ULTIME NOTIZIE Estero
Regno Unito
2 ore

Grave violazione del codice ministeriale: Zahawi licenziato

Via lettera, il primo ministro britannico Rishi Sunak silura il ministro senza portafoglio
Estero
4 ore

Forte scossa di terremoto nella notte in Iran

Il sisma di magnitudo 5,7 è stato localizzato nel nord del Paese. Il bilancio parziale è di tre vittime e diverse centinaia di feriti
Stati Uniti
5 ore

Incidente di caccia in Kansas, ma a sparare... è il cane

Calpesta l’arma nel retro del pick-up: parte un colpo che colpisce il cacciatore seduto davanti, uccidendolo
Estero
5 ore

Nuovo piano europeo per salvare api e farfalle

Ecco il ‘New Deal’ per gli impollinatori, con undici iniziative per frenare il declino della popolazione di questi insetti
Italia
17 ore

Milano, per gas e luce 30 milioni di euro in più

Già l’anno scorso il capoluogo lombardo aveva dovuto far fronte a un aumento di 70 milioni di euro. E per li 2023 il caro-bollette si farà ancora sentire
India
17 ore

Aaa, insegnante di matematica cercasi. Telefonare al...

Singolare annuncio di ricerca personale in india: il numero che i candidati devono contattare lo si ricava da una complessa equazione
Italia
21 ore

Alla partita di calcetto spunta una pistola

Momenti di paura in provincia di Napoli a margine di un incontro del campionato regionale under 19
Italia
21 ore

Milano capitale italiana per numero di furti

Se ne registrano quasi tremila ogni centomila abitanti. Pure in aumento, nel capoluogo lombardo, il numero di femminicidi
Estero
23 ore

Lavoratrice in difficoltà, i colleghi le donano 170 ore di ferie

Per assistere la figlia gravemente malata, la donna aveva esaurito tutti i suoi congedi. Ora potrà assentarsi per un intero mese
20.07.2022 - 07:40
Aggiornamento: 15:34

‘Bannon si riteneva al di sopra della legge’

Lo ha affermato l’assistente procuratrice Amanda Vaughn al processo nei confronti dell’ex stratega di Donald Trump per oltraggio al Congresso

bannon-si-riteneva-al-di-sopra-della-legge
Keystone

Stephen Bannon credeva di "essere al di sopra della legge" e per questo ha "deciso" di ignorare il mandato del Congresso a consegnare documenti e testimoniare: "Il suo non è stato un errore, ma una scelta". Lo ha affermato l’assistente procuratrice Amanda Vaughn nella seconda giornata del processo nei confronti dell’ex stratega di Donald Trump per oltraggio al Congresso.

La Vaughn ha spiegato ai giurati – nove uomini e cinque donne – come Bannon abbia infranto le regole di sua volontà perché non riteneva di doverle seguire come fanno invece i comuni cittadini.

Una versione dei fatti che i legali dell’ex braccio destro di Trump hanno respinto seccamente. "Non ha ignorato" il mandato del Congresso a consegnare documenti o farsi sentire sul 6 gennaio, hanno spiegato. Quando lo ha ricevuto stava "ancora negoziando" con la commissione di inchiesta sull’assalto a Capitol Hill, hanno osservato gli avvocati di Bannon invitando i giurati a chiedersi se le prove che saranno presentate nel corso del procedimento siano "motivate politicamente".

Bannon era presente nell’aula di tribunale e ha seguito con attenzione le dichiarazioni di apertura del processo, seguite alla scelta della giuria. Era calmo e si è confrontato in diverse occasioni con i suoi legali. Nelle pause ha estratto i suoi due cellulari e ha inviato messaggini.

Al termine dell’udienza però Bannon ha affermato furioso che "qualcuno della commissione sul 6 gennaio deve avere il coraggio di presentarsi qui e accusare qualcuno di un reato". Quello della commissione di inchiesta "è un processo show": "È scandaloso. Mi vergogno del Congresso che invia qui uno dei membri del suo staff quando invece dovrebbe esserci uno" dei leader della commissione "a presentare il caso e accusarmi", ha aggiunto fuori dall’aula del tribunale dopo che l’accusa ha chiamato come primo testimone Kristin Amerling, componente dello staff della Camera.

Joe "Biden è un presidente illegittimo, Trump ha vinto e la metà degli americani crede a questo. Non si può governare un paese se non si è legittimi e questo è il perché nessun capo di Stato lo tratta con rispetto. Lo hanno fatto anche i sauditi. Abbiamo una crisi costituzionale in questo paese" e la commissione di inchiesta sul 6 gennaio "mi ha accusato di un reato. Abbiate il coraggio di venire qui e di dire perché mi accusate di un reato", ha sostenuto Bannon.

Accusato di oltraggio al Congresso per essersi rifiutato di testimoniare davanti alla commissione d’inchiesta sull’assalto del 6 gennaio a Capitol Hill, Bannon rischia da un minimo di 30 giorni fino a un massimo di due anni di carcere.

L’ex stratega di Trump ha sempre negato ogni responsabilità per l’attacco del 6 gennaio, pur vantandosi di essere "l’architetto ideologico" degli sforzi per ribaltare il risultato delle elezioni del 2020. Fino alla fine ha cercato di evitare il processo, spingendosi fino a dichiararsi disponibile a testimoniare davanti alla commissione del 6 gennaio per raccontare, in un’udienza pubblica e trasmessa in diretta, la sua verità.

Potrebbe interessarti anche
© Regiopress, All rights reserved