi pesanti e leggere", mentre il leader del Cremlino è tornato ad accusare Kiev dei raid, avvertendo del rischio di "conseguenze catastrofiche" anche per "gli stoccaggi di scorie radioattive".

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved