ULTIME NOTIZIE Estero
italia
11 ore

Sette morti a Ischia, tra loro un bimbo di 22 giorni

Ancora cinque dispersi dopo la colata di fango che ha travolto Casamicciola. Tra le vittime anche due bambini di 6 e 11 anni
Estero
11 ore

Proteste anti-Covid in Cina: ‘Via Xi e il Pcc’

Rabbia e cortei in diverse città contro la politica della ‘tolleranza zero’, il potere trema. Intanto la tv di Stato filtra i Mondiali di calcio
la guerra in ucraina
12 ore

‘I russi stanno per lasciare la centrale di Zaporizhzhia’

Kiev sicura della ritirata dei soldati di Putin. Intanto due terzi dei Paesi della Nato sarebbero a corto di armi da inviare all’Ucraina
Canada
15 ore

Paramedica cerca di rianimare vittima di incidente, è la figlia

‘Si è realizzato il mio peggior incubo’, ha scritto su Twitter la donna accorsa per prima dopo lo scontro fra un’auto e un camion
Confine
16 ore

Fiscalità dei frontalieri, l’accelerazione fa sperare per luglio

Il governo italiano ha approvato il disegno di Legge che porta alla ratifica, ora tocca al parlamento. Mattarella domani in visita nella Confederazione
Video
Messico
20 ore

Sale ballando una scala sacra, turista linciata dalla folla

Una donna cammina lungo la piramide di Kukulkán ‘El Castillo’ nella penisola messicana dello Yucatán. Sarà multata
Italia
20 ore

Quattordicenne ridotta in schiavitù a Roma

Arrestati i genitori dell’adolescente costretta a violenze fisiche e morali: la giovane collocata in una struttura protetta
Confine
20 ore

Un riparo per i senzatetto nell’‘Emergenza freddo’

Da giovedì a Como l’ex caserma dei carabinieri si trasforma in un dormitorio per chi vive per la strada
Iran
21 ore

Rapper rischia la pena di morte: ‘Corruzione sulla Terra’

Toomaj Salehi è accusato di violazione delle leggi della Sharia, per la sua ‘cooperazione con Stati ostili contro la Repubblica islamica’
08.09.2022 - 19:07

Qualora... tutto è già pronto per il ‘farewell’ della Queen

‘London Bridge is down’, ovvero il Ponte di Londra è crollato. Per la scomparsa di Elisabetta II è stato scritto quanto si dovrà seguire nel cerimoniale

Ansa, a cura di Red.Web
qualora-tutto-e-gia-pronto-per-il-farewell-della-queen
Keystone
Goodbye

‘London Bridge is down’. Il Ponte di Londra è crollato. Per la scomparsa di Elisabetta II, il Palazzo ha pronto un piano in più versioni, aggiornate continuamente negli anni e detenute da Buckingham Palace, dal governo e dalla Bbc. Una sorta di protocollo da seguire per consentire i preparativi dell’ultimo commiato, mantenendo quell’ordine e quella stabilità di cui la sovrana, sopravvissuta a 12 presidenti Usa, è sempre stata sinonimo, nei suoi oltre 70 anni di regno. L’ultima volta che un monarca britannico morì, Giorgio VI, 70 anni fa, la scomparsa fu comunicata a Buckingham Palace con una frase in codice, ‘Hyde Park Corner’, per impedire agli operatori del centralino di scoprirlo. Per Elisabetta II il piano per ciò che accadrà dopo è noto come ‘London Bridge’ e la parola chiave per annunciarne il decesso sarà ‘The London Bridge is down’.

Stando a una bozza del documento di cui qualche tempo fa ‘Politico’ diffuse alcuni stralci, il giorno della morte sarà indicato come il ‘D-day’ e i giorni a seguire saranno il D+1, fino al 10, quando saranno celebrati i funerali all’Abbazia di Westminster e la sepoltura alla Memorial Chapel di re Giorgio VI. Il corpo della sovrana sarà trasferito a Buckingham Palace due giorni dopo la sua morte, sul treno reale secondo quanto prescrive l’operazione chiamata ‘Unicorn’, o in alternativa in aereo secondo il dispositivo ‘Overstudy’. Carlo invece sarà proclamato re la mattina dopo il decesso e il giorno successivo partirà per un viaggio attraverso il Regno Unito. Il protocollo, descritto con una dovizia di particolari quasi maniacale, prevede che sia il segretario personale della regina, Sir Christopher Geidt, il primo a essere informato, che a sua volta avrà il compito di comunicare la notizia al primo ministro. Dopo, il Foreign Office’s Global Response Center darà la notizia a tutti gli altri governatori dei Paesi in cui Sua Maestà è sovrana, compresi Canada, Australia e Bahamas, e solo dopo a tutte le altre nazioni del Commonwealth.

Il decesso di Elisabetta non sarà però divulgato subito. L’informazione viaggerà sottotraccia. I governatori generali, gli ambasciatori e appunto il premier saranno i primi a saperlo. I sudditi e il resto del mondo ne verranno a conoscenza in un secondo momento, quando tutto sarà già stato preparato. Quando arriverà il momento di divulgare la notizia, l’annuncio spetterà a un flash dell’agenzia di stampa inglese PA: subito dopo l’informazione sarà trasmessa al resto dei media mondiali in contemporanea. Nello stesso istante, un commesso vestito a lutto uscirà da una porta di Buckingham Palace, attraverserà la ghiaia rosa opaco e appenderà un avviso bordato di nero ai cancelli. Mentre lo farà, il sito web del palazzo si ridurrà a una pagina, che mostrerà lo stesso testo su uno sfondo scuro. E le bandiere saranno calate a mezz’asta. Alla Bbc verrà attivato il ‘sistema di trasmissione degli allarmi radio’ (Rats), un allarme dell’era della Guerra fredda progettato per resistere a un attacco alle infrastrutture della nazione, un dispositivo quasi mitologico dell’intricata architettura di rituali per la morte delle principali personalità reali che la Bbc ha mantenuto sin dagli anni Trenta.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved