Canada
06.09.2022 - 08:29
Aggiornamento: 16:02

Trovato morto uno dei due killer: ‘Hanno bussato e ucciso’

Almeno 28 persone sono state accoltellate e, di queste, dieci sono morte. Il fatto è avvenuto nella regione di Saskatchewan

Ats, a cura di Red.Web
trovato-morto-uno-dei-due-killer-hanno-bussato-e-ucciso
Keystone
Terrore e dolore

Uno dei due ricercati per aver accoltellato a morte dieci persone in una provincia del Canada è stato trovato morto. L’altro, che si è scoperto essere il fratello, resta in fuga. Le ferite che hanno causato la morte di uno dei due killer del Saskatchewan, non sembrano essere autoinflitte, ha spiegato Rhonda Blackmore, assistente del commissario della Polizia reale canadese in una conferenza stampa riportata dall’emittente televisiva statunitense Cnn. Suo fratello, il secondo ricercato, è ancora latitante e potrebbe essere ferito.

La polizia canadese ritiene che l’uomo possa trovarsi ancora a Regina, città di 200’000 abitanti, capitale dello Saskatchewan, quindi non lontano dal luogo della strage di nativi.

Killer hanno ucciso casa per casa

La polizia riferisce che i due fratelli hanno bussato e ucciso casa per casa. Almeno 28 persone sono state accoltellate e, di queste, dieci sono morte. La dinamica del massacro, sostengono gli esperti, fa pensare che i due conoscessero le loro vittime, anche se per la polizia qualcuno è stato invece accoltellato a caso. "Non c’è posto per nessun tipo di violenza in Canada", ha detto il premier canadese Justin Trudeau in un intervento alla nazione sulla strage. "Sfortunatamente negli ultimi anni tragedie del genere sono diventate troppo frequenti", ha sottolineato ribadendo che gli accoltellamenti sono stati "scioccanti e spezzano il cuore". Il premier canadese ha anche chiesto a tutta la popolazione di "essere prudente".

Leggi anche:

Scia di sangue: accoltellate a morte dieci persone

Forse la droga il movente della carneficina in Canada

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved